A- A+
PugliaItalia
Province, Vitali (FI): "Su Brindisi per noi accordo valido"

L'ingarbugliarsi della "questione provincia" mi impone di rompere il silenzio che mi ero
Imposto.

Il 24 agosto u.s., dopo che il mio esecutivo provinciale (composto anche dai parlamentari e dai consiglieri regionali) aveva dato unanimemente l'assenso dopo ampia discussione, una delegazione di F.I. ha incontrato una delegazione de PD per verificare la possibilità di un accordo istituzionale per l'elezione del presidente della provincia e del consiglio provinciale .

Sul punto vi è stata convergenza sui seguenti presupposti:
-che la Provincia e' un Ente in via di soppressione;
-che deve garantire l'ordinaria amministrazione;
-che il momento politico e sociale che vive il Paese sconsigliava l'ennesima campagna elettorale.

Pertanto si è deciso di impegnarsi alla presentazione di una lista unica assegnando al PD (partito più rappresentativo in provincia) la presidenza ed a F.I., secondo partito, la vice presidenza.

PD e F.I. si impegnavano a coinvolgere i loro rispettivi partners ma senza accettare veti o condizionamenti (anche per evitare i quali nasceva l'intesa) mentre il giorno dopo anche il NuovoCentro Destra dava la sua disponibilità .

Questi i fatti. Assolutamente trasparenti e coerenti.

Purtroppo, complice la già avviata campagna elettorale per le primarie del centrosinistra e
gli appetiti dei soliti noti a destra ed a manca, si è fatto nascere un caso.

In definitiva per noi l'accordo resta valido perché sottoscritto da chi ne aveva titolo e mandato. Se altri hanno cambiato idea o non erano legittimati lo dicano ma senza mistificare i fatti. Noi ce ne faremo una ragione.

On Luigi Vitali
Coordinatore Provinciale F.I. - Brindisi

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vitalifibrindisiaccordo
i blog di affari
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il gelato d' autunno a Longarone: il Made in Italy riparte in dolcezza
CasaebottegaJalisse
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.