A- A+
PugliaItalia
Regionali Ncd e FI vicini all’accordo Le primarie sempre più lontane

Bari – Forza Italia e Nuovo Centrodestra sempre più vicini all’accordo. Stando alle indiscrezioni che arrivano dalla Capitale, azzurri ed alfaniani potrebbero presto siglare l’intesa quadra sulle prossime regionali, già incassata in Calabria ed Emilia Romagna: il direttorio nazionale con Brunetta, Matteoli, Romani, Verdini e Toti varato dall’ex Cavaliere pare aver sbloccato l’impasse delle alleanze ma a farne le spese potrebbero essere i gazebo pugliesi di Raffaele Fitto. Se sarà tregua tra le due anime moderate, quasi certamente sarà senza primarie. Con buona pace di Nino Marmo che ha rotto gli indugi candidandosi per primo.

Marmo alle primarie incerte del cdx/ Schiaffo a Fitto/ Commissione sulle Regionali e Toti archivia i gazebo/ Fitto chiama la società civile

“Non sono un dogma ma un’opportunità da non perdere in tutte le regioni”, rinforza l’ex Ministro per gli Affari regionali, ribadendo le tesi esposte al meeting di Giovinazzo alla presenza di Matteoli, Gasparri e Storace: “Altra tesi, altrettanto legittima è quella di chi crede che una compassata e ordinata gestione dei rapporti tra partiti, in impegnative riunioni romane, possa produrre risultati positivi”. Risultati che, invece, arriverebbero in primis dalle aperture possibiliste della pattuglia di Massimo Cassano e Massimo Ferrarese, ferma sul niet alla consultazione popolare ma in attesa di un lasciapassare definitivo dallo sherpa Quaglieriello, in piena mediazione con lo stato maggiore forzista. Una partita ormai del tutto giocata all’ombra del Colosseo? Non proprio, visto che la galassia fittiana nel Tacco è ancora maggioritaria, nonostante il poderoso scavalcamento a destra della governance berlusconiana. Nel polverone di voci non manca chi lo dipinge a fari spenti al lavoro su una presunta candidatura rosa da tirare fuori in extremis dal cilindro. Tanto meglio se over 40 come la vicepresidente della Provincia di Lecce - Simona Manca – da proporre come nomination unitaria per stanare i detrattori, ma restano rumours. Pari a quelli che cinque anni fa portavano ai giornalisti Attilio Romita, Francesco Giorgino ed Enzo Magistà, prima che lo stesso Fitto affidasse i galloni all’usato sicuro Rocco Palese.

Ncd fermo sul no ai gazebo ma niente Terzo Polo/ Gazebo il 23 novembre senza NcdNcd rinvia, giro di tavolo sulla data/

Il gioco di pesi e contrappesi cambia di ora in ora, con il risultato che aspiranti Governatori e potenziali ambiziosi tengono le carte coperte. Tra coloro che tacciono c’è anche Francesco Schittulli, sul quale inizialmente sembrava voler puntare l’ex Governatore, ma che cosa accadrebbe se - visto lo slittamento della discussione su altri tavoli - fosse l’oncologo a cambiare strategia e convincersi che la strada più breve tra Via Spalato e Lungomare Nazario Sauro passi dai Palazzi della Capitale? E l’ex “protesi” di Berlusconi sarebbe disposto ad un posto in seconda fila, nel caso in cui gli equilibri nazionali dovessero richiedere una nomination a guida Ncd nella Puglia del maggior suffragato alle Europee? Quantomeno, nel frattempo, potrà contare presto su una  ulteriore sponda amica a Montecitorio, con l’avvicendamento tra il neo componente del Csm - Antonio Leone - e il vice presidente della Provincia barese, Nuccio Altieri: “Sono certo che Nuccio, con la passione che lo contraddistingue negli impegni che assume,  saprà essere interprete di quelle istanze che da questa Terra vengono rivolte al Governo nazionale e, come ha fatto tenacemente in questi cinque anni al mio fianco, si impegnerà nell’esclusivo interesse del nostro territorio”, gli tributa Schittulli. E non è detto che le strade non possano incrociarsi…

(a.bucci1@libero.it)

Foto: Pokedem

Tags:
fittoalfanoncdfiprimarieaccordocentrodestra
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.