A- A+
PugliaItalia

“Sullo schermo del Governo va in onda sempre lo stesso film. Lacrime e sangue per i soliti noti, contrazione del Welfare travestita da spending review, dimagrimento costante dei trasferimenti dal centro alla periferia", dichiara in una nota il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

"Magari per finanziare la cancellazione della rata dell’Imu anche per i ricchi si può considerare normale dare un altro colpo all’edificio già terremotato della sanità pubblica". 

"Non si ha il coraggio di dire la verità: e cioè che le nostre comunità stanno soffocando a causa dell’isteria ideologica dei tecnocrati che intimano tagli e povertà, e cioè che l’Europa intera sta traballando a causa delle politiche di austerità, e cioè che dissanguare la spesa sociale significa tagliare la carne viva dei diritti elementari dei cittadini".

"Non ci sono risorse, ci sono i vincoli cosiddetti europei, ci siamo impiccati all’albero non dell’Europa ma di quella caricatura dell’Europa che è fatta di irresponsabile ragioneria. I tagli aggravano la condizione sociale del Paese, non colpiscono la corruzione e gli sprechi ma colpiscono solo servizi, diritti e tutele".

"Il sistema sanitario italiano è in gravissima sofferenza. Le Regioni e gli Enti locali rischiano di essere solo notai impotenti di una crisi che lacera le famiglie, opprime le giovani generazioni, impedisce l’esercizio del diritto al futuro. Bisogna dirlo con più forza: non è questa la strada della ripresa, questo è solo un vicolo cieco”.

Tags:
vendolataglipugliagovernosanità stabilità
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.