A- A+
Roma
Casaleggio e Toti, gli "innovatori" si incontrano a "Ponza d'Autore"

Il fitto programma di Ponza d’Autore prevede oltre 40 relatori, tra cui cinque direttori di quotidiani: grandi nomi del giornalismo, intellettuali, polemisti, ma anche imprenditori, attori e chef. Saranno loro i protagonisti dei diversi pensatoi: serrati faccia a faccia e dibattiti aperti in cui gli ospiti racconteranno le mutazioni del loro mondo di riferimento: da Giovanni Toti a Nicola Gratteri, da Renato Brunetta a Roberto D’Agostino, passando da Gianroberto Casaleggio, Paolo Mieli, Maria Latella, Andrea Scanzi, Giancarlo Leone, Giuseppe Cruciani, Maurizio Belpietro, Annalisa Chirico, Pierluigi Pardo.

Laboratorio per interpretare le metamorfosi del nostro Paese, l’edizione di quest’anno di Ponza d’Autore prenderà il via venerdì 18 luglio con i saluti inaugurali del sindaco di Ponza Piero Vigorelli e David Parenzo, in una serata sull’epica del cibo: a condurre la serata Adua Villa, la sommelier italiana più cliccata del web. 

Sabato 19 luglio si entra subito nel vivo con le Interviste senza Rete: a rispondere al fuoco di domande di Gianluigi Nuzzi due riformatori di spicco. Il profeta dell’avvento della democrazia digitale Gianroberto Casaleggio, e il Comandante generale della Guardia di Finanza Saverio Capolupo, paladino della lotta all’evasione fiscale condotta con nuovi mezzi. A chiudere, l’intervista a Francesca Chaouqui, lobbista ed esperta di comunicazione, nominata da Papa Francesco come l’unica donna italiana a far parte della Commissione per la spending review del Vaticano. 

Dalla paleo-televisione al digitale terrestre, che futuro attende la televisione? A discuterne in un inedito faccia a faccia, domenica 20 luglio, Gianluigi Nuzzi e l’icona pop del piccolo schermo  Barbara D’Urso. Si continuerà poi a parlare della nuova fisionomia della tv e dei suoi antagonisti in un eterogeneo dibattito tra ambasciatori di massmediologia: il direttore Rai Uno Giancarlo Leone, Federico Di Chio direttore Marketing Strategico Mediaset, la vicepresidente del canale Discovery Italia Laura Carafoli e Giuseppe De Martino Vicepresidente di Dailymotion. A moderare l’incontro il critico televisivo di Repubblica Antonio Dipollina. 

Serata irriverente venerdì 25 luglio, all’insegna del politicamente scorretto. Ad aprire l’appuntamento di “Potere, siamo tutti puttane?” l’intrigante one to one tra David Parenzo e Luigi Bisignani, “l’uomo che sussurra ai potenti”. Del potere taumaturgico del denaro ieri e oggi se ne discuterà anche dopo, con Parenzo che modererà l’incontro successivo in un palco dove il “cuore di tenebra” è esplorato dal punto di vista femminile, con Elenoire Casalegno e le giornaliste e scrittrici Annalisa Chirico e Francesca Del Rosso. 

L’era del post-berlusconismo tra baluardi dell’ancient régime e nuovi rivoluzionari è il tema di sabato 26 luglio, che vede contrapposti Giovanni Toti consigliere politico di Silvio Berlusconi, Peter Gomez direttore del Fattoquotidiano.it, il direttore de Il Messaggero Virman Cusenza e i giornalisti Roberto D’Agostino e Giuseppe Cruciani, moderati da Luca Telese. 

Sabato 26 luglio riprendono le Interviste senza Paracadute: face to face di Gianluigi Nuzzi con esponenti di mondi riformati come quelli della politica con Renato Brunetta, del giornalismo con Paolo Mieli, con l’innov-at(t)ore fresco di polemiche Paolo Ruffini, e l’imprenditore italico-giapponese Giacomo Valentini AD di Orobianco. 

Il terzo week end della rassegna ricomincia con la serata di giovedì 31 luglio. Pierluigi Pardo modererà il tema di “Generazione 40”, generazione incompiuta, in sospeso tra nuovo e vecchio corso, con tre innovatori doc come Gianmarco Chiocci direttore de Il Tempo, il giornalista Andrea Scanzi e Gianluigi Nuzzi. 

Venerdì 1 agosto, l’effigie di Renzi grande innovatore, tra proseliti e iconoclasti, è al centro del dibattito tra Maurizio Belpietro e il giornalista Marco Damilano, oltre a un rappresentante del Governo Renzi. A moderare la serata la giornalista politica Maria Latella. 

La legalità come grimaldello del cambiamento. Tracceranno le linee di un moderno senso di cittadinanza, sabato 2 agosto il presidente del Senato Pietro Grasso e il magistrato Nicola Gratteri, insieme a Gianluigi Nuzzi. 

La rassegna si chiude domenica 3 agosto con una serata sulle sfide della competitività per l’impresa. Una delle costanti che le aziende devono affrontare nel business moderno è il cambiamento: a parlarne Lisa Ferrarini vicepresidente di Confindustria, Luisa Todini presidente di Poste Italiane, Giampiero Lotito CEO di Facility Live, Roberto Napoletano direttore del Gruppo Sole 24 Ore, insieme a un ministro del governo Renzi. Angelo Perrino Direttore di Affaritaliani.it modererà la serata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
casaleggiototiponza d'autore 2014



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*
Green Pass, uno strumento di discriminazione e di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La CGIL è la stampella dei padroni
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.