A- A+
Roma

La Giunta regionale ha relazionato alla commissione Bilancio e alla commissione Affari costituzionali e statutari le intenzioni di riordino delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale pubblica (Ater), degli enti parco, dei consorzi di bonifica e di sviluppo industriale.
Come dalla prima spending review regionale (legge 4/2013), è stato previsto per l'Ater l'accorpamento delle sette aziende attuali in un unico soggetto con direzione generale a Roma e cinque uffici territoriali corrispondenti ai capoluoghi di provincia e una riduzione dei membri dei consigli d’amministrazione da 49 (attualmente le Ater sono commissariate) a 5. Saranno altresì ridutti il numero dei revisori dei conti da 21 a tre effettivi e da 14 a un solo supplente; azzerati i 42 comitati tecnici per un risparmio stimato non inferiore ai due milioni di euro annui.
Per quanto riguarda i Consorzi di bonifica, passeranno da 10 a 2, uno per il Lazio Nord e uno per il Lazio Sud, svolgendone le funzioni, i compiti e succedendone in tutti i rapporti giuridici attivi; i componenti dei consigli di amministrazione passerebbero così dagli attuali 110 a 22; i membri del comitato esecutivo da 30 a sei; dei 20 revisori dei conti attuali ne resterebbero soltanto due. Il risparmio stimato non inferiore a un milione di euro l’anno, derivante dalla soppressione di 130 poltrone.
340 mila euro saranno inoltre risparmiati dalla soppressione dell’Agenzia regionale dei parchi, mentre 530 saranno risparmiati con la modifica del sistema degli enti parco che dovrà mirare a una riduzione dei componenti dei consigli direttivi che passerebbero da 91 a 39, e dei componenti dei collegi dei revisori dei conti che passerebbero da 39 a 13.
Nella relazione della Giunta ipotizza tre Consorzi per lo sviluppo industriale, anziché gli attuali cinque; i componenti dei consigli d’amministrazione dovrebbero passare da 35 a 9 o 15 al massimo; i componenti dei collegi sindacali da 25 a 15; il risparmio atteso è pari a 500 mila euro l’anno.
Venerdì 27 febbraio 2015, le commissioni presenteranno le loro osservazioni alle relazioni della Giunta.

"Continua il festival degli annunci del Presidente Zingaretti - commenta il Capogruppo di Forza Italia in Regione, Antonello Aurigemma - Oggi si parla di 361 tagli, anche se vorremmo precisare che in commissione c’è stata soltanto una relazione sulla risistemazione di alcuni enti (tra questi i parchi, Ater e i consorzi). Vorremmo evitare che si ripeta quanto avvenuto con i famosi accorpamenti di Astral, Aremol e Cotral Patrimonio, che sono stati discussi ma, dopo quasi un anno e mezzo, non si hanno notizie sullo stato dell’arte".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
regione laziospending reviewpoltrone



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il gelato d' autunno a Longarone: il Made in Italy riparte in dolcezza
CasaebottegaJalisse
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.