I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Fisco e Dintorni
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali

Il congresso nazionale dell'Unione Nazionale delle Camere Civili è stata l'occasione per gli avvocati di discutere della prossima riforma del processo civile e diritti fondamentali.

 

Si sono svolti a Rimini, tra il Teatro Galli ed il Palacongressi, i lavori del VIII Congresso Camere Civili. Sì è parlato di: processo di primo grado ed ufficio del processo, A.D.R., forma e formalismo, impugnazioni, Tribunale per le persone per i minorenni e per le famiglie, il processo di esecuzione. Nelle tre giornate di studio ha avuto, inoltre, ampio spazio il tema dell’accesso alla Giustizia, nelle diverse modalità al fine di ottenere un processo efficiente e garantire a tutti i cittadini il “giusto processo”. Le materie di studio trattate, in parte, sono oggetto di riforma con Legge delega e rientrano nel contesto del pacchetto di misure e riforme che l’Europa chiede per ottenere dei parametri di maggiore celerità dei processi ed andare incontro agli standard europei, oltre che per usufruire dei fondi del Pnrr.

Al Congresso e agli incontri di studio erano presenti quasi tutte le associazioni locali delle camere civili italiane, tra le quali anche un’attiva delegazione della Camera Civile Salentina con gli avvocati Salvatore Donadei, presidente in carica, Donato De Giorgi, Carlo Mormando, Matteo Sances e Fabrizio Mangia, i quali al termine dei lavori hanno esternato grande soddisfazione per la qualità delle tematiche affrontate e hanno auspicato che la giustizia possa essere riformata sempre nel supremo interesse del cittadino, la cui tutela deve rimanere il fine primario di ogni attività di giustizia. L’avvocatura italiana è aperta alle riforme, ma anche consapevole del fatto che la tutela dei diritti fondamentali passa necessariamente attraverso la propria meritoria opera. Senza avvocati non vi può essere Giustizia e sopratutto un “giusto processo”.

A tal fine, ai delegati salentini della Camera Civile piace ricordare le parole del Presidente De Notaristefani: “esistono diritti fondamentali (una volta forse si sarebbe detto: naturali) che sono sottratti al mutevole gioco delle maggioranze parlamentari, ed al cui rispetto è tenuto persino il Legislatore.”

Durante il congresso si è posto in evidenza il ruolo di tutta l’avvocatura chiamata a garantire le tutele dei diritti, anche in presenza di un legislatore che, a volte, dimentica che le riforme devono mirare a migliorare la tutela dei diritti fondamentali e la capacità di preservare un corretto rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione, piuttosto che puntare esclusivamente a migliorare le statistiche di produttività degli uffici, come sembra stia avvenendo nell’ultimi tempi. È necessario applicare correttamente il diritto sostanziale, senza che questo venga limitato e contenuto da eccessivi formalismi processuali o, ancor peggio, da mera burocrazia. La tutela della Stato di diritto passa proprio dalla capacità di saper tutelare ogni diritto di ciascun singolo cittadino e non attraverso una formale esibizione statistica di numeri di produttività degli uffici. 

Le recenti riforme e quelle che il Governo è chiamato a completare sulla base della Legge delega dovrebbero operare affinché una maggiore efficienza non si traduca in un sacrificio dell’equità e in un diniego di giustizia. Il processo civile, che è il luogo in cui si tutela la dignità e l’indipendenza delle persone, deve avere una durata ragionevole. Una giustizia efficiente richiede più investimenti e più magistrati, e non meno tutele, altrimenti sarà giustizia sommaria.

Camera Civile Salentina, facente parte dell’UNCC, intende continuare l’opera sul territorio per tutelare l’indipendenza dell’Avvocatura, consapevole che questa costituisce un presidio irrinunciabile per lo Stato di diritto, e senza la quale non c’è giustizia.

Sarà necessario un costante dialogo tra le varie associazioni territoriali e con l’Ordine professionale, per garantire una costante riqualificazione, anche attraverso le specializzazioni che dovranno essere in grado di portare nuove opportunità di lavoro soprattutto per i più giovani avvocati. È giusto quindi trovare un equilibrio ragionevole per garantire la qualità della formazione e la diffusione sul territorio per valorizzare l’avvocatura e si possa riscoprire la funzione sociale dell’avvocato, in verità mia venuta meno, ma forse, in qualche occasione, percepita in modo errato dalla Politica e dalla  Magistratura. Camera Civile Salentina, afferma il Presidente Donadei, “è impegnata da anni ad approfondire le problematiche dell’avvocatura ed è presente sul territorio; è attiva nell’ambito della formazione professionale, vigile sul corretto andamento del sistema giustizia ed è sempre disponibile a confrontarsi sulle problematiche nell’interesse dei diritti fondamentali. In sostanza si a processi più efficienti, no a catene di montaggio che non garantiscono l’equità del giudicato”.

Al termine delle giornate di studio è stata approvata all’unanimità la mozione proposta sulle tematiche trattate; è stato confermato Presidente dell’UNCC Antonio De Notaristefani, confermata, in gran parte, anche la Giunta esecutiva, con qualche nuovo ingresso.

Commenti
    Tags:
    #riformaprocessocivile #matteosances #unionenazionaledellecamerecivili #cameracivilesalentina #avvdonadei





    in evidenza
    Atletica: Tamberi-Battocletti, doppio oro. Gimbo-show con Mattarella

    Spettacolo agli Europei di Roma

    Atletica: Tamberi-Battocletti, doppio oro. Gimbo-show con Mattarella

    
    in vetrina
    Carrà, in vendita la villa all'Argentario Prezzo (quasi) accessibile. FOTO

    Carrà, in vendita la villa all'Argentario
    Prezzo (quasi) accessibile. FOTO


    motori
    “Citroën Drive Castiglione Electric” la mobilità elettrica arriva in Toscana

    “Citroën Drive Castiglione Electric” la mobilità elettrica arriva in Toscana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.