Pillole d'Europa

di Cinzia Boschiero

I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Pillole d'Europa
BERLIN SCIENCE WEEK, CITTADINI E FUTURO EUROPEO, FILM4ENERGY CHALLENGE
Berlin Science Week - esperti e organizzatori europei e internazionali
PER STARE MEGLIO COME CITTADINI  EUROPEI  E  CONOSCERE DIRITTI E TUTTE LE OPPORTUNITA' UTILI - In questa rubrica notizie flash sulle normative europee e internazionali, notizie internazionali ed europee utili e pratiche per la vita di tutti i giorni. E’ attivo  un servizio di “A domanda, risposta” su bandi, agevolazioni, finanziamenti europei , borse di studio e di ricerca nazionali, regionali e locali per i lettori di Affaritaliani. Per richieste di informazioni scrivete a cinziaboschiero@gmail.com – oppure alla  e-mail: dialogoconleuropa@gmail.com
 
Domanda: ci sono, malgrado il periodo di covid-19, iniziative aperte ai cittadini per avvicinarli alla scienza in un periodo così difficile? Barbara Musci
Risposta: sì, ha riscosso molto successo ad esempio la Berlin Science Week, svoltasi
di recente (1-10 novembre) sia on line che in presenza.  “La nostra scienza ha bisogno
di più diversità, di maggiori possibilità di eccellenza per tutti noi” ha detto Jutta
Allmendinger, Presidente del WZB Berlin Social Science Center, Unità Studi sociali e
umanistici, Berlin Research50. “Le prove scientifiche sono vitali per affrontare le
importanti sfide che l'umanità deve affrontare oggi, dal dare un senso all'impatto sociale
del Covid-19 alla prevenzione del catastrofico cambiamento climatico. Su questi argomenti
e su molti altri, il meccanismo di consulenza scientifica lavora al fianco dei team dei
commissari europei, in modo che il loro processo decisionale si basi sulle migliori prove
disponibili” ha ribadito Toby Wardman, Head of Communication, Science Advice for Policy by
European Academies (SAPEA). Berlino è sicuramente un fulcro europeo e internazionale per la
scienza.  “Berlin TXL si concentra su tecnologie urbane innovative, che creano le basi per
uno sviluppo urbano sostenibile e rispettoso delle risorse. Nei prossimi anni fisseremo
standard ambiziosi in materia di sostenibilità e digitalizzazione, implementando una nuova
pianificazione nell'Urban Tech Republic e nel quartiere Schumacher. Ben 140 elementi innovativi
sono già stati incorporati nei piani e con ogni nuovo istituto di ricerca, università e azienda
che si uniranno al campus in costruzione, il numero continuerà a crescere. Siamo felici di
mostrare l'importanza delle nuove tecnologie urbane per Berlino e per tutte le altre città
del mondo come parte della Berlin Science Week” ha detto Gudrun Sack, amministratore delegato
Berlino TXL. Si tratta di un innovativo megaprogetto ecosostenibile urbano che coniuga scienza,
tecnologia, edifici e mobilità smart, soluzioni green, università, start up e centri di ricerca;
un esempio eccelso di come potranno evolvere le nostre metropoli europee. La Berlin Science
week ha incluso oltre 200 eventi digitali e in loco con 500 relatori da tutto il mondo.
Il campus della Berlin Science Week al Museum für Naturkunde Berlin ha ospitato interessanti
eventi ibridi e mostre in loco il 5 e 6 novembre (sito: berlinscienceweek.com/programme).
L'importanza internazionale di Berlino come luogo per la scienza e la ricerca ha continuato a
crescere. Lo sottolinea l'inaugurazione del "WHO Hub for Pandemic and Epidemic Intelligence"
presso il campus Charité, così come l'OX/BER Research Partnership o la recente istituzione del
Endangered Languages ​​Documentation Program (ELDP) presso l'Accademia delle scienze del
Brandeburgo di Berlino. Lo ha sottolineato anche il Sindaco in carica di Berlino e senatore
per la scienza e la ricerca, Michael Müller. Jürgen Mlynek, coordinatore della Berlin Science
Week ha evidenziato come la missione della Berlin Science Week sia quella di rendere la scienza
tangibile per tutti a livello europeo ed internazionale. Dal 2016, la Berlin Science Week
si è affermata come un'importante piattaforma internazionale per le organizzazioni scientifiche
tedesche e straniere per presentare le loro ricerche a Berlino. Questioni importanti sul
cambiamento climatico, il futuro del lavoro o la diversità nella scienza sono al centro e
vengono discusse all'interno e con il pubblico. Il programma del Festival include una serie
di format come conferenze, workshop, science slam, mostre, spettacoli e livestream, disponibili
per tutti. La Berlin Science Week è organizzata con il supporto della Cancelleria del Senato
– Scienza e ricerca e Berlin Partner for Business and Technology. Il festival è coordinato
dalla Fondazione Falling Walls onlus che ha dato rilievo a diverse start up. L’ Urban Tech
Republic ha fornito approfondimenti sul futuro dell'ex aeroporto di Tegel e sul suo sviluppo
nel prossimo polo industriale e di ricerca della capitale. Il nuovo presidente del Consiglio
europeo della ricerca, Maria Leptinha scambiato  opinioni con i rappresentanti dell'Alleanza
universitaria di Berlino sull'impatto trasformativo della scienza nel presente e futuro
dell’Unione europea.
 
Domanda: si parla di Europa, ma noi cittadini siamo mai coinvolti direttamente? Enrico Modecco
Risposta: l’Europa siamo noi, siamo noi che eleggiamo gli eurodeputati del Parlamento europeo, siamo noi che eleggiamo i nostri ministri  e il nostro presidente del consiglio e tutti i governanti dei 27 Stati dell’Unione europea e i ministri si incontrano periodicamente al Consiglio europeo; siamo noi che abbiamo giovani e meno giovani che partecipano ai bandi europei e lavorano negli uffici della Commissione europea, organo esecutivo. Inoltre periodicamente vengono lanciate on line delle consultazioni pubbliche europee su vari temi a cui tutti noi possiamo partecipare. Tutti i cittadini europei poi possono avere voce in capitolo riguardo la maniera di definire il nostro futuro comune in Europa esprimendosi sulla piattaforma digitale multilingue, che ad oggi ha raccolto oltre 8.600 idee da oltre 31mila partecipanti con l’iniziativa intitolata Conferenza sul futuro dell’Europa (futureu.europa.eu). Ognuno di noi come  cittadino europeo un ruolo centrale nel definire il futuro che auspica per l’Unione Europea e può scrivere e  presentare le proprie idee e discuterle con responsabili politici di tutta l’Unione europea grazie a questa innovativa piattaforma on line. Già il 23 ottobre scorso 80 rappresentanti dei panel europei di cittadini, di cui almeno un terzo giovani di meno di 25 anni, hanno partecipato ad una seduta plenaria nel corso della quale hanno presentato i risultati delle discussioni tenutesi finora e ne hanno dibattuto con gli altri partecipanti, tra cui responsabili politici nazionali, deputati e commissari europei. 200 cittadini europei selezionati in maniera casuale, espressione di componenti diverse della società e provenienti da tutti i paesi dell’Unione, si sono riuniti virtualmente per la seconda volta il 5 e 7 novembre. Insomma l’Unione europea è partecipazione reale e lo sta dimostrando.
Domanda: insegno in una scuola media, i miei allievi amano molto fare dei video,  c’è qualche bando europeo per noi che può cortesemente segnalarci ? Clara Fusco
Risposta: le segnalo Film4Energy Challenge, il nuovo concorso europeo che sfida gli studenti fra i 12 e i 15 anni di età a creare dei cortometraggi sull'importanza del risparmio energetico. Per partecipare gli studenti, aiutati dai loro insegnanti, devono creare un video della durata massima di 1 minuto in cui raccontano come possono risparmiare energia nella loro vita quotidiana al fine di di convincere le persone della loro comunità dei vantaggi del risparmio energetico e dell’utilizzo di alternative efficienti dal punto di vista energetico per il riscaldamento, il raffreddamento, i trasporti e le altre attività quotidiane. L’intento del concorso è non solo di stimolare la creatività dei ragazzi ma anche di farli riflettere insieme e renderli più consapevoli dell'importanza del risparmio energetico nella lotta ai cambiamenti climatici. I video devono essere realizzati e prodotti da gruppi di studenti ma devono essere presentati da una scuola. Una scuola può avere anche più gruppi di studenti che lavorano ognuno sui propri progetti video ma potrà inviare un solo video. Il messaggio del video deve rivolgersi sia ai giovani sia ad altre fasce di età presenti nell’area locale della scuola ma in ogni caso il messaggio globale deve essere replicabile/trasferibile in tutti gli Stati membri dell’UE e facilmente comprensibile a tutti. Il termine ultimo per l’invio dei video è il 15 febbraio 2022 (per partecipare link - https://ec.europa.eu/energy/topics/energy-strategy/energy-youth/video-competition-on-energy-efficiency_en
 
Domanda: ma se ad oggi il 45 per cento della popolazione non accede a Internet e molti di coloro che vi accedono non sono in grado di usarlo in modo corretto perché manca la formazione, e inoltre anche il digitale inquina ed è energivoro, non ci sono progetti innovativi europei per tali problemi ? Luca Fossati
Risposta: alla Berlin Science Week è stato presentato ad esempio Aircision che costruisce
sistemi ottici a spazio libero ad alta capacità che possono essere implementati rapidamente,
coprono lunghe distanze e sono altamente sicuri. E’ una startup con sede a Eindhoven
focalizzata sullo sviluppo di sistemi Free Space Optics come alternativa wireless per la
comunicazione di backhaul. Hanno in programma di consentire una migliore comunicazione e
portare un grande miglioramento nel mercato della comunicazione per ogni luogo del globo.
La Commissione europea dal canto suo ha destinato diversi fondi per le start up, per le
iniziative di alfabetizzazione digitale e per progetti etici di sviluppo delle applicazioni
digitali e di AI. Hypnetic è inoltre, ad esempio, una startup tecnologica innovativa, che ha
presentato i suoi risultati a Berlino e che ha la missione di fornire un nuovo sistema di
storage efficiente in termini di costi ed energia per un approvvigionamento energetico
sostenibile per le aziende. A questo scopo imballano modularmente lo stoccaggio pompato
in contenitori, invece dell'energia potenziale usano l'alta pressione. Con le loro innovazioni
riducono i costi e massimizzano l'efficienza e la durata del servizio.
Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    berlinocommissione europeaenergiaricercascienzastart up
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.