A- A+
Il Sociale

Mohamed El Meliani è finalmente un cittadino italiano. Il giuramento sulla Costituzione è avvenuto infatti martedì scorso dopo la bocciatura da parte del sindaco di Vignonovo perché il marocchino, operaio metalmeccanico da 21 anni in italia con moglie e due figlie, era risultato non in grado di parlare e leggere in italiano.

Ma Mohamed non ha mollato e a distanza di un mese si è ripresentato in Comune e ha stupito tutti: non solo aveva imparato a leggere e scrivere in italiano, ma aveva anche imparato a memoria la formula per ottenere la cittadinanza.

"Tante polemiche a livello locale ma anche nella comunità marocchina - ha raccontato il sindaco della Lega Nord, Zecchinato a La Nuova Venezia - un po' per la brutta figura, ma anche perché le figlie dell'uomo, che parlano perfettamente in italiano, avevano deriso il padre".

"In un nulla El Meliani, pressoché analfabeta - ha spiegato ancora Zecchinato -, si è messo sui libri di scuola. Ha imparato a parlare e a leggere l'italiano e oggi ha raggiunto il suo scopo, essere a tutti gli effetti uno di noi".

El Meliani, dopo le foto e le congratulazioni di rito, ha chiesto di poter festeggiare in Comune, accanto al sindaco leghista: "Sabato porterò una torta!", ha promesso il nuovo cittadino italiano.


 

 

 

Tags:
cittadinanzamohamed el melianidamiano zecchinatolega nordvigonovoimmigrati
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.