A- A+
Il Sociale
"Mosaicamente": artisti autistici reinterpretano Picasso

Mosaici artistici, oggettistica decorata a mosaico, bomboniere per battesimi e matrimoni: il repertorio dell’Officina dell’Arte di Pordenone è variegato. E con una marcia in più: è realizzato da adulti autistici, al lavoro insieme con operatori terapeutici e maestri mosaicisti nei locali che furono delle storiche Officine Savio. L’Officina dell’Arte, infatti, è la sede della Fondazione Bambini e autismo (associazione non profit con, a Pordenone la sua sede centrale) dove vengono portati avanti i programmi lavorativi e per l’autonomia per le persone con autismo adulte. E sono proprio le loro opere a essere le protagoniste di ‘Mosaicamente: omaggio a Picasso’, una mostra di mosaici nate dalle suggestioni dei capolavori del pittore spagnolo che, dopo avere fatto tappa in altre città italiane, approda nella cittadina emiliana. “È la dimostrazione ‘plastica’ di quali talenti le persone con autismo possono essere portatori se messi nelle giuste condizioni lavorative”, spiega Paola Mattioli, direttore della sede di Fidenza della fondazione.

L’inaugurazione della mostra – in calendario venerdì 10 ottobre alle 18 nella sala Mainardi del Palazzo dei Congressi; resterà allestita sino al 16 ottobre  – anticipa i temi del convegno del giorno successivo: il focus di ‘Autismo in età adulta: la sfida del lavoro e dell’indipendenza’ (sabato 11 ottobre, dalle ore 9) saranno proprio i cosiddetti ‘invisibili’, quelle persone che, compiuti i 18 anni, escono dai circuiti scolastici e sociali e, nella maggior parte dei casi, restano completamente a carico della famiglia: “Tutto quello che c’è per loro è a-specifico: le persone autistiche hanno caratteristiche molto particolari, che fanno fatica a integrarsi con le altre forme di disabilità – commenta Mattioli – Ma qualcosa si sta muovendo, e questo qualcosa dimostra come, se messi nelle condizioni adeguate, gli adulti autistici possano essere molto produttivi”. L’idea del convegno è mettere a confronto attori diversi per prendere il meglio da ognuno di loro e condividerlo. Così, oltre all’Ausl di Parma che farà il punto sulla presa in carico delle persone autistiche, ci sarà anche Ros Blackburn, una signora inglese con un autismo di grado medio che racconterà come è riuscita a vincere la sua sfida e a diventare portalettere: “Siamo felici che abbia accettato il nostro invito, perché di solito ai convegni intervengono solo persone con autismo non ad alto funzionamento”.

Tra gli altri relatori, nella Sala delle Cariatidi del Palazzo dei Congressi prenderanno la parola anche la cooperativa trentina La Ruota che dal settembre 2013 gestisce il ristorante ‘Dal Barba’ di Villa Lagarina grazie al lavoro di una trentina di giovani con autismo; la Fondazione Opera Santa Rita di Prato con il suo ristorante Opera22 nel quale chef, sommelier e camerieri sono tutti persone con autismo; la cooperativa ravennate san Vitale che ha dato vita a ‘Libridine’, libreria gestita da ragazzi con autismo. “Vogliamo affrontare le tematiche dell’autismo in età adulta partendo da esperienze concrete; dimostrare che le persone autistiche possono svolgere anche lavori non puerili, in grado di dare vita a vere e proprie opere d’arte. Si tratta di esperienze in cui si è fatto un grande salto culturale, superando l’ottica assistenzialistica: perché anche per le persone con autismo il lavoro rappresenta un diritto fondamentale”.

Tags:
autismopicasso
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid

Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.