A- A+
Il Sociale

 

Si chiama “caffè sospeso” ed è l’usanza di offrire l’espresso ad uno sconosciuto che non ha i soldi per pagarselo. Una consuetudine tutta napoletana ma che, in tempo di crisi, si sta diffondendo in tutto il mondo. In Spagna lo chiamano cafes pendientes, in Francia cafés en attente e persino in Cina ci hanno “copiato”. E non si “sospende” più solo il caffè ma anche la pizza, il keba.

Lo storia viene raccontata sul mensile Scarp de’ tenis. Nato all’indomani della seconda guerra mondiale, quando a Napoli si usava offrire un caffè al mondo per celebrare momenti felici, questo gesto di condivisione ha ripreso vigore con l’attuale recessione economica. Il procedimento è semplice. I caffè sospesi sono annotati su una lavagna dietro al bancone del bar. Sarà il barista, che nel quartiere conosce tutti, a decidere a chi destinarli.

kebab

 

La Giornata del caffè sospeso - A questa consuetudine solidale è stata dedicata una Giornata: il 10 dicembre. Ad istituirla, la Rete del caffè sospeso, costituita a Napoli, nel 2010, dalla Rete dei comuni solidali, dall’Associazione studi giuridici sull’immigrazione e da sette festival culturali. Sono una quarantina in tutta Italia i bar e i locali che hanno aderito e che invitano a donare un caffè.

L'usanza non solo si è diffusa in diverse parti del mondo ma non si è fermata solamente al caffè. In alcune città, come Napoli  e Torino, ci sono locali  che offrono la pizza o il kebab a chi non può permetterselo. Spesso non solo i clienti, ma anche i proprietari donano cibo ai meno fortunati.

Tags:
napolicinacrisicaffè
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.