A- A+
Sport
AGNELLI SCUDETTO

"Il bilancio segna ricavi record (284 milioni di euro, ndr) e ricongiunge questa Juventus alla sua storia. Vincere è complicato, rivincere ancora di più. Vogliamo trovare nuove forze e nuove idee per offrire al calcio italiano il contributo di cui continua ad avere urgente necessità". Andrea Agnelli, nel suo discorso agli azionisti, fa il punto della situazione. Si parte dal bilancio (284 milioni di ricavi, 15,9 milioni di perdite) e si arriva all'obiettivo del terzo scudetto di fila: "Tutti sanno da tempo di avere un'occasione unica per entrare nei libri di storia bianconera, agguantando il terzo scudetto consecutivo, un'impresa di grande difficoltà. Perché vincere è sempre complicato e richiede l'impegno strenuo di ogni componente. Rivincere lo è ancora di più".

La Juventus non ha intenzione di rimettere in discussione la negoziazione collettiva dei diritti televisivi, ma bisogna perseguire ''con maggiore fermezza un percorso di crescita del valore complessiva dei diritti tv''. Secondo Agnelli accanto a questo le societa' che devono perseguire la strada dell'efficienza, piu' attenta al prodotto calcio, devono ridurne il peso relativo rispetto agli altri ricavi commerciali: ''si puo' e si deve fare''. E a questo proposito ha ricordato l'accordo annunciato con il nuovo sponsor tecnico Adidas, in vigore dal 2015, che dimostra come via sia ancora un margine di crescita ''rilevante''.

Poi lancia un sasso nello stagno: "La serie A e tutto il calcio italiano devono tornare ad essere una controparte credibile ed affidabile per tutti, dai policy makers ai tifosi, dal mondo delle aziende al mondo per noi tutti ormai determinante dei broadcasters televisivi". Agnelli ha osservato che "la Lega di serie A deve avere il coraggio di prendere in mano i propri destini, deve trovare una nuova capacita' di dialogo con le istituzioni sportive e con i policy makers, deve affrontare i problemi con maggiore serenita' e volonta' di creare in se' ed intorno a se' un consenso, senza il quale continueremo ad avere stadi decrepiti e mezzi vuoti, componenti della medesima Federazione che perseguono obiettivi particolari e non sistemici, tutele inadeguate dei nostri marchi di fronte agli abusi e alla contraffazione, leggi cervellotiche che si propongono di limitare la violenza, ma ottengono solamente di limitare l'accesso ai tifosi e agli appassionati". Per Agnelli dunque "dobbiamo tutti invertire in maniera drastica una tendenza, che segna un progressivo e definitivo allontanamento del pubblico da quella che rimane la principale passione collettiva nazionale".

Exor non e' alla ricerca di un partner estero per la Juventus. ''Smentisco che Exor sia alla ricerca di partner esteri - ha detto Agnelli - Qualsiasi ipotesi che abbiate letto e' destituita di ogni fondamento''.

ADIDAS CONTRATTO DI 190 MILIONI CON LA JUVE - La Juventus, dalla stagione 2015-16, si leghera' all'Adidas: sei anni di contratto che porteranno circa 190 milioni di euro nelle casse bianconere. La societa' torinese, attraverso una nota, "comunica di aver perfezionato un accordo con adidas International Marketing B.V. (in seguito 'adidas') per la sponsorizzazione tecnica a partire dalla stagione sportiva 2015/2016. Adidas diventera' sponsor tecnico di tutte le squadre Juventus a fronte di un corrispettivo fisso complessivo per i sei anni di durata del rapporto pari a 139,5 milioni di euro. Tale importo non include le forniture annuali di materiale tecnico e i premi variabili legati ai risultati sportivi di Juventus.

Panini Calciatori 2012 2013   CAMPIONI D'ITALIA   Juventus

Adidas gestira' inoltre le attivita' di licensing e di merchandising di Juventus a fronte di un corrispettivo fisso di 6 milioni di euro all'anno. Juventus beneficera' anche di royalties addizionali al superamento di determinati volumi di vendita". Fino al 30 giugno 2015, e quindi per tutta la stagione in corso e per la prossima (2014/2015), la Juventus proseguira' la collaborazione con Nike quale sponsor tecnico e licenziatario.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
adidassponsorjuventus
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.