A- A+
Sport
alonso modificato 18

HAMILTON DOMINA IL GP D'UNGHERIA, ALONSO E' QUINTO  - Il britannico Lewis Hamilton su Mercedes, ha vinto il Gran premio d'Ungheria, sul circuito di Budapest, decima prova del mondiale di Formula Uno. Secondo posto per il finlandese Kimi Raikkonen, su Lotus-Renault, e terza piazza per il tedesco Sebastian Vettel, su Red Bull-Renault, che allunga di qualche punto al vertice della classifica piloti su Fernando Alonso, giunto quinto su Ferrari. L'altro ferrarista, Felipe Massa, ha chiuso all'ottavo posto. Per Hamilton e' il primo successo stagionale, il ventiduesimo in carriera, mentre per la scuderia Mercedes e' il terzo successo in questa stagione. Con il successo, Hamilton arriva a quota quattro vittorie sulla pista dell'Hungaroring, eguagliando il record di Michael Schumacher. Per la scuderia Mercedes e' invece la 99^ vittoria nella sua storia sui circuiti della Formula Uno. Un'altra notazione riguarda Kimi Raikkonen: e' la quinta volta che arriva secondo nel Gp d'Ungheria, e per quattro volte e' stato proprio Hamilton a precederlo sul gradino piu' alto del podio. Sembra quasi uno scherzo, ma e' la realta': in Ungheria il britannico e' la bestia nera del finlandese. Un Hamilton comunque in grande forma e che ha vinto con ampio margine su una pista con temperature elevate e dove e' partito dalla pole senza mai mollarla. Quanto a Raikkonen, nel finale ha dovuto difendersi a denti stretti dai ripetuti assalti di Vettel che pure a un certo punto, nella terza parte della gara, sembrava in difficolta' e quasi a rischio di sorpasso dal compagno di scuderia Mark Webber che poi ha chiuso al quarto posto. Bello anche il duello tra Alonso e Grosjean per la quinta piazza, con il francese della Lotus-Renault che forse si e' giocato il quinto posto a causa di un irregolarita' che gli e' costata una penalita' di 10 secondi. Adesso nella classifica piloti il vantaggio di Vettel su Alonso e' salito a 39 punti, cinque in piu' rispetto alla vigilia della gara in Ungheria.

ALONSO, "E' UN MOMENTO DIFFICILE PER NOI" - "E' un momento difficile per noi. Avevamo dubbi sul nostro 'passo gara' al termine delle prove di sabato e questi, purtroppo, sono stati confermati. La quinta posizione nella griglia di partenza e' stata un miracolo. Anche in questa corsa abbiamo fatto discretamente, considerando che c'erano quattro team piu' veloci di noi". Cosi', ai microfoni di Sky, al termine del Gp di Ungheria, lo spagnolo Fernando Alonso, che, con la sua Ferrari, ha chiuso la decima prova del Mondiale di Formula 1, al quinto posto. "Obiettivi Ferrari? Lotteremo sino al termine del Mondiale: mancano ancora tante gare alla conclusione e ci sono tanti punti in palio. Sono gia' quattro anni che abbiamo la macchina piu' lenta rispetto ai migliori. Dobbiamo recuperare il gap che ci separa dai piu' veloci. Lavorero' tanto, assieme a tutto il team, per migliorare la nostra vettura. Per recuperare terreno in classifica generale dobbiamo provare a vincere tre o quattro gare di fila", ha concluso lo spagnolo della scuderia di Maranello.

DOMENICALI, "NON ANDATI BENE,DOBBIAMO CAPIRE UN PO' DI COSE" - "Non siamo andati bene: non siamo riusciti a essere veloci. Dobbiamo capire un po' di cose: e' andata male sia con le gomme medie che con le morbide. Si chiude un brutto week-end. L'importante, adesso, e' non seguire l'emozione negativa di questi giorni giorni. Dobbiamo lavorare duramente: serve molta concentrazione e testa alta". Cosi', ai microfoni di Sky, al termine del Gp di Ungheria di Formula 1, il direttore della gestione sportiva della Ferrari, Stefano Domenicali.

BRAWN (TEAM PRINCIPAL MERCEDES), "GRANDE VITTORIA HAMILTON" - "E' stata una bella vittoria, a coronamento di un ottimo week-end, condito dalle grandi prestazioni di Lewis Hamilton e di tutto il team. Speriamo di proseguire il Mondiale con risultati simili. Se penso come eravamo 'messi' fino a qualche settimana fa oggi posso dire di essere veramente soddisfatto. Siamo riusciti ad adattare bene la macchina alle nuove gomme in poco tempo". Cosi', ai microfoni di Sky, al del Gp di Ungheria di Formula 1, il britannico Ross Brawn, team principal della Mercedes, che ha conquistato il gradino piu' alto del podio grazie al successo di Lewis Hamilton.

HAMILTON, "UNA DELLE MIE VITTORIE PIU' IMPORTANTI" - "E' una sensazione veramente incredibile, e' una delle vittorie piu' importanti della mia carriera". Lewis Hamilton e' raggiante dopo la vittoria nel Gran Premio d'Ungheria, la prima in questo 2013 e soprattutto la prima in Mercedes. "Ringrazio tutte le persone che mi hanno supportato, la squadra ha fatto un lavoro incredibile", prosegue il pilota dal podio di Budapest. "Arrivare in una squadra nuova come la Mercedes e vincere e' qualcosa di veramente bello, spero che arrivino altre vittorie. Abbiamo studiato molto la corsa di oggi, non sapevamo quello che ci aspettava, negli ultimi 20 giri ho gestito le gomme, non mi aspettavo questo risultato", ha detto ancora il britannico. Una vittoria fortemente voluta quella di Hamilton, protagonista di alcuni splendidi sorpassi. "Oggi ho spinto al massimo, dovevo superarli - racconta - Spesso resto intrappolato nel traffico, oggi non volevo rimanere indietro e ho spinto fino alla fine". E in chiave Mondiale, adesso niente e' proibito. "Andiamo avanti ma se le gomme hanno funzionato qua, funzioneranno anche sulle altre piste", la 'minaccia' di Hamilton.

ROSBERG ACCUSA, "MASSA MI HA BUTTATO FUORI" - "E' stato un weekend duro. In qualifica non e' stato ottimo, il primo giro neppure. Felipe mi ha battuto fuori, ho rivisto le immagini ed e' al 100% colpa sua, mi ha beccato con l'alettone davanti e li' la nostra gara e' finita". Polemico, ai microfoni di Rai Sport, Nico Rosberg commenta il contatto avvenuto a inizio gara, all'Hungaroring, con il ferrarista Massa. Entrambi sono rimasti in corsa, Massa ha chiuso all'ottavo posto, mentre il tedesco ha dovuto abbandonare a pochi giri dalla fine, mentre era nono, per problemi alla sua Mercedes. "E' pero' bello vedere la nostra macchina come va forte - sottolinea Rosberg parlando della vittoria del compagno di scuderia, Lewis Hamilton - Non vedo l'ora che arrivi la prossima gara".

VETTEL, "NON E' STATA LA MIGLIOR GARA,HO FATTO IL POSSIBILE" - "Non e' stata la corsa migliore. Ho avuto difficolta' in partenza, poi quando e' rientrato Lewis pensavo di tenere con le gomme di piu' ma non e' stato cosi'". Sebastian Vettel, piuttosto deluso, parla cosi' del terzo posto conquistato all'Hungaroring alle spalle di Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen. "Ho cercato di riprendere Kimi, ma lui era molto veloce nelle ultime due curve, e io ho fatto il possibile - aggiunge il campione del mondo della Red Bull, che mantiene comunque la leadership in classifica generale - Volevo superarlo, ma ho quasi perso il controllo della macchina".

alonso vettel modificato 4

CLAMOROSO, ENTOURAGE DI ALONSO INCONTRA LA RED BULL -  L'indiscrezione della Bild ha del clamoroso: secondo i tedeschi, l'entourage di Fernando Alonso ha incontrato i vertici della Red Bull per un possibile ingaggio. Nel paddock dell'Hungaroring, il manager dell'asturiano, Luis Garcia, ha avuto un colloquio con il team principal della squadra anglo-austriaca, Chris Horner. Al rumor viene corredata una foto dei due assieme. Con Sebastian Vettel che ha appena rinnovato sino alla fine della stagione 2015 e con Alonso legato da un accordo con la Ferrari a tutto il 2016, quali gli scenari? Un clamoroso doppio divorzio con i due piloti che si scambieranno monoposto? Certo, Fernando non può sorridere per queste stagioni in cui ha visto Vettel vincergli Mondiali allo sprint, forte di una Red Bull più continua della sua monoposto nell'arco di una stagione. Non è un segreto che il tre volte campione del mondo tedesco ha semrpe subito il fascino della Rossa e accarezzato l'idea di raccogliere trionfi alla guida del Cavallino sulle orme del suo idolo Michael Schumacher. Ed è pure vero che risulta difficile pensare a una convinenza tra Vettel e Alonso nello stesso team...

VETTEL A FERNANDO: "NON TI DO' LA MIA RED BULL" - "Non voglio dare la mia macchina ad Alonso. E non è un complimento alla Ferrari, che sta lavorando duro. Se fossi io a decidere non gli darei mai la mia macchina. Mi piace e la vorrei tenere".

Tags:
alonsovettelhamiltonmercedesferrarired bullgp budapest

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.