A- A+
Sport
GATTUSO KAKARinghio e Ricky, cuori rossoneri
Guarda la gallery

GATTUSO E IL MILAN Allenare il Sion? "E' stata un'esperienza formativa. Rino ha imparato tanto, è destinato a diventare un grandissimo allenatore". Parola di Andrea D'Amico, procuratore di Gattuso. Nel corso di un'intervista a tuttomercatoweb. Prove per il Milan che verrà? "Penso che prima o poi lui e i colori rossoneri si ricongiungeranno".

LITE ROBINHO-ALLEGRI - Secondo quanto riporta Repubblica, durante l'allenamento della squadra rossonera "è andata in scena una furibonda lite tra Allegri e Robinho, sotto gli occhi di un centinaio di esterrefatti ospiti, che erano in visita a Milanello. L'allenatore ha ripreso l'attaccante brasiliano, che gli ha risposto con durezza: sono volate parole grosse e lo scontro è stato sedato a fatica".

GALLIANI: "NON PARLIAMO DI MERCATO FINO A LUNEDI'" -Rapporto con il Real Madrid? Non c'è nessuna trattativa e fino a lunedì prossimo non si penserà al mercato ma speriamo di vincere a Siena. Domenica sapremo il nostro destino, siamo concentratissimi sulla partita. Allegri? Fino a domenica sera non parleremo di mercato e allenatori”, ha detto l'amministratore delegato rossonero ai microfoni di Sky.

Ricomincia il tormentone Kakà - Da Madrid giungono segnali sulla volontà del brasiliano di tornare a vestire la maglia rossonera (Carlo Ancelotti permettendo...). Dopo queste stagioni in cui non è mai riuscito a sfondare con i blancos, Ricky spera di rilanciarsi nella squadra che l'ha reso grande. A quasi 31 anni si sente in grado di poter recitare una parte importante della sua carriera: i guai fisici sono sistemati, le motivazioni altissime. Soprattutto alla vigilia di un Mondiale in Brasile in cui non ha alcuna certezza di essere convocato (a questo ultimo giro è stato lasciato fuori dalla nazionale). Ecco perché è pronto anche a una riduzione di ingaggio (o meglio: spalmare su un pluriennale) pur di tornare a Milano dopo averci provato già lo scorso agosto e, soprattutto, a gennaio. Problemi di fiscalità e di cartellino bocciarono il progetto, ma questa può essere l'estate giusta. Adriano Galliani ha intenzione di sondare l'umore di Florentino Perez su questo tema e anche legato ad altri possibili saldi madrileni: dal portiere Diego Lopez (con l'addio di Mourinho tornerà Casillas titolare) al pregiatissimo esterno d'attacco Angel Di Maria (cessione possibile, ma il prezzo non è a buon mercato) sino al portoghese Pepe e al deluso croato Modric (che darebbe qualità al centrocampo milanista: alternative: Cin crestia Ciccio Lodi richiesto al Catania e in esame Gökhan Inler del Napoli). In porta continua a piacere tantissimo anche Marchetti, anche se la Lazio non fa sconti. Le voci di una offertona da 13 milioni per l'estremo difensore dei biancocelesti però non trovano alcuna conferma...

Attenzione poi agli affari con il Torino Urbano Cairo alcuni giocatori: da Antonio Nocerino (che sogna però Napoli in caso di addio) al difensore polacco Bartosz Salamon sino al giovane portiere brasiliano Gabriel. Senza dimenticare la comproprietà di Comi (discreta stagione di svezzamento a Reggio Calabria) e i gioielli che piacciono al Milan: Angelo Ogbonna (Tuttosport parla intanto di offerta-Juve, ma cederlo ai bianconeri non sarebbe cosa gradita al tifo granata) e Alessio Cerci (in comproprietà con la Fiorentina).

el shaarawy modificato 10

EL SHAARAWY, "ALLEGRI UN GRANDE,SPERO IN CONFERMA GRUPPO" -  "Siamo un bel gruppo, guidato da un grande allenatore e spero proprio di ritrovarci qui l'anno prossimo, tutti insieme". Stephan El Shaarawy, ancora una volta, spende parole importanti per Massimiliano Allegri auspicando la sua conferma alla guida del Milan. L'attaccante, in un'intervista rilasciata al canale tematico rossonero, parla della prossima gara con il Siena, ma anche di se stesso e di un gruppo che lui confermerebbe in blocco in vista della prossima stagione. "Domenica sera avevamo il primo match ball per il terzo posto ma sapevamo che la Roma poteva metterci in difficolta' - ha spiegato il nazionale azzurro parlando della lotta per i preliminari di Champions League - Adesso dobbiamo pensare alla partita con il Siena per centrare il terzo posto che sarebbe un grande risultato se consideriamo come e' nata la nostra stagione. Ci vorra' grande attenzione e arriveremo alla partita curando ogni minimo dettaglio. Nonostante il Siena sia gia' retrocesso sara' una partita difficile perche' chiunque gioca contro di noi vuole fare bene". Infine il "Faraone" parla della sua annata: "Sarebbe bello chiudere il campionato con un gol perche' coronerebbe una grande stagione. Nel girone d'andata ne sono arrivati tanti, ultimamente di meno, ma sono comunque arrivate le prestazioni e anche il mister mi ha detto di essere contento dell'aiuto che ho dato alla squadra".

capello modificato 1

"LA JUVE VINCERA' ANCORA, IN ITALIA NON TORNO" - "La Juventus vincera' anche l'anno prossimo, senza problemi, perche' e' la squadra piu' forte, che cerca di rinforzarsi. Non vedo altre squadre che possano cercare di scalzare la Juve dal tetto. Soprattutto perche' non ci sono i soldi per effettuare degli investimenti e comprare dei giocatori". E' il pensiero di Fabio Capello in una lunga intervista alla trasmissione "Super 8" su Rai Sport 1. "I giocatori italiani piu' importanti - aggiunge - sono cercati dalle altre squadre, dalle altre nazioni, e quindi tutti si indeboliscono mentre l'unica che si sta rinforzando e' la Juventus".

"La squadra che penso possa fare di piu' e' la Roma - prosegue Capello - Perche' ha una buonissima squadra, un buon potenziale, e' una squadra giovane, una realta' che dopo 2 anni con un po' di confusione nell'aspetto tecnico, quest'anno dovrebbe prendere una decisione importante e prendere un tecnico che la possa guidare dall'inizio alla fine". "Quale allenatore sceglierei per la Roma? Sono amico di Franco Baldini, lascio a lui questo compito", spiega il ct della Russia. Dispiaciuto per l'esonero di Roberto Mancini dal Manchester City ("Non me l'aspettavo, ma li' credo che ci sia stata una faida interna"), Capello parla della sua esperienza in Russia ed esclude un ritorno in Italia. "Ci sono cose di cui non mi aspettavo. Parto da quelle piu' negative. Pensavo di vedere stadi pieni e invece non c'e' molta gente che va allo stadio. E questo mi ha un po' sorpreso, vista la passione con cui era stata seguita la nazionale agli Europei di Ucraina e Polonia. Lo stadio che e' sempre pieno e' quello dello Zenit e alcuni stadi a sud della Russia. Poi, non c'e' molta gente che parla inglese o spagnolo. Quindi la comunicazione viene sempre fatta con un interprete e sappiamo che la parola giusta la puo' usare solo chi la dice, se viene tradotta qualche volta non ha lo stesso senso o lo stesso valore".

CAPELLO: "SILVIO TIENITI MAX ALLEGRI"

Se fosse al posto di Silvio Berlusconi, Fabio Capello confermerebbe Massimiliano Allegri: "Assolutamente si'", dice il ct della Russia ed ex tecnico rossonero alla trasmissione "Super 8" su Rai Sport 1. "Ha rifondato il Milan e credo che il Milan con 2 giocatori giusti nel posto giusto, anche senza spendere molto, puo' fare un grande campionato", aggiunge. Capello, a proposito della situazione che si e' creata tra l'allenatore e il presidente, ammette che "non e' facile lavorare in queste situazioni, pero' leggo che la squadra e' con l'allenatore e questo e' molto importante. Quindi l'allenatore avendo altre richieste puo' lavorare molto tranquillamente. Ho letto che Galliani e' favorevole alla conferma di Allegri. Il presidente ogni tanto parla, dice delle cose perche' vuole entrare nel merito tecnico, pero' e' sempre innamorato del Milan e quindi credo che alla fine confermera' Allegri con merito".

MILAN, NUOVA SMENTITA UFFICIALE SU ALLEGRI-ROMA - "In riferimento ad alcune notizie pubblicate oggi su qualche quotidiano, Massimiliano Allegri smentisce di aver incontrato alcun rappresentante della società A.S. Roma"

ALLEGRI: "ANDIAMO A BATTAGLIARE A SIENA. MEXES-ZAPATA UNA DELLE MIGLIORI COPPIE DEL CAMPIONATO" - Il tecnico livornese a Milan Channel: "Dobbiamo rimanere sereni, la squadra sta fisicamente bene, ora andremo a battagliare a Siena. Noi all'andata non abbiamo vinto col Siena, la Fiorentina non ha vinto col Pescara, siamo pari. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, dispiace perché potevamo chiudere con una settimana di anticipo, servirà solo un po' più di pazienza". Su Zapata-Mexes: "Credo sia una delle migliori coppie difensive del campionato, sono contento di loro come lo sono di tutti i miei difensori centrali anche se sono stati criticati. Questa è stata una partita di rodaggio". Galliani nel post partita di Milan-Roma ha annunciato che ha intenzione di confermarli anche per la prossima stagione. In pratica il club di via Turati riscatterà il colombiano dal Villarreal, cercando uno sconticino rispetto ai sei milioni pattuiti. Tornanto alla volate Champions: "Dobbiamo pensare solo a vincere domenica, i ragazzi hanno fatto 69 punti, la Fiorentina ha fatto un grandissimo campionato, speriamo arrivi dietro".

ljajic 420

LJAJIC, MILAN VS CHELSEA -  Adem Ljajic è sempre più gioiello di mercato. Il contratto in scadenza nel 2014 non dà forza alla Fiorentina e il 21enne jolly offensivo serbo (soprannominato sin da bimbo il "Kakà dell'Est", nome che a Milanello ha un certo appeal) può davvero finire in una big.  Il Milan è tra le squadre più attive per rilevare il cartellino del ragazzo (subito a parametro: remember il colpo Montolivo?) finalmente esploso in questa stagione, tra le concorrenti più pericolose si segnala il Chelsea e, un po' più indietro, la Juventus (che parla col suo procuratore, Fali Ramadani, soprattutto per Jovetic, ma accarezza l'idea del doppio colpo).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
capelloberlusconigallianiallegricalciomercato
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.