A- A+
Sport
Caso Neymar: Barça a giudizio per frode fiscale

Non si placa la bufera sul contratto che ha legato Neymar al Barcellona. La procura dell'Audiencia Nacional ha chiesto l'imputazione del club catalano come persona giuridica per presunto reato fiscale. Il fatto sarebbe avvenuto tra il 2011 e il 2013. L’accusa è di aver omesso il pagamento di oltre 9 milioni di euro nel non dichiarare, a fini tributari, l'intera somma del contratto del calciatore. "Esiste tutta una serie di contratti sospetti di simulazione  così come operazioni di ingegneria finanziaria che si sono concluse con la presunta frode di una quantità che eccede di molto il limite di 120.000 euro di quota frodata fissato dal Codice Penale", viene riportato nel testo dell’accusa. Stando a questa tesi, la parte dell'ingaggio che non risulta nelle dichiarazioni dei redditi della società, è di 37,9 milioni di euro. José Maria Bertomeu, nuovo presidente del Barça (dopo le dimissioni di Sandro Rossel a causa di questo scandalo), ha confermato recentemente che il cartellino del campione brasiliano è costato 57,1 milioni di euro, con una serie di clausole che, in caso di esecuzione, potrebbero portare l'ammontare totale del contratto a 86,2 milioni di euro.

Tags:
neymar
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.