A- A+
Sport
Coppa del mondo di sci, allarme caldo e mancanza di neve: le gare a rischio
Sciatore

Coppa del mondo di sci, il caldo e la mancanza di neve impongono modifiche e cancellazioni

Continua a fare caldo, troppo caldo. E la situazione è (ancora) più critica in alta quota, dove c’è poca neve e le temperature sono alte, anzi “africane”, per il periodo, e soprattutto per la stagione sciistica. Premettendo che l’Italia sta vivendo un periodo “fortunato” per quanto concerne l’innevamento, in centro Europa la situazione è difficile: in Austria e Svizzera, in particolare, ci sono stazioni sciistiche che non hanno aperto la stagione e altre costrette a chiudere piste ed impianti.

E anche la Coppa del mondo di sci, dove ruotano diritti televisivi e un certo giro di sponsor, ne sta risentendo. Da inizio stagione nel solo Circo bianco maschile sono state ben nove le gare cancellate per mancanza di neve o maltempo (è accaduto a fine novembre a Lake Louise). Il circuito femminile ha fatto fronte a cinque cancellazioni. Tutto è iniziato a fine ottobre con la doppia dolorosa cancellazione per mancanza di neve di quella che sarebbe stata la prima storica tappa transfrontaliera – due discese libere maschili ed altrettante femminili – tra la svizzera Zermatt e l’italiana Cervinia. Successivamente sempre per carenza di neve, sono stati cancellati i due slalom paralleli del 12 e 13 novembre nella località austriaca di Lech/Zuers. 

Coppa del mondo di sci, tutte le modifiche e le gare cancellate per il caldo e la mancanza di neve

Per quanto concerne lo sci maschile con oltre due settimane di anticipo è già arrivata la cancellazione delle due gare veloci di fine gennaio inizialmente programmate a Garmisch-Partenkirchen: la pista "Kandahar" della località tedesca per il 28 e 29 è già sicuro che non sarà pronta.

A seguito delle elevate temperature in Repubblica Ceca, inoltre, la località italiana di Plan de Corones beneficerà di una seconda gara. Sulla pista "Erta" della stazione sciistica altoatesina allo slalom gigante già previsto il 24 gennaio, è stato aggiunto un secondo, quello inizialmente previsto a fine mese a Spindleruv Mlyn. Nella località ceca, invece, si disputeranno due slalom speciali, quello previsto da calendario ed il recupero di quello cancellato lo scorso giovedì 5 gennaio a Zagabria. Nella combinata nordica (sci di fondo e salto) il caldo non consente l’innevamento né a Chaux-Neuve in Francia né a Klingenthal in Germania e quindi la tappa di Coppa del 20 e 21 gennaio non si svolgerà.

A Ruhpolding in Germania durante la gara maschile della Coppa del mondo di biathlon si sono verificate molteplici interruzioni di corrente; i blackout, durati circa dieci minuti, hanno mandato in tilt l’illuminazione del bersaglio al poligono di tiro, l'intera tecnologia dello stadio compreso il tabellone segnapunti, il segnale televisivo e la trasmissione dati in diretta sul sito ufficiale della federazione internazionale. Schermi neri non solo per i 10.000 spettatori ma anche per milioni di telespettatori.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caldocancellazionicoppamondonevepistesci




in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo

Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo


motori
Ford Pro rinnova l'E-Transit 100% elettrico

Ford Pro rinnova l'E-Transit 100% elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.