A- A+
Sport
Cade la testa di Eusebio Di Francesco. Una vittoria (la beffa al Milan) in sette partite

Eusebio Di Francesco non e' piu' l'allenatore del Sassuolo. L'ufficialita' e' arrivata da una nota ufficiale del club del presidente Squinzi. "L'U.S. Sassuolo Calcio - si legge nella nota - comunica di aver sollevato dall'incarico di allenatore della prima squadra Eusebio Di Francesco. L'U.S. Sassuolo Calcio desidera altresi' ringraziare Di Francesco per l'importante lavoro svolto in questi 19 mesi e per i successi ottenuti che lo rendono parte indelebile della storia neroverde". L'allenamento sara' diretto provvisoriamente da Paolo Mandelli in attesa della definizione della nuova guida tecnica. Il Sassuolo ha gia' ricevuto un no dal Milan per Filippo Inzaghi.

Domenica scorsa il Sassuolo era naufragato sul terreno del Livorno. La classifica piange (terz'ultimo posto) e il trend è sconfortante. Già dopo l'ultima sconfitta il direttore generale Nereo Bonato (presentatosi alla stampa al posto del mister) aveva annotato: “Dopo sei sconfitte e una vittoria in sette partite (la clamorosa rimonta da 0-2 a 4-3 contro il Milan con poker di Berardi, ndr), dobbiamo capire se al nostro interno ci sono le risorse per rimediare, oppure se dobbiamo percorre altre strade". Il tecnico aveva già vacillato a inizio stagione dopo il rovinoso 0-7 in casa con l'Inter. All'epoca si era salvato. Questa volta è stato esonero...

Undici cambi panchina serie A - Sono undici finora i cambi in panchina in Serie A. L'ultimo e' di oggi e riguarda il Sassuolo che ha mandato via Eusebio Di Francesco. Il primo cambio di panchina della stagione e' andato in scena al Genoa con il presidente Preziosi che, dopo la sconfitta col Napoli alla sesta giornata, decide di esonerare Fabio Liverani per affidarsi a Gian Piero Gasperini, gia' in passato sulla panchina ligure. Il ko di Cagliari nell'ottavo turno e' costato il posto a Rolando Maran a Catania, dove e' stato chiamato Gigi De Canio. Il 12esimo turno fa saltare due panchine: fatale a Delio Rossi la sconfitta per 2-1 contro la Fiorentina, con la Sampdoria che chiama Sinisa Mihajlovic al suo posto, mentre al Chievo Beppe Sannino paga l'ultimo posto in classifica (6 punti in 12 giornate) nonostante il pari ottenuto contro il Milan e viene sostituito da Eugenio Corini. Poi, dopo la 17esima giornata e alla vigilia della 18esima, la rottura tra la Lazio e Vladimir Petkovic. Al posto del tecnico bosniaco, che paga il deludente rendimento in campionato e la netta sconfitta incassata a Verona (4-1) nel 17esimo turno di campionato, il presidente Claudio Lotito ingaggia Edy Reja, gia' sulla panchina biancoceleste dal febbraio del 2010 al giugno del 2012. Dopo la 18esima giornata e la sconfitta di Catania, il Bologna esonera Stefano Pioli e si affida a Davide Ballardini. Al 19esimo turno gli addii di Massimiliano Allegri, che paga il campionato disastroso del Milan e la pesante sconfitta con il Sassuolo nel posticipo domenicale dell'ultima giornata di andata, e di Davide Nicola, esonerato da Spinelli dopo il ko casalingo contro il Parma. Ai loro posti Clarence Seedorf e Attilio Perotti. Quindi, ancora a Catania, il cambio in panchina con l'esonero di De Canio e il ritorno di Maran all'indomani della sconfitta interna con il Siena (1-4) e la conseguente eliminazione in Coppa Italia. Dura un turno il "regno" di Perotti alla guida del Livorno: dopo la sconfitta di Roma la societa' chiama a sorpresa Domenico Di Carlo che gioca la prima contro la Sassuolo e la vince nettamente inducendo la societa' emiliana a esonerare Eusebio Di Francesco. Nella passata stagione in serie A furono in totale 13 i cambi in panchina

Iscriviti alla newsletter
Tags:
de francescosassuolo
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici

Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.