A- A+
Sport
Ecclestone paga 75 mln di multa. La figlia Tamara torna al top della forma

Il patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, paghera' 75 milioni di euro per chiudere il processo che lo vede imputato a Monaco di Baviera per corruzione. Il giudice Peter Noll ha annunciato che e' stato raggiunto un accordo tra accusa e difesa. Il procedimento e' stato sospeso in attesa del pagamento che Ecclestone ha assicurato di effettuare entro una settimana.

L'82enne magnate britannico tra il 2006 e il 2007 avrebbe corrotto con 44 milioni di dollari l'allora responsabile rischi della banca BayernLB, Gerhard Gribkowsky, per fargli cedere i diritti della Formula 1 alla Cvc, societa' di cui Ecclestone era direttore esecutivo.

Intanto la figlia di Ecclestone, Tamara si mostra in pubblico più in forma che mai. La 30enne presentatrice e modella poco più di quattro mesi fa (il 17 marzo) ha partorito la piccola Sophia (frutto del suo amore con il broker Jay Rutland sposato nel giugno del 2013 con una cerimonia da 10 milioni celebrate nel sud della Francia), ma le sono bastate poche settimane per tornare al top.

Tags:
ecclestonemultafiaf1
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.