A- A+
Sport
Diego Costa al Chelsea spinge Icardi via dall'Inter. E Thohir allora...

Simeone è conscio che sarà molto difficile per l'Atletico Madrid trattenre il suo bomber principe Diego Costa a fine stagione. L'attaccante brasilano (ma naturalizzato spagnolo, maglia con cui disputerà i prossimi Mondiali) ha raccolto così bene l'eredità di Radamel Falcao (oggi convalescente al Monaco dopo il grave infortunio al ginocchio di gennaio) da essere considerato uno dei top-5 al mondo in area di rigore.

Molti club sono disposti a fare follie per lui e in primis il Chelsea di José Mourinho. I colchoneros già cercano un sostituto: si è ipotizzato il ritorno di Fernando Torres proprio dalla Londra blues. Il giocatore piace anche all'Inter di Thohir (non a caso allo Stamford Bridge con Fassone per Chelsea-Psg: sotto osservazione anche Obi Mikel).

E con i nerazzurri c'è un altro incrocio ancora più diretto: possibile l'assalto a Maurito Icardi, che piace proprio a mister Cholo. L'argentino vale venti milioni e, dopo essere stato respinto l'assalto del Monaco a gennaio (proprio in conseguenza dell'infortunio di Falcao: tutto torna), ora potrebbe essere complicato tenere a bada l'Atletico...

Hernanes svela sul rigore sbagliato da Milito: "Volevo calciarlo io" - "Il rigore di Milito? Volevo calciare pure io, sono abituato a farlo, ma Diego è stato più veloce di me e ha preso la palla con più decisione". Il retroscena è firmato Hernanes. Il Profeta è tornato sul penalty fallito dal Principe nella sfortunata gara pareggiata 2-2). Ai microfoni di Tiki Taka spiega. "D’altra parte anche lui è un rigorista. Nel calcio ci sono momenti in cui le cose vanno così: puoi dare il massimo ma la palla non entra e magari senti la pressione addosso”. L'ex stella della Lazio non sembra preoccupata dei problemi che sta avando l'Inter: "All’inizio me l’aspettavo un po’ più semplice, abbiamo vinto le prime quattro partite appena sono arrivato, poi c’è stato questo incidente di percorso. Niente che non si possa risolvere: è tutto sotto controllo, dobbiamo finire alla grande. Da quando sono qui ho notato un gruppo con tanta qualità, una squadra che ha tante possibilità. Io non sono riuscito ancora a dare tutto quello che posso, per via di problemi che ho avuto, ma adesso che è passato sono sicuro che le cose miglioreranno". Sulle sviste arbitrali: “E’ un argomento che nello spogliatoio ogni tanto esce, ma non possiamo pensare a questo, possiamo fare molto di più di aspettarci un rigore. Meno male che adesso ce ne hanno dato uno, così possiamo chiudere con queste discussioni e guardare avanti”.

Di Erick Thohir dice: “E’ una persona simpatica, mi è piaciuto fin da subito l’approccio che ha avuto con noi giocatori. E sono molto contento di essere stato il primo acquisto della sua gestione”. Hernanes torna sull'addio alla Lazio: “Sono una persona che si affeziona molto alle persone e i tifosi della Lazio mi hanno sempre trattato con calore, questo spiega il pianto fuori da Formello nel giorno del mio trasferimento all’Inter. La Lazio ha creduto tanto in me, mi ha portato qui e mi ha dato visibilità, quindi non posso fare altro che dirle semplicemente grazie. Le polemiche tra tifosi e il presidente Lotito c’erano già da prima che arrivassi in biancoceleste e sinceramente non le ho mai capite, anche se naturalmente spero che finiscano”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
hernanesmilitointer
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.