A- A+
Sport
Innerhofer: "Grave errore, ma secondo posto importante"

"Mi sono presentato a Lenzerheide con tanta motivazione perche' quest'anno non abbiamo mai trovato condizioni meteo buone per mostrare le nostre capacita', eccetto a Kitzbuehel e Sochi, dove infatti sono arrivato nelle prime posizioni. E qui e' stata la stessa cosa, su una pista veramente tecnica e divertente". Queste le parole di Christof Innerhofer dopo il secondo posto nella discesa di Lenzerheide, primo podio della stagione in Coppa del mondo dopo le due medaglie vinte ai Giochi Invernali di Sochi. "Ho commesso un errore molto grave che avrebbe potuto costarmi il podio, mi sono trovato davanti alle reti di protezioni ma sono riuscito a evitarle - ha spiegato lo sciatore azzurro - del resto tutti hanno frenato su quel dosso, io invece sono arrivato sparato e non ho messo di traverso gli sci. Sono stato fortunato, per me e' stato importante ottenere questo secondo posto".

E ha aggiunto: "La stagione in discesa si chiude con il sesto posto nella start list, se penso che prima della Val Gardena ero ventunesimo, non posso che essere soddisfatto. Mi dispiace che la coppa stia finendo perche' mi sento bene e sono tanto motivato. Il mio voto alla stagione? Direi 9 perche' non sono ancora come Svindal che sa vincere in tutte le condizioni, sara' quello il mio prossimo obiettivo. Per il futuro cerchero' di migliorare sulla neve molle, ma soprattutto spero che la schiena continuio ad andare come in questo periodo. Ho raggiunto i 500 punti, vorrei partecipare al gigante di Soelden di inizio anno - ha concluso Innerhofer - perche' fare tante porte larghe mi aiuta nelle mie discipline".

Innerhofer super: secondo nelle finali di Discesa. E Fill è quarto - Christof Innerhofer sfiora la vittoria nella discesa di Lenzerheide (Svizzera) valida per le finali di Coppa del Mondo di sci alpino. Un po' di rammarico per l'azzurro che ha macchiato la sua ottima prova con un errore nella parte centrale che gli e' costato il primo posto. La gara e' stata vinta dall'austriaco Matthias Mayer con il tempo di 1'29"99. Subito dietro l'azzurro Innerhofer a pari merito con lo statunitense Ted Ligety (1'30"10). Quarto ancora un italiano, Peter Fill che ha fermato il cronometro sull'1'30"12 precedendo il norvegese Aksel Lund Svindal che ha gia' vinto la coppa di specialita' e che adesso e' al comando della classifica generale di Coppa del Mondo con 41 punti di vantaggio sull'austriaco Marcel Hirscher. Per quanto riguarda gli altri italiani 17esimo Dominik Paris, mentre Werner Heel e Silvano Varettoni non hanno concluso le rispettive prove.

La gara - Matthias Mayer conclude nel migliore dei modi la stagione che gli ha regalato l'oro olimpico nella discesa di Sochi, aggiudicandosi la vittoria anche nella discesa delle finali di Lenzerheide che ha aperto il lungo weekend sulla pista svizzera. Il 24enne austriaco ha interpretato al meglio il difficilissimo tracciato intitolato allo sfortunato Silvano Beltrametti e precede di 11 centesimi la coppia formata da Christof Innerhofer e Ted Ligety. Il campione di Gais quest'anno non era ancora riuscito a lasciare il segno nella specialita', ci e' riuscito con una gara d'attacco che lascia comunque l'amaro in bocca per due gravi errori che hanno rischiato addirittura di farlo cadere quando Innerhofer era nettamente in testa fino al secondo intermedio.

Dodici podi in coppa del mondo - Per il vicecampione olimpico di discesa si tratta del dodicesimo podio della carriera in coppa, curiosamente e' la prima volta che si classifica al posto d'onore. Rimane fuori dal podio invece per appena due centesimi il competitivo Peter Fill, lontano di un niente dal successo. Il carabiniere di Castelrotto, che ha assecondato le asperita' del tracciato con grande morbidezza, avrebbe meritato maggiore fortuna. Diciassettesimo Dominik Paris, non al massio dal punto di vista fisico, mentre Werner Heel e Silvano Varettoni si sono ritirati. La graduatoria conclusiva della specialita' vede il successo di Svindal a quota 570 punti, gli fanno compagnia sul podio Hannes Reichelt (assente per infortunio in Svizzera) con 360 punti ed Erik Guay (solamente diciassettesimo e quindi fuori dai punti) con 357. Nella generale Svindal sorpassa Marcel Hirscher al comando con 1091 contro i 1050 dell'austriaco. Fill e' 14esimo a quota 408, Innerhofer 15esimo con 398.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
innerhoferscicoppa del mondodiscesa libera
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.