A- A+
Sport
massimo moratti modificato 7

Il giorno dopo fa ancora male. E tanto. L'Inter dice addio alle residue speranze di raggiungere il terzo posto. Anche l'anno prossimo i nerazzurri non giocheranno la Champions League. Fanno rumore le polemiche scaturite dalla clamorosa sconfitta interna contro l'Atalanta. Il presidente Massimo Moratti: "Non credo alla buona fede degli arbitri". Nel mirino il rigore che ha riaperto la partita. Il capitano Zanetti: "Fallo inesistente, è vergognoso". Ma sul banco degli imputati finisce anche Stramaccioni. La sua panchina torna a traballare. Ciliegina sulla torta: l'infortunio di Cassano...

MORATTI: "NON CREDO ALLA BUONA FEDE" - "Era un rigore inesistente, non credo alla buona fede": così il presidente Massimo Moratti ha risposto ai cronisti in merito al rigore concesso da Gervasoni all'Atalanta quando l'Inter conduceva 3-1. "Un rigore così cambia la partita. E' ingiusto, è mettere in condizione la squadra di sentirsi non considerata. Sono 21 le partite in cui non ci danno un rigore. Statisticamente credo sia impossibile non avere mai avuto occasioni in area in 21 gare".

ZANETTI "RIGORE INVENTATO, E' VERGOGNOSO" - "E' stata una partita fino al 3-1 giocata bene contro un'ottima Atalanta, poi un episodio ha cambiato la gara. Un rigore inventato, e' vergognoso. L'Atalanta ha preso coraggio e al di la' di tutto la chiave e' stata li'. E' stato un errore decisivo, perche' fino al 3-1 era tutto tranquillo, la stavamo gestendo noi, e' stato un rigore inventato. Pero' purtroppo ci capita sempre a noi. C'era un rigore su Ranocchia? Le immagini parlano da sole, non dico altro altrimenti magari poi ci penalizzano anche per queste cose". E' furioso il capitano dell'Inter, Javier Zanetti, commentando il rigore concesso all'Atalanta e che e' alla base della clamorosa rimonta degli orobici a San Siro. "Purtroppo con gli arbitri non siamo stati fortunati nell'arco di tutta la stagione, vedremo cosa accadra' da qui alla fine. Ora - conclude Zanetti nelle interviste a Sky e a Inter Channel - dobbiamo subito pensare alla prossima partita per finire al meglio questa stagione".

LA PARTITA

Ennesima occasione gettata al vento per l'Inter, che si inchina alla tripletta di Denis e ad un'Atalanta che a San Siro compie una clamorosa rimonta dal 3-1 al 4-3, trascinata dal Tanque. Il terzo posto sembra ormai un miraggio per la squadra di Stramaccioni, partita folle, mentre l'Atalanta ha praticamente ipotecato la salvezza. Un po' troppo lenta l'Inter nell'impostare la manovra, Cassano e Guarin tengono troppo palla facendo il gioco dell'Atalanta. Il primo tiro e' di Guarin (punizione centrale), poi si fa male anche Cassano (dentro Alvarez) e per l'Inter e' emergenza pura. Anziche' abbattersi, pero', gli uomini di Stramaccioni aumentano i colpi: Rocchi pericoloso in due occasioni, poi sul corner di Pereira (43') l'ex attaccante della Lazio firma il 100^ gol in serie A (il primo con la maglia dell'Inter) anticipando Del Grosso sul corner battuto da Pereira. E l'Atalanta? Con Bonaventura a fare raccordo con Denis, l'unica conclusione e' firmata Carmona: attento Handanovic. In apertura di ripresa l'Inter sembra partire meglio ma all'11' l'Atalanta trova il pari: lo realizza Bonaventura, che approfitta di un'amnesia della difesa interista per trasformare nell'1-1 l'assist del neoentrato Livaja. Neanche sessanta secondi dopo Inter di nuovo avanti: erroraccio di Canini dopo un contatto Rocchi-Stendardo, bravo Alvarez a crederci e a firmare il 2-1. Guarin ci prova col destro, quindi Alvarez scatenato: al 16' gran numero dell'argentino, che fa ammattire Stendardo con una serie di finte e col sinistro fredda Polito. E' 3-1, ma non e' finita, perche' Gervasoni concede un rigore a dir poco dubbio all'Atalanta per un presunto contatto tra Ranocchia e Livaja: dal dischetto Denis non sbaglia e riapre i giochi. Al 26' l'Atalanta completa la rimonta: Denis vince un paio di rimpalli, poi dall'interno dell'area fredda Handanovic, clamoroso 3-3. Ti aspetti l'Inter all'arrembaggio, invece arriva addirittura il quarto gol dell'Atalanta: lo firma ancora Denis, approfittando dell'ennesima giocata di Bonaventura. San Siro gelato. Nel finale espulso Raimondi per una manata a Schelotto, ma il risultato non cambia piu' perche' Ranocchia spreca l'impossibile a porta vuota e allora l'Atalanta centra l'impresa.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
interchampionsmoratti
in evidenza
Juventus, è fatta per Vlahovic Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

Calciomercato

Juventus, è fatta per Vlahovic
Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

i più visti
in vetrina
Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"

Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"


casa, immobiliare
motori
PEUGEOT 9X8 si aggiudica il «Gran Premio della più bella Hypercar dell’anno»

PEUGEOT 9X8 si aggiudica il «Gran Premio della più bella Hypercar dell’anno»


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.