A- A+
Sport
Pali e difesa allegra , crollo Inter. Mazzarri: "Troppi errori"

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

In fondo a una partita con due squadre allegre ce n'è una triste: è l'Inter, battuta da una spensierata e già salva Atalanta. Mazzarri se la prende, con qualche ragione, con la sfortuna ma due pali e due traverse più altri errori clamorosi in zona gol non possono giustificare una fase difensiva da brivido. Bonaventura fa impazzire un Jonathan che bada solo ad attaccare e lancia una seria candidatura per i mondiali in Brasile. L'Europa League è ancora tutta da conquistare.

PRIMO TEMPO - Mazzarri conferma l'11 di Verona. D'Ambrosio resta sulla sinistra nonostante il recupero di Nagatomo. L'Atalanta, che dopo la vittoria sulla Sampdoria della scorsa settimana può giocare più tranquilla, fa qualche esperimento. Colantuono lancia Nica come terzino destro e sperimenta un 4-2-4 molto offensivo con Estigarribia e Bonaventura larghi per pungere la difesa a tre dell'Inter. Si capisce subito che la partita sarà divertente perché le due squadre pensano soprattutto a vincere e non hanno troppi patemi di classifica. Nel giro di due minuti conclude due volte Guarin, in entrambe le occasioni però a lato. Ma i bergamaschi prendono in mano la situazione. Handanovic si salva due volte su Stendardo e Cigarini. Al 16' arriva anche una traversa di Denis. Al 23' si rivede l'Inter con Icardi che viene lanciato da Guarin solo davanti a Consigli ma l'attaccante argentino si fa ipnotizzare dall'estremo difensore avversario nel momento in cui prova a servire Palacio. Al 34' ecco il gol dell'Atalanta. L'Inter sbaglia due appoggi su azione di corner e l'Atalanta parte in contropiede con Moralez che ha 60 metri di campo. Il trequartista bergamasco perde tempo ma i nerazzurri non rientrano: Bonaventura punta Jonathan che sta a guardare e batte Handanovic da fuori area. Passa un minuto e arriva il pari: bella palla di Guarin per Icardi che salta Yepes e fulmina Consigli. Prima del té c'è spazio anche per un'occasione sciupata da un negativo D'Ambrosio.

SECONDO TEMPO - L'Inter entra in campo rabbiosa. Un'Atalanta piuttosto svagata in fase difensiva sembra poterla aiutare nel completare la rimonta. Al 49' Consigli vola su un diagonale di Jonathan. Un minuto dopo Guarin ciabatta in maniera incomprensibile un cross di Jonathan quando avrebbe avuto tutto il tempo di controllare e tirare. Al 53' il colombiano colpisce la traversa con un missile da fuori area. L'Inter è sfortunata: al 59' Palacio colpisce il palo con un bel colpo di testa. Per 20 minuti non accade più niente. All'86' Jonathan salva sulla linea un tiro a botta sicura di Brienza. Un minuto dopo il terzino brasiliano riceve da Guarin, mette a sedere Consigli ma colpisce la traversa: sulla respinta Icardi da zero metri centra incredibilmente prima Raimondi e poi il palo. Due giri di lancette più tardi ecco la beffa: punizione di Brienza dalla trequarti, difesa nerazzurra modello "belle statuine" e Bonaventura di testa colpisce indisturbato, la papera di Handanovic fa il resto. Al 93' ultima occasione del match con Nagatomo che crossa, male, invece di tirare. Sipario.

LE PAGELLE DELL'INTER

HANDANOVIC 4 - Bene su Stendardo e Cigarini, malissimo nel momento decisivo sul colpo di testa di Bonaventura. Incerto pure nelle uscite.

CAMPAGNARO 4,5 - Clamorosamente fuori posizione in occasione del contropiede che porta al primo vantaggio atalantino. (KOVACIC s.v.)

RANOCCHIA 6,5 - Di gran lunga il migliore della difesa nerazzurra. Si arragia su un cliente complicato come Denis.

ROLANDO 5 - Più svagato del solito, malissimo in fase di appoggio.

JONATHAN 5,5 - Molto efficace in fase offensiva ma in entrambi i gol si dimentica di Bonaventura.

GUARIN 6,5 - Serve molti palloni efficaci, tra tutti quelli a Icardi (per il gol) e a Jonathan (per la traversa). Prende anche lui un legno con una bordata delle sue. Incomprensibile la ciabattata a due metri dalla porta.

CAMBIASSO 5 - Né qualità né sostanza. (ALVAREZ 5. Illude tutti con una bella discesa, poi si piega in una di quelle giornate da luna storta).

HERNANES 6 - Benissimo nel primo tempo quando è l'unico che ha sempre accesa la lampadina. Nella ripresa Mazzarri lo mette più dietro, davanti alla difesa, e lui si eclissa anche se all'ultimo serve un'ottimo pallone a Nagatomo.

D'AMBROSIO 5 - Prestazione anonima. Poca convinzione nel primo tempo, nella ripresa è nettamente sulle gambe. (NAGATOMO 5. Entra e porta più energia sulla fascia sinistra ma quel pallone buttato via al 93' grida vendetta).

PALACIO 5,5 - L'unico acuto è quel colpo di testa che avrebbe meritato maggior fortuna.

ICARDI 6 - Segna un bel gol ma ne sbaglia uno quasi impossibile da sbagliare. Deve crescere.

ALL. MAZZARRI 5,5 - Non è colpa sua se i suoi attaccanti sbagliano gol in quantità industriale. Ha però qualche responsabilità se non prende contromisure su Bonaventura. Nel finale ha sbilanciato un po' troppo la squadra.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
interatalanta
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.