A- A+
Sport
cassano milito modificato 1

Tra rinnovi e ingaggi spalmati si dividono strade ed opzioni di un paio d'Argentini nerazzurri. Esteban Cambiasso è più che vicino all'ufficializzazione di un prolungamento con l'Inter, diluendo il suo stipendio. Il 32enne centrocampista sta bene a Milano e non ha intenzione di tornare nella sua Buenos Aires o rischiare comunque altre avventure calcistiche: il proposito sarebbe di chiudere la carriera all'Inter e presto potrà avvicinarsi a questa meta. Non altrettanto convinto Diego Milito. Come noto il grave ko al ginocchio ha congelato molte discussioni. La società meneghina in queste settimane non ha avanzato proposte che portino a spalmare il suo ingaggio (che venne rinnovato a oltre 4,5 netti a stagione sull'onda della sua richiesta a poche ore dal Triplete del 2010), ma ovviamente gradirebbe la cosa. El Principe però sta pensando a curarsi e non prende in considerazioni altre ipotesi che prevedano il ritocco di un contratto in scadenza a giugno 2014. Se ne parlerà più avanti, ma la sensazione del momento è che l'attaccante vivrà la sua ultima stagione a Milano e poi prenderà le sue decisioni.

Rinnovo e aumento in vista per Juan Jesus, che dovrebbe salire al milione di euro netti a stagione sino al 2017 (attualmente il difensore brasiliano è fermo a 650mila).

Chi non è poi certissimo di rimanere invece è Antonio Cassano. Le prestazioni sono state sempre di alto livello, Massimo Moratti resta un suo grande fan e i rapporti tra l'entourage del Pibe di Bari Vecchia e la società sono ottimi. Anche la lite con Stramaccioni è stata archiviata. A fine stagione però si valuteranno molte condizioni: età, rapporti con lo spogliatoio, eventuali richieste di prolungamento (come era da discussioni in corso prima della bufera col tecnico nerazzurro) e l'Inter dovrà prendere la sua decisione. Lasciare o rilanciare con Fant'Antonio. Il tutto mentre viene fortemente seguito il fantasista danese Christian Eriksen. Un classe ’92 a lungo monitorato anche dal Milan. In questi giorni il giocatore ha aperto alla cessione, come non era accaduto in passato: "Non posso dire cosa succederà in estate. Ho iniziato a preparare la stagione con l’Ajax, ma non so se continuerò con loro. Ho il 50%di possibilità di restare". Il contratto in scadenza nel 2014 fa scendere il suo prezzo e l'Inter è attenta. Il problema è però rappresentto da una concorrenza danarosa: sul giocatore ci sono club inglesi come Liverpool, Tottenham e Manchester City.

Fronte Alexis Sanchez. Secondo El Mundo Deportivo, nonostante la poca gloria trovata a Barcellona, El Nino Maravilla non spasima per togliersi la maglia blaugrana e penserebbe a restare in quello che resta comunque un club vincente. Resta il fatto che il suo procuratore è atteso in Italia per ascoltare proposte...

Iscriviti alla newsletter
Tags:
interrinnovimilitocamiassocassanoeriksencalciomercato
in evidenza
"Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

Esclusiva/ Parla Gianni Russo

"Un film che rimarrà nella storia"
Ennio, intervista al produttore

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma

Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.