A- A+
Sport
massimo moratti modificato 11

MORATTI: "BRANCA E STRAMACCIONI? DECIDERO' IO...." - "Domenica sera è stato un vero collasso nel primo tempo. C'è grossa delusione e arrabbiatura, poi bisogna anche essere freddi nel valutare la cosa e cercare di ricostruire morale e fisico". Il numero uno dell'Inter è sospeso tra la tensione per una sconfitta casalinga gravissima e il dovere di rasserenare una squadra in tensione per i pessimi risultati. "Errori nel primo tempo? Non so perché succede, ma fatto sta che così succede. Naturalmente non è fatto apposta, forse i giocatori scendono in campo con timore". Questione psicologica o di preparazione della gara? "Forse tutte e due. Poi le cose si riaggiustano, ma contro il Bologna è stato buttato via un tempo e questa è una cosa grave".

Uno degli imputati secondo i tifosi è Marco Branca. Il dirigente nerazzurro ha detto che lui e Stramaccioni ci saranno ancora? "Lui ha detto che deciderà il presidente e sono della stessa idea, quindi decido io. Si ragiona per vedere cosa succede ogni giorno, per conto mio se tutto rimane così mi va bene, ma con risultati diversi...". Il terzo posto a rischio. Che ripercussioni potrebbe avere dal punto di vista economico e di pianificazione futura? "Cominciamo a vedere cosa succede, poi vediamo. Kovacic? Ha qualità e c'è un progetto su di lui. Il giocatore c'è, ha lucidità, ci sono doti chiare. Ho detto che serve una societa' piu' interista? Intendevo dire di volere una societa' piu' interista come valori, le caratteristiche sono difficili anche da intendere. Niente di piu'".

gilardino modificato 3

STRAMACCIONI "MOMENTO DIFFICILE VIETATO MOLLARE" - "E' un momento difficile. Per noi e' importante recuperare i giocatori che mancano, ma in campionato i passi falsi li commettono tutti, la zona Champions e' a pochi punti. Abbiamo perso un'altra occasione, ma e' lunga e non c'e' alcuna voglia di mollare. I giudizi, su tutti, diamoli a fine stagione. Sbracare a 10 giornate dalla fine sarebbe grave. In tanti stanno tirando la carretta da tanto tempo, siamo tutti arrabbiati e tristi, e' normale, non c'e' voglia di minimizzare, ma mancano ancora 10 partite". Andrea Stramaccioni analizza cosi' la sconfitta casalinga arrivata con il Bologna, ko che allontana l'Inter dal terzo posto, ora distante quattro punti. "Siamo in un momento in cui non ci riescono le cose come vorremmo, si e' visto soprattutto nel primo tempo - dice a Sky Sport -. Siamo rientrati in campo secondo me fortunati nel non aver preso gol nel primo tempo; paradossalmente nella ripresa, quando abbiamo cominciato a far meglio, abbiamo preso questo gol che e' stata una brutta botta. C'e' stata la reazione, siamo andati vicini al pareggio, ma quello che conta alla fine e' il risultato. Tante squadre hanno avuto dei problemi, ogni squadra ha dei problemi, tranne la Juventus che e' staccata chiunque puo' perdere punti con chiunque. Sono 30 punti, possiamo e dobbiamo ancora farcela". Stramaccioni ha provato a riproporre la stessa Inter del secondo tempo di Catania: "Tolto Alvarez, ha giocato Benassi, se c'era confusione in campo c'era anche la settimana scorsa e non mi e' sembrato, visto che abbiamo fatto 3 gol a Catania. Non c'e' riuscito nulla nel primo tempo", ammette."Le valutazioni - continua - vanno fatte in relazione alla condizione della squadra. E' riduttivo dar colpa a Benassi, che ha 18 anni, per 10/11 eravamo gli stessi di Catania, ma avendo perso Nagatomo, Obi e Alvarez, non avevo nessuno che potesse giocare largo a sinistra, Benassi lo ha fatto per come poteva, ma non e' andata tutta l'Inter. Nella ripresa abbiamo concesso piu' spazi, ci stava. Benassi nella Primavera con me l'ha fatto piu' spesso, nell'ultimo allenamento si e' fatto male Alvarez, dei centrocampisti che ho in organico nessuno poteva fare quel ruolo. Se commetto errori? Si' certo, come tutti". Giovedi' la rimonta apparentemente impossibile con il Tottenham. "Sorrido perche' giovedi' scorso avevo 12 giocatori a disposizione...Purtroppo ho 5 giocatori fuori lista, dovro' fare una valutazione difficile, per noi e' una partita molto importante che vogliamo onorare. Mi serve qualche giorno per capire chi schierare", conclude.

GILARDINO "VITTORIA DETERMINANTE PER IL BOLOGNA" - "Vittoria determinante per noi. Per come abbiamo fatto in queste settimane, e' stato importante venire a vincere a Milano e ottenere tre vittorie di fila. E' la prima volta quest'anno". Con queste parole il bomber del Bologna Alberto Gilardino commenta, ai microfoni di Sky, il prezioso 1-0 ottenuto a San Siro contro l'Inter. "Abbiamo ottenuto questi risultati con il lavoro, ci abbiamo sempre creduto anche nei momenti di difficolta'. Determinazione e voglia non sono mai mancati. L'Inter? Sicuramente giocando giovedi' era un po' affaticata - conclude l'attaccante rossoblu' -, noi invece abbiamo creato tanto e fatto il gol che serviva".

GILARDINO AFFONDA INTER, COLPACCIO BOLOGNA - Alberto Gilardino condanna l'Inter. Con un gran gol in avvio di ripresa, l'11^ stagionale, l'attaccante piemontese mette a nudo i gravissimi limiti dei nerazzurri, stanchi e privi di idee (specie nel primo tempo) rallentandone pesantemente la corsa al terzo posto, adesso distante quattro punti. Successo meritato per il Bologna, adesso in una posizione di classifica molto piu' tranquilla, salvato nel finale da Curci. Antonsson sfiora subito il gol complice indecisione Ranocchia-Carrizo. Avvio shock per l'Inter, con Zanetti che festeggia la 600^ in nerazzurro: Gabbiadini, servito da Christodoulopoulos, spreca un ottimo contropiede calciando sull'esterno della rete. C'e' solo il Bologna: da Diamanti a Gilardino, gran destro a incrociare dell'attaccante e palla che sfila fuori di un nulla. Per Curci nessun pericolo, mentre al 38' si rivede il Bologna in avanti con Garics per Gabbiadini: decisivo Zanetti in angolo. Poi, su lancio di Sorensen, buco clamoroso di Ranocchia e Gabbiadini non aggancia a tu per tu con Carrizo. Una pessima Inter, lenta e confusa, oltreche' incapace di produrre un'azione da gol degna di tale nome, con Palacio troppo solo e i reparti scollati. Con Cassano per Benassi sembra un'altra Inter, piu' convinta, anche se il Bologna fa paura con Gilardino (salva Ranocchia). Quando l'Inter sembra migliorare, il Bologna colpisce: gran palla di Perez per Gilardino, che al volo fredda Carrizo. Reazione Inter con Schelotto per Palacio, decisivo Antonsson. Preciso in uscita Curci su Ranocchia servito da Cassano, l'Inter almeno ci mette il cuore. E Guarin, al 25', scalda i guantoni a Curci con un destro potentissimo. L'Inter spinge: Naldo devia in angolo un tiro di Cassano, ma troppa imprecisione, e ci vuole un bel riflesso di Carrizo (34') sul colpo di testa di Krhin per evitare il tracollo. Altro tiro-cross di Guarin, Curci c'e', poi Ranocchia tenta il gol in rovesciata e di testa, ci prova anche Gargano, poi Curci compie un miracolo su Cambiasso, ma la porta e' stregata e l'Inter chiude il match sommersa dai fischi sotto lo sguardo preoccupato di Moratti. Il Bologna, al terzo successo consecutivo, e' ormai ad un passo dalla salvezza.

Tags:
interstramaccionigilardinobologna
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.