A- A+
Sport

Fernando Llorente e' pronto a confrontarsi con il calcio italiano. Di sicuro non avra' problemi con la lingua e non perche' italiano e spagnolo si assomiglino, ma perche' ha avuto tempo per studiarlo e alla conferenza stampa di presentazione si e' presentato gia' con una buona padronanza dell'"idioma" come direbbero anche dalle sue parti: "Credo che sia una grandissima squadra e per me e' un sogno poter giocare qui. La Juventus e' la squadra piu' grande che mi ha cercato", ha detto il giocatore quando gli e' stato chiesto di spiegare perche' avesse scelto la Juve.

fernando llorente ape

A Bilbao, pero', qualcuno gia' lo rimpiange ma Llorente aveva deciso di voltare pagina una volta per tutte gia' a gennaio, ricevendo in cambio la contestazione di una parte della tifoseria: "La trattativa con l'Athletic purtroppo non era andata bene e anche la stampa aveva contribuito a creare un'immagine negativa che ha avuto conseguenze sul campo. Sto vivendo il sogno di crescita di giocatore e sono venuto nella squadra migliore per farlo", ha aggiunto il neo numero 14 juventino che interpellato su quali siano gli ex giocatori bianconeri che piu' lo ispirano, ha risposto: "Roberto Baggio, Trezeguet, Del Piero". Llorente-Tevez, una coppia che tutti i tifosi gia' sognano, anche se lui sa che in attacco la concorrenza sara' tantissima: "Credo che in questa grande squadra non ci siano solo due grandi attaccanti. Ora siamo in sei e tutti possiamo fare molto bene. Chi giochera' lo dovra' decidere Conte. Personalmente, credo di poter giocare con qualsiasi giocatore tra quelli che sono qui".

C'e' gia' chi gli chiede quanti gol potra' fare, ma lui al momento non si sbilancia: "Non e' qualcosa di cui mi preoccupo - ha detto -, credo che sia importante aiutare la squadra a vincere, inseguire il terzo scudetto consecutivo che manca dal 1935". La gente, pero', sogna soprattutto la Champions dopo due tricolori consecutivi: "E' un torneo molto difficile, dovremo andare piano piano, riuscire a fare sempre di piu' - ha detto Llorente - Migliorare il quarto di finale dello scorso anno? Ci sono molte squadre con cui sara' difficile giocare, dobbiamo stare tranquilli e giocare passo-passo". Lo paragonano a Ibrahimovic, e lui dice di avere caratteristiche simili allo svedese. Una specialita' del giocatore campione del mondo e d'Europa in carica e' pero' quella di segnare molte reti con la testa: "I giocatori che ci sono adesso nella Juventus mi potranno aiutare bene a fare molti gol di testa". Ribattezzato "El Rey Leon" in spagnolo, Llorente ha apprezzato anche la traduzione in italiano dicendo che "Re Leone suona bene" e ora e' pronto ad affrontare la sfida con il nostro calcio: "Perche' il calcio italiano? Perche' e' un calcio che mi sembra bellissimo e perche' c'e' la Juventus. So che il calcio e' difficile, ma come ho detto prima credo di poter fare molto bene. C'e' solo da aspettare per vedere". Lui non ha paura di fallire com'e' successo a molti suoi connazionali nel nostro campionato: "I giocatori spagnoli possono giocare molto bene qui e io devo dimostrarlo quest'anno", si e' limitato a dire. Reduce da una stagione poco fortunata, Llorente si sente comunque in condizione: "Sto molto bene perche' ho lavorato due anni con Marcelo Bielsa, e' un allenatore molto duro e con lui abbiamo lavorato moltissimo. In queste vacanze mi sono allenato bene e sto continuando a farlo per arrivare ancora meglio al ritiro. Il programma di Conte pesante? No, e' stato un lavoro giusto per arrivare qui in forma".

Llorente ha poi raccontato di aver gia' incontrato Conte ed e' pronto a lavorare per il tecnico salentino: "Si', ho potuto parlare con lui gia' alcune volte, mi e' sembrato un allenatore piacevole e sono contento di giocare per lui", ha aggiunto. Ma Llorente in questi primi giorni da juventino ha sperimentato anche l'abbraccio dei tifosi: "E' stato incredibile e spettacolare, mi ha sorpreso molto l'accoglienza di tutti i tifosi. Voglio ringraziarli per avermi seguito dal mio arrivo e voglio dirgli che sono molto felice di essere qui e di poter indossare una maglia tanto prestigiosa come quella della Juventus". Ad accompagnare Llorente in conferenza stampa c'era ovviamente il dg Beppe Marotta che ha toccato anche l'argomento mercato, 'punzecchiando' la Fiorentina sulla questione Jovetic: "Era un'ipotesi ma come sapete le difficolta' di rapporti si sono evidenziate". Non e' pero' detta l'ultima parola: "Da qui al 31 agosto potra' capitare di tutto, magari anche che la Fiorentina te lo dia in prestito gratuito", ha aggiunto ironicamente Marotta. Piu' concreto, invece, il discorso legato ad Angelo Ogbonna: "E' un obiettivo della Juventus - ha sentenziato e concluso Marotta, con Cairo abbiamo intrapreso una trattativa, ci rivedremo nei prossimi giorni per cercare di portarlo a casa. L'11 luglio? Tutti vorrebbero avere una squadra definitiva all'inizio del ritiro, ma una cosa diversa e' confrontarsi con la realta' del calciomercato italiano, difficile, ingessato. Non tutto sara' ultimato entro il raduno del primo blocco di giocatori (i nazionali saranno ancora in vacanza) La connotazione del baratto avra' un valore importante quest'anno. L'esterno sinistro? Abbiamo una rosa competitiva. Fino a questo momento nessuno e' partito e ricordo che questa e' la rosa che ha vinto il campionato di quest'anno e dell'anno scorso".

Tags:
llorantescudettojuventusmarottajovetic
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.