A- A+
Sport
Juventus allarme doppio: Psg incontra Pogba e punta Tevez

Il Psg fa sul serio per Paul Pogba: l'incontro tra Al Khelaifi e il 21enne centrocampista francese, avvenuto qualche giorno fa a Montecarlo, lo dimostra. Il club parigino ha voluto far sapere al giocatore quanto sia concreta la voglia di portarlo in Ligue 1. E Mino Raiola conferma la pista del Psg: "Vuol dire quindi che lo forse sono interessati. Ma ci penserò a partire dal momento in cui ci saranno cose concrete. In ogni caso, Pogba può affermarsi ovunque".  E torni sui paragoni artistici: "Non la Gioconda, però, ma più pop. Pogba è come una tela di Basquiat". Valore del cartellino? Marotta nei giorni scorsi diceva che molti club hanno fatto capire che può essere valutato 70-80-90 milioni. Raiola prima spiega che "il prezzo nessuno lo conosce". Poi dà un'ulteriore impennata: "A tutti piace quando dico che vale 100, 120 o 130 milioni. Il fatto è che il mercato dei giocatori è uno sport a sé che al limite interessa più del calcio stesso". Raiola sembra preferire Parigi a Madrid: "Non sono mai andato da loro a proporre Pogba. E poi il Real Madrid ha l’abitudine di usare dei giocatori come dei fazzoletti usa e getta, magari comprandoli solo dopo sei buone partite a un Mondiale. Noi non vogliamo un club così, ma uno che creda nel potenziale di Pogba. Non chiudo le porte al Real, ma non gliele apro neppure".

Ma il Psg potrebbe addirittura raddoppiare. Anche Carlos Tevez ha catturato l'attenzione dello sceicco di Parigi. Il ds Letang è andato anche in avanscoperta, con la scusa di seguiere Pogba. L'Apache al posto di Ibra? Macché: insieme a Zlatan. Anche perché sul tema Raiola spiega: "Teoricamente potrebbe andarsene già quest’estate, ma per farlo servirebbe l’appoggio del club. Quindi in pratica non può andare via. Perché Ibrahimovic è ancora l’uomo più importante del Psg. Un giocatore alto un metro e 96 centimetri, con la tecnica di Messi, il carattere di Mohammed Ali e la forza di Mike Tyson".

 

Tags:
juventuspsgtevezpogbaraiola

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.