A- A+
Sport
Juventus-Milan 0-0, bianconeri in finale. Pioli: "Pesa il rigore dell'andata"
(foto Lapresse)

JUVENTUS.MILAN, SARRI, 'CON I TRE CAMBI CREDO DI AVER FATTO UNA CAZ**TA'

Con i tre cambi contemporanei nel secondo tempo di Juventus-Milan "secondo me ho fatto una caz***a. Con queste cinque sostituzioni mi sono fatto prendere dall'entusiasmo, ma cambiarne tre in un colpo solo rischia di squilibrare la squadra e rischi di pagarlo. È un rischio che abbiamo corso anche noi, forse le dovevo razionare in più frazioni le sostituzioni". Lo afferma, ai microfoni della Rai, il tecnico della Juventus, Maurizio SARRI

JUVENTUS-MILAN, SARRI "SEMBRAVA PARTITA DI FINE LUGLIO"

"Sembrava una sfida di fine luglio, anche se la situazione e' anche diversa perche' in estate la pausa dei giocatori e' comunque piu' attiva. I ragazzi sono stati 70 giorni sul divano, farli tornare alla piena efficienza fisica e mentale non e' cosi' semplice e automatico". Cosi' Maurizio SARRI dopo lo 0-0 della Juventus nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Milan che vale la qualificazione per l'atto conclusivo della competizione. "Tornare in panchina dopo tre mesi e' una bella sensazione, anche se ci manca l'apporto del pubblico. Giocare cosi' non e' semplice per nessuno - ha proseguito il tecnico bianconero ai microfoni della Rai - Sono rimasto sorpreso per quanto fatto nei primi trenta minuti, la nostra circolazione di palla e' stata veloce e abbiamo dominato anche in parita' numerica, poi abbiamo perso lucidita' e siamo andati per azioni individuali. In questo momento ogni match e' pieno di rischi". Non ha impressionato Cristiano Ronaldo, sulle sue spalle anche un rigore fallito. "Non e' abituato a sbagliare, qualche ripercussione mentale potrebbe averla avuta - ha sottolineato SARRI - Tre sostituzioni insieme? Ho sbagliato, mi sono lasciato prendere dall'entusiasmo per i cinque cambi. Si rischia di squilibrare la squadra, forse avrei dovuto spalmarle meglio. Douglas Costa l'ho tolto per paura ma sta crescendo di condizione". Mercoledi' prossimo la Juve si giochera' dunque il trofeo contro Napoli o Inter. "Chi preferisco? L'importante che ci siamo noi. Il risultato dell'andata sembra leggermente a favore del Napoli, ma il match e' sempre in bilico".

JUVENTUS-MILAN, PIOLI: "PESA IL RIGORE DELL'ANDATA"

"Pesa il rigore dell'andata..". Cosi' Stefano Pioli, allenatore del Milan, commenta ai microfoni Rai l'uscita in semifinale della sua squadra dalla Coppa Italia ai microfoni Rai. Il tecnico ricorda il penalty che nel match di San Siro aveva permesso a Ronaldo di pareggiare la sfida allo scadere (per un mani di Calabria che aveva provocato qualche discussione: il difensore stava saltando ed era girato di spalle quando ha colpito la palla calciata da CR7)  quando la vittoria del rossoneri sembrava certa. Nel match di ritorno il Milan di fronte alla Juve ha disputato "una grandissima partita dal punto di vista difensivo. Peccato, era un nostro obiettivo, non ci siamo riusciti, ora dobbiamo puntare all'Europa attraverso il campionato". Alla domanda se, a vedere come sono andate le due gare, sia stata davvero la Juve a meritare la finale, il tecnico rossonero ha risposto "sono due pareggi, la differenza e' proprio sottile. Siamo dispiaciuti..."

JUVENTUS-MILAN 0-0, BONUCCI "FINALE DEDICATA AI NOSTRI TIFOSI"

"Ci siamo tolti di dosso un momento brutto delle nostre vite, spero che questo sia un segnale che possa dare un po' di gioia agli italiani. Ai nostri tifosi dedichiamo questa finale, sperando di poter dedicare altro mercoledi'". Cosi' Leonardo Bonucci dopo lo 0-0 della Juventus contro il Milan nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, un risultato che vale comunque il passaggio del turno per i bianconeri. 

cristiano ronaldoCristiano Ronaldo (foto Lapresse)
 

JUVENTUS-MILAN 0-0, BONUCCI: 'EMOZIONI STRANE MA L'IMPORTANTE ERA ANDARE IN FINALE'

"L'importante era passare il turno e andarci a giocare il primo obiettivo. Sono emozioni strane, uno stadio vuoto… È stato difficile l'inizio, abbiamo cominciato a giocare bene, poi ci siamo un po' allungati. Il Milan ha fatto una buonissima partita. L'obiettivo era quello di andare a Roma, guardiamo il bicchiere mezzo pieno", ha spiegato alla Rai il difensore della Juventus Leonardo Bonucci, al termine dello 0-0 con il Milan e Juventus prima finalista di Coppa Italia. Il palo di Ronaldo viene risolto con un'alzata di spalle: "anche i grandi sbagliano, per noi è importante in ogni situazione, può far gol in ogni momento. È stato sfortunato, bravo anche Gigio Donnarumma".

Juventus-Milan, Calhanoglu: Siamo arrabbiati, mancato solo il gol 

"Siamo un po' arrabbiati. Se l'arbitro va al Var per il rigore di Cristiano deve andare a guardare anche sull'espulsione di Rebic. Alla fine abbiamo giocato bene, in dieci abbiamo giocato senza paura. Ci è mancato solo il gol. Oggi c'era tanta voglia, abbiamo provato a vincere. Siamo contenti di esser tornati a giocare ma al tempo stesso un po' arrabbiati perché adesso siamo fuori dalla coppa", ha spiegato Hakan Calhanoglu ai microfoni Rai al termine di Juventus-Milan.

juventus milan donnarumma kessie(foto Lapresse)
 

JUVENTUS-MILAN 0-0. RONALDO SBAGLIA UN RIGORE, REBIC ESPULSO. JUVE IN FINALE DI COPPA ITALIA

La Juventus e' la prima finalista dell'edizione 2019-2020 della Coppa Italia. All'Allianz Stadium finisce 0-0, quindi la squadra di Sarri si qualifica in virtu' dell'1-1 ottenuto in extremis su calcio di rigore molto contestato a San Siro nella gara d'andata. Bella prova di coraggio da parte della squadra di Pioli, che nonostante le pesanti assenze e l'inferiorita' numerica per gran parte della gara (espulso Rebic), ha fatto vedere buone cose pur non trovando il gol che avrebbe potuto cambiare le sorti della sfida. In generale, pero', meglio i bianconeri soprattutto nella prima fase del match, in cui Ronaldo ha mandato sulo' palo un rigore e i vari Dybala e Douglas Costa non sono riusciti a trovare il guizzo vincente. Da sottolineare la discreta condizione di entrambe le compagini: forse quello meno pimpante e' stato proprio il fuoriclasse portoghese della Juve, che invece alla vigilia a detta di molti era indicato come il piu' in forma di tutti. La gara. Partenza sprint dei padroni di casa che dopo neanche due minuti di gioco costruiscono la prima vera palla gol del match: Alex Sandro scappa via a sinistra con una grande giocata, Douglas Costa riceve in piena area ma spara di poco a lato con il mancino. I bianconeri dominano la prima mezz'ora e al 13' si conquistano anche un rigore (fallo mano di Conti in area segnalato a Orsato dal Var): Ronaldo pero' non e' preciso e colpisce il palo con Donnarumma in traiettoria. Il Milan si salva ma neanche 10 secondi dopo e' costretto all'inferiorita' numerica per un fallaccio di Rebic su Danilo, che costa al croato l'espulsione diretta (per la decisione, in supporto dell'arbitro il quarto uomo). Conti prova a scuotere i suoi con un destro al volo dalla distanza (altissimo), pero' sono i bianconeri che continuano a costruire le migliori opportunita', come quella di Matuidi al 31' respinto centralmente dal portiere ospite. Sotto di un uomo e nel punteggio in virtu' del gol in trasferta della Juve, la squadra di Pioli prova a partire forte nella ripresa, spaventando i bianconeri con un avvitamento di testa di Calhanoglu, che pero' non inquadra la porta. Dopo lo spauracchio la squadra di Sarri torna a prendere in mano le redini del gioco, tentando di costruire qualcosa di concreto ma ancora senza la giusta precisione. Il cronometro scorre via senza tante altri particolari emozioni, i rossoneri vanno all'assalto nel finale di gara, ma tutti i tentativi sono sterili e vani. La Juve conquista la 19^ finale di Coppa Italia e resta in attesa dell'avversario uscente dalla sfida di domani sera tra Napoli e Inter. 

JUVENTUS-MILAN 0-0 TABELLINO

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Danilo (41' st Cuadrado), Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (18' st Khedira), Matuidi (19' st Rabiot); Douglas Costa ( 20' st Bernardeschi), Cristiano Ronaldo, Dybala. A disposizione: Szczesny; Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Olivieri, Muratore, Vrioni, Zanimacchia. Allenatore: Sarri

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (43' st Saelemaekers), Romagnoli, Kjaer, Calabria (43' st Laxalt); Kessié (38' st Krunic), Bennacer; Paquetà (38' st Colombo), Calhanoglu, Bonaventura (8' st Leao); Rebic. A disposizione: Begovic, A. Donnarumma, Biglia, Gabbia, Olzer, Brescianini, Maldini. Allenatore: Pioli

ARBITRO: Orsato di Schio

NOTE: Cristiano Ronaldo (J) ha sbagliato un rigore (palo) al 17' pt. Espulso Rebic (M) per fallo violento al 18' pt. Ammoniti: Pjanic, Khedira (J). Recupero: 3' pt e 4' st.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    juventus milanjuventus milan coppa italiajuventus milan 0-0cristiano ronaldorebicbonucci
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.