A- A+
Sport
Juventus, Morata dà uno schiaffo al Real Madrid: "Non torno"

Alvaro Morata e la Juventus: amore a mille. La Signora ha fatto breccia nel cuore del giovane attaccante e viceversa. Con la maglia bianconera ha ritrovato la nazionale spagnola. Ora in un'intervista rilasciata al programma "Al Primer Toque" di "Onda Cero" parla della famosa opzione di riacquisto che ha in mano il Real Madrid di Carlo Ancelotti e potrà esercitare nel 2016 o nel 2017. Morata da Florentino Perez non pensa di tornare: "Penso che da parte mia sarebbe una mancanza di rispetto per il mio club, l'allenatore e i compagni il solo fatto di pensare a questa ipotesi. Sono talmente felice e a mio agio alla Juventus che non posso neanche fermarmi a pensare al Real Madrid o a qualsiasi altri club".

Se Morata e la Juventus si amano, Morata e Madrid invece hanno avuto alcune incomprensioni (con Carlo Ancelotti allenatore nella scorsa stagione...). "Non ho capito perche' dopo alcune buone prestazioni mi ritrovavo fuori, non pretendevo di giocare titolare ma solo di essere trattato in maniera diversa". Meno male che ha trovato Massimiliano Allegri sulla sua strada: "Mi sento piu' valorizzato ora che sono all'estero, quando ho lasciato il Real Madrid uno dei miei obiettivi era conquistare la nazionale e alcuni pensavano che fossi pazzo. Ora sono qui convocato nella nazionale iberica, ndr) e per me e' incredibile, prima festeggiavo i successi de la "Roja", adesso ne faccio parte". Morata aggiunge: "Sogno di fare il primo gol, anche se non lo vivo come un'ossessione".

Morata parla anche del suo compagno di squadra e rivale per una maglia da titolare nella Juventus, Fernando Llorente. "Non e' solo un compagno per me. E' un amico e non dimentichero' mai tutto quello che ha fatto per me. Se sto facendo bene gran parte del merito e' suo, e' sempre pronto a congratularsi con me, a darmi consigli. Non e' facile incontrare persone come lui e infatti non ho mai sentito nessuno parlar male di Fernando. Spero di poter giocare di piu' al suo fianco". Morata parla anche di un calcio italiano che sta crescendo dopo qualche anno di crisi: "E' in evoluzione e piu' divertente rispetto a qualche anno fa". Su Pirlo e Buffon. "Li ho sempre ammirati, a Gigi e' impossibile segnargli anche nelle partitelle d'allenamento, mentre per quanto riguarda Andrea spesso mi fermo a guardarlo per studiare il suo modo di calciare le punizioni. Ma non provo a imitarlo per non cadere nel ridicolo...", conclude Alvaro Morata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
juventusmoratareal madridancelotti
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.