A- A+
Sport
Juventus-Napoli 4-3: autogol di Koulibaly condanna Ancelotti al 92'
(foto Lapresse)

Juventus-Napoli 4-3: autogol di Koulibaly condanna Ancelotti al 92'

Show tra Juventus e Napoli: i bianconeri vanno sul 3-0 grazie alle reti di Danilo, Higuain e Ronaldo, poi subiscono in tre minuti le reti di Manolas e Lozano, e quindi quella di Di Lorenzo nel finale. Quando sembra ormai deciso il match sul 3-3, l'autorete di Koulibaly in pieno recupero condanna il Napoli alla sconfitta.

JUVENTUS-NAPOLI 4-3, ANCELOTTI "PROVA NEGATIVA ANCHE SE FOSSE FINITA PARI"

"Non e' stato un test positivo. La prima ora non l'abbiamo fatta bene. Ma nonostante il 3-0 siamo rimasti in partita, l'abbiamo raddrizzata. La gara poteva finire anche 3-3, non sarebbe cambiato il giudizio sulla prestazione del Napoli, che e' negativa". Lo ha dichiarato Carlo Ancelotti ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta del Napoli a Torino contro la Juventus per 4-3. "Sul 2-0 la Juve ha agito in contropiede e noi abbiamo avuto il controllo. Poi l'abbiamo raddrizzata sulle palle inattive".

Parlando di Mario Rui e Lozano inseriti all'intervallo, Ancelotti ha spiegato: "Ho messo due giocatori freschi, un po' per le ammonizioni, un po' per dare piu' peso in avanti" mentre sulla chiave tattica ha aggiunto: "Abbiamo dato la possibilita' alla Juve di pressare e prendere coraggio. Matuidi ha fatto un lavoro straordinario, ma lasciava spazio dal lato di Fabian. Pero' noi non siamo mai riusciti ad arrivare li' con un passaggio pulito. Credo sia questa la chiave, perche' poi gli spazi c'erano. Abbiamo tentato di pressare in avanti, a volte ci siamo riusciti. Nei gol loro la difesa era piazzata. Il problema e' che quando ci sono 8 giocatori in area la marcatura deve essere stretta".

Il Napoli ha subito 6 gol in due partite e Ancelotti ha risposto che "la fase difensiva e' un problema collettivo e di sacrifici. In questo momento bisogna sacrificarsi e lo stiamo facendo poco".

Nessuna sorpresa, invece, sulla prestazione della Juventus che "ha qualita' e carattere. Riesce a dare sempre il 100% nelle grandi sfide. Noi possiamo competere, ma abbiamo perso un'occasione cominciando a giocare quando la partita era gia' persa. La prima ora di gioco ci lascia l'amaro in bocca". Visibilmente deluso, Ancelotti ha concluso: "E' normale quando non si vince. Sarei stato deluso anche se avessimo pareggiato. Per noi non cambia molto un punto in meno o in piu'. Certo, la Juve ha due punti in piu'. Ma avrei fatto le stesse considerazioni. Ora dobbiamo lavorare e ritrovare la forma migliore".

JUVENTUS-NAPOLI 4-3, MARTUSCIELLO "SARRI AVREBBE VOLUTO 4-0"

Due vittorie in due partite per Giovanni Martusciello sulla panchina della Juve in attesa che rientri il 'titolare' Maurizio Sarri. Il tecnico campano ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il 4-3 contro il Napoli spiegando che la Juve in vantaggio di tre gol ha subito un problema fisico e uno psicologico: "Il calo fisico e' stato importante, chiaramente giocavi contro una squadra forte qual e' il Napoli con una qualita' individuale e' superiore alla media del campionato italiano e ci ha messo in difficolta' ma c'e' da risaltare quell'ora di gioco in cui si poteva concretizzare qualche situazione in piu'. Dopo il 3-0, complice anche la condizione precaria c'e' stato qualcosa di mentale, perche' si possono prendere gol in qualsiasi circostanza, ma sul 3-0 chiaramente hai la pancia piena, forse ragioni in maniera sbagliata e concedi a giocatori di questa portata di farti male".

La Juventus ha subito due gol su calcio piazzato e Martusciello ha spiegato: "Quando si commettono errori di posizionamento e successivamente di reazione, con questi giocatori rischi di fare la frittata come e' successo. Pero' risalterei la grandissima prima ora, poi ha inciso un pochino tutto nel secondo tempo. Tre gol avanti pensavi che non avresti preso gol e poi per qualsiasi motivo un po' di paura ha fatto il tutto. Mi trovo da un mese qui e dalle amichevoli ad oggi, una cosa che mi ha colpito in maniera forte, e' che questo e' un gruppo che non molla mai, anzi, nelle difficolta' tira sempre fuori qualcosa di piu' e di diverso e anche stasera l'ha confermato". Sul fatto che la Juve stia gia' cambiando rispetto a quella di Allegri ha aggiunto: "Inizialmente si aveva una idea basata sulla difesa bassa e colpire in contropiede, pur avendo palleggio. Noi stiamo provando a difendere in avanti, non si puo' fare in un mese. Si e' lavorato sulle caratteristiche di certi giocatori, ma siamo stati piacevolmente colpiti da come siano cambiati. In particolar modo Pjanic. La fortuna e' quella di avere a disposizione una qualita' alta".

Sarri, abituato a fare poco turn-over, secondo Martusciello cambiera' predisposizione: "Vi assicuro che siccome qui la qualita' e' molto alta, da parte di tutti, si attingera' da tanti calciatori. Ma non dovremo perdere l'identita' di squadra. Qualsiasi cambiamento sara' mirato. La stagione e' lunga e c'e' la necessita' di attingere da tutta la rosa". Su De Ligt: "E' ancora un po' dietro. E' un ragazzo che viene da una squadra e un campionato differenti, ma ha grande intelligenza. Anche lui ha fatto un'ora abbondante molto buona, poi e' venuto meno nella condizione e ha commesso qualche errore che c'e' costato tanto. E' comunque un calciatore di grandissimo livello". Infine, Martusciello ha svelato cosa ha detto Sarri: "Ora tutti voi giornalisti siete contenti dello spettacolo, dei sette gol, mentre lui no. Avrebbe voluto un 4-0".

JUVENTUS-NAPOLI 4-3 TABELLINO

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (15' pt Danilo), Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (15' st Can), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain (31' st Dybala), Cristiano Ronaldo. A disposizione: Rabiot, Cuadrado, Bentancur, Rugani, Mandzukic, Pinsoglio, Demiral, Buffon, Bernardeschi. Allenatore: Sarri

NAPOLI (4-4-1-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (1' st Mario Rui); Callejon, Allan (29' st Elmas), Zielinski, Insigne (1' st Lozano); Ruiz; Mertens. A disposizione: Malcuit, Karnezis, Maksimovic, Younes, Verdi, Ospina, Gaetano, Hysaj, Luperto. Allenatore: Ancelotti

ARBITRO: Orsato di Schio

MARCATORI: 16' pt Danilo (J), 19' pt Higuain (J), 17' st Ronaldo (J), 21' st Manolas (N), 23' st Lozano (N), 36' st Di Lorenzo (N), 47' st aut. Koulibaly (J)

NOTE: Ammoniti: Matuidi, Alex Sandro, Douglas Costa (J), Ghoulam, Di Lorenzo, Elmas (N). Recupero: 3' e 3'. Calci d'angolo: 5-2 per il Napoli

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    juventus-napoli 4-3juventus-napolikoulibalyautogol koulibalyancelotti
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

    Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.