A- A+
Sport
Milan, Berlusconi e le voci su mr Bee per stanare il milionario cinese

Il broker thailandese Bee Taechaubol pronto a prendere il 30% del Milan a 250 milioni (salendo poi al controllo di maggioranza del club in 4-5 anni)? Mr Bee Potrebbe essere uno specchietto per le allodole. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, Silvio Berlusconi avrebbe fatto trapelare queste indiscrezioni per fare uscire allo scoperto un misterioso miliardario cinese.

Il magnate asiatico sarebbe interessato al club di via Aldo Rossi e non legato a Wang Jianlin, patron di Wanda Group che ha recentemente rilevato Infront, ha una partecipazione di minoranza nell'Atletico Madrid e starebbe pensando di investire nel progetto del nuovo stadio del Milan.

La Fininvest smentisce "nel modo più categorico che sia stato raggiunto alcun accordo per la cessione di quote del Milan". L'azienda in una nota "ribadisce peraltro quanto più volte affermato: vari soggetti hanno mostrato interesse per una partnership relativa al Milan, ma le ipotesi riguardano esclusivamente eventuali partecipazioni di minoranza". La Fininvest "non è infatti interessata a cedere il controllo della società calcistica".

Tags:
milanberlusconimr bee
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.