A- A+
Sport


Claudio Lippi, giornalista di Milan Channel, è morto in seguito a un incidente in moto avvenuto nella mattina di martedì. Lippi aveva 42 anni. Lascia la compagna e una figlia di un anno e mezzo. Il giornalista si è schiantato contro un'auto in via Vigevanese, a Buccinasco, in provincia di Milano. Inutili il soccorso in elicottero del 118 e il trasferimento all'Humanitas di Rozzano.

Il Milan ha pubblicato un messaggio di cordoglio sul suo sito: «Il Presidente Onorario Silvio Berlusconi, i Vice Presidenti Adriano Galliani e Paolo Berlusconi, il Consiglio d'Amministrazione, i Tecnici, i Calciatori e il Personale tutto di A.C. Milan si stringono affettuosamente alla famiglia per la scomparsa del caro amico Claudio Lippi», si legge nella nota.
 
«Compagno di tante avventure, ti porteremo sempre con noi» scrive ancora la società rossonera su Twitter. E sempre sul sito di microblogging intervengo anche diversi calciatori rossoneri. «Rip Claudio», scrive Kevin Prince Boateng. «Com'è ingiusta la vita... Non riesco ancora a crederci... Sempre i migliori se ne vanno... Ti voglio bene Claudio!», è il commento di Stephan El Shaarawy. «Una notizia terribile... ciao Claudio... riposa in pace», scrive Riccardo Montolivo.

Tags:
milan

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.