A- A+
Sport
Milan-Juve. ElSha recuperato, Vidal-panca. Broker, vince la Signora

Allegri "Milan? non sara' una gara come le altre" - "Non sara' una partita come le altre". Massimiliano Allegri si avvicina cosi' alla sfida serale contro il Milan a San Siro. "Non sono una macchina, sono un uomo, la' ho passato tre anni e mezzo indimenticabili che fanno parte del mio passato e della mia vita professionale e umana. Per me quella di domani sara' una serata con forti emozioni", aggiunge il tecnico della Juventus in conferenza stampa a Vinovo. "Vidal? Si e' un po' allenato con la squadra, oggi lavorera' con la squadra e decidero' se mandarlo in campo dall'inizio o farlo partire dalla panchina. Ma - sottolinea Allegri - ha fatto dei passi avanti e sono contento". Il conte Max fa il verso a Filippo Inzaghi in conferenza stampa: "Gli auguro tutte le fortune del mondo ma da dopodomani, domani spero di vincere io". Oltre ad affrontare il suo piu' recente passato, Allegri domani sera sfidera' Filippo Inzaghi, con il quale i rapporti non sono mai stati particolarmente idilliaci. "Ma no, assolutamente - minimizza il tecnico della Juventus, come fatto gia' dal suo collega rossonero, in conferenza stampa a Vinovo - io e Filippo abbiamo due storie completamente diverse a livello professionale. Lui e' stato un grandissimo campione e ha vinto tantissimo da calciatore. Da allenatore ho iniziato prima di lui, dalle piccole squadre, e grazie ai buoni risultati sono riuscito ad allenare il Milan. Quest'anno per lui e' arrivata la fortuna e la responsabilita' di allenare subito il Milan, che e' casa sua"

Inzaghi 1 "Ogni bene ad Allegri, ma dopo la partita" - "Con Allegri ho avuto incompresioni, ma chiarite". Lo ha detto il tecnico del Milan, Filippo Inzaghi, alla vigilia del big-match con la Juve, allenata ora dal suo ex mister Massimiliano Allegri. "Allegri e' un tecnico molto preparato e ci rendera' la vita difficile - ha detto Inzaghi in conferenza stampa - Ha trovato una grande squadra e gli auguro ogni bene possibile, magari dopo la partita di domani sera...". Da ex bianconero, 'SuperPippo' sottolinea che "ho un bellissimo rapporto con tutte le mie ex squadre. Andrea Agnelli mi ha subito scritto dopo il Viareggio vinto. Conservo un buon ricordo di tutte le squadre dove ho giocato, con lavoro e serieta' si viene sempre ricordati con affetto". "Tutti noi sappiamo che Juventus e Roma sono di un altro livello, poi ci sono le altre che possono inserirsi - ha aggiunto il coach rossonero - Noi siamo li' e ce la giochiamo con tutti. Ho letto tante interviste dei miei giocatori che hanno speso belle parole. Non vedo l'ora di giocare questa partita".

Inzaghi 2 "Normale che si sia pensato prima a Conte" - "E' normale che una societa' come il Milan abbia pensato ad Antonio Conte. Mi fa piacere somigliargli, certe cose ci accomunano, come alcuni valori e regole". Il tecnico del Milan non prova alcun imbarazzo a ricordare come il club rossonero abbia anche cercato, prima di lui, l'attuale ct della Nazionale ed ex allenatore della Juventus, squadra che il 'Diavolo' affrontera' domani sera al 'Meazza'. "Siamo sempre in undici contro undici - spiega il mister del Milan in conferenza stampa- Loro hanno grandi certezze e noi le stiamo acquisendo. Speriamo di potercela giocare alla pari. Non partiamo battuti e vogliamo fare una grande gara. San Siro con il suo pubblico lo conosco: puo' darti quel qualcosa in piu'. Dobbiamo crescere in tutti i sensi, ma lo spirito della squadra e' un buon punto di partenza".

Galliani: "Ho corteggiato Conte" - "Diciamo che un po' di corteggiamento c'è stato. Conte è un grandissimo allenatore. E secondo me Inzaghi gli somiglia molto". Lo ha detto Adriano Galliani alla vigilia di Milan-Juventus. Ora però Pippo è il mister: "E' sempre motivato. C'è una sintonia totale, tra me, lui e il presidente Berlusconi".   Con la Juve non c'è l'intesa di qualche dirigenza fa: "Ai tempi di Giraudo avevamo visioni di politica calcistica condivise. Attualmente le cose sono cambiate e, a differenza di un tempo, ci sono molti più punti in comune con l'Inter", spiega al Corsera. Su Balotelli: "Ho capito che il suo desiderio era di andarsene. Se crescerà diventerà un grandissimo giocatore. Il suo gol col Liverpool mi ha fatto molto piacere. Basta bad boys? Diciamo che questo tipo di attenzione è un po' cresciuta".

Qui Milan. Torres recuperato, dubbio El Shaarawy-Bonaventura. Faraone leggermente favorito nel tridente con Menez e Honda - Recuperati El Shaarawy e Torres: il giovane azzurro si giochera' una maglia con Bonaventura, mentre lo spagnolo partira' dalla panchina. Per il resto tutto confermato, con la mediana composta da Muntari, Poli e De Jong, mentre la difesa sara' formata da Abate, Rami, Zapata e De Sciglio. In porta ci sara' Abbiati, alla sua presenza numero 325.

Qui Juve. Vidal verso la panca - Asamoah favorito per la fascia sinistra su Evra, con Lichsteiner a destra. Vidal in panchina per preservarlo in vista del tour de force che lo attende (turno infrassetimanale, poi ancora campionato e delicata sfida con l'Atletico Madrid). Il Guerriero potrebbe comunque essere un'arma di riserva molto importante. Marchisio con Pogba e Pereyra in mezzo al campo. Caceres, Bonucci e Chiellini saranno il muro davanti a Buffon. Tevez e Llorente probabile coppia d'attacco.

Scommesse: Milan vs Juventus, bwin favorisce i bianconeri a 2.30 - Tutto è pronto a San Siro per Milan-Juventus, big match della terza giornata di Serie A. Dopo aver superato l’esame allo Juventus Stadium e aver vinto la prima di Champions League, Allegri torna da ex al Meazza per una partita densa di significati. Le quote bwin sorridono ai bianconeri che a casa del Diavolo partono da favoriti (2.30). Dopo la rocambolesca vittoria a Parma, il Milan scende in campo carico e deciso a restare in vetta: meno fiducia nei ragazzi di Inzaghi (3.00) ma i rossoneri hanno dimostrato di avere numerose soluzioni in zona offensiva per mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

Berlusconi, con Inzaghi la svolta. Vinceremo scudetto - Silvio Berlusconi ai coordinatori regionali di FI e' apparso galvanizzato dall'inizio di stagione del Milan. Con Inzaghi - ha spiegato il Cavaliere - c'e' stata la svolta. Ora - ha detto l'ex premier - vinceremo lo scudetto.

Tags:
milan juveallegriinzaghisan siro
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.