A- A+
Milan News
Brahim Diaz show, poi Origi e Leao: il Milan cala il poker contro il Monza
Brahim Diaz (foto Lapresse)

Milan-Monza 4-1: Diaz show, poi Origi e Leao

Brahim Diaz incanta di nuovo San Siro: dopo il gol da favola alla Juventus, lo spagnolo si ripete con una rete palla al piede lungo 35 metri di campo che sblocca la partita col Monza. Poi il numero 10 del Milan regala un altro gioiello con un destro che va a finire all'angolino e batte un incolpevole Di Gregorio. Brahim spaventa il pubblico di San Siro quando nel secondo tempo esce per un problemino muscolare, anche se poi Pioli a fine partita rassicura:  "E' uscito per un affaticamento, ma non sembra nulla di grave". Dalla prime informazioni dovrebbe essere una contrattura al gluteo sinistro.

Finisce 4-1 per il Milan, per i rossoneri poi arriva il gioiello di Origi (botta da fuori che finisce all'incrocio, il belga aveva anche pescato Brahim Diaz in area nell'azione del 2-0 per la squadra di Pioli) e il gol di Leao (su assist di Theo Hernandez). Il Monza accorcia momentaneamente sul 3-1 con una punizione di Ranocchia.

Milan, super Diaz contro il Monza. Pioli: "Brahim? Gli avversari faticano a prenderlo. Origi? Grandissimo attaccante completo"

Brahim Diaz protagonista assoluto nel 4-1 di Milan-Monza: "Gli piace agire sul centro-destra, oggi doveva stare più alto. Quando sta bene si vede, ha la gamba fresca, gli avversari faticano a prenderlo. Ha avuto un affaticamento muscolare: non sembra nulla di grave nè per lui, nè per Dest", ha spiegato Stefano Pioli a Dazn al termine del match. L'allenatore del Milan analizza la vittoria dei suoi ragazzi: "La squadra ha cominciato bene la partita: ha rischiato poco e costruito molto. Tutte cose molto positive se non ancora qualche qualche soprattutto nella gestione che poi non ci permette di controllare meglio la partita". Su De Ketelaere (subentrato a Diaz): "Ci dimentichiamo che Brahim è il terzo anno che è con noi, mentre Charles qualche mese. Pensavo di farlo giocare nei 15 minuti finali. Ha la qualità per incidere nella nostra fase offensiva. Deve fare di più, lo sa anche lui. Percorso che necesità ancora del tempo, ma conta la volontà del ragazzo. La differenza la fa lo spirito di squadra". Pioli sulla prestazione di Messias: "Ha fatto tutta la fascia, si è sacrificato tanto con quantità e qualità. Ha fatto un'ottima gara". 

Milan Theo Hernandez Brahim DiazTheo Hernandez - Brahim Diaz (foto Lapresse)
 

L'allenatore rossonero parla delle scelte di formazione per questa partita con il Monza: "A voi piace il termine turnover, ma i miei giocatori sanno che ho tanta fiducia e ho tanti titolari. Se non avessi avuto problemi con gli infortuni avrei fatto molte più rotazioni: ho la fortuna di avere una squadra forte. Ho messo in campo una squadra forte, in panchina c'erano altri giocatori forti e anche martedì sarà così". Fronte gol subiti: "Dovuti a qualche disattenzione, oggi alla qualità di Ranocchia. L'importante è segnare tanti gol. Cerchiamo di andare avanti con i nostri concerti e nostri principi". Pioli a Milan TV ha poi sottolineato l'ottima prestazione di Origi: “Lo ritengo un grandissimo attaccante. È completo. Ci è mancato tanto, abbiamo dovuto spingere Oli a giocare tanto. È completo, si muove, va in profondità, ha fisicità, vince i duelli aerei: è un giocatore forte. Ogni singola partita peserà alla fine: l’anno scorso abbiamo vinto per due punti, dobbiamo ragionare così. Sono contento per lui, aveva sofferto tanto per l’infortunio: sono convinto che questa prestazione e questo gol gli daranno ancora più entusiasmo”.

MILAN-MONZA 4-1 TABELLINO

MARCATORI: 16’ e 41’ Diaz, 65’ Origi, 70’ Ranocchia, 84’ Leao.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Dest (dal 46’ Kalulu), Kjaer (dal 60’ Gabbia), Tomori, Theo; Bennacer, Pobega; Messias, Diaz (dal 53’ De Ketelaere), Rebic (dal 60’ Leao); Origi (dal 78’ Vranckx). A disp.: Mirante, Jungdal, Ballo-Touré, Adli, Tonali, Giroud, Bakayoko, Thiaw, Krunic. All.: Pioli.

MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio; Antov, Pablo Marì, Caldirola (dal 54’ Carboni); Ciurria, Barberis (dal 46’ Ranocchia), Sensi (dal 66’ Bondo), Carlos Augusto; Pessina, Caprari (dal 66’ Gytkjaer); Mota Carvalho (dal 54’ Petagna). A disp.: Cragno, Sorrentino, Donati, Marlon, Machin, Valoti, Birindelli, Colpani, D'Alessandro, Vignato. All.: Palladino.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
brahim diazleaoorigi





in evidenza
Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

MediaTech

Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14


in vetrina
A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


motori
Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.