A- A+
Sport
Addio Montezemolo: "Avrei voluto lasciare la Ferrari a fine 2015"

Ferrari: a Montezemolo liquidazione di 27 milioni - Dopo l''addio' alla Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo percepira' in totale 27 milioni di euro. In una nota, Fiat spiega che il presidente uscente percepira' l'indennita' di fine mandato attribuitagli sin dal 2003 (gia' descritta nella Relazione sulla Remunerazione pubblicata dalla Societa') che e' pari a cinque volte la componente fissa della remunerazione annua di Euro 2.742.000 e quindi in totale a 13.710.000 euro, pagabile nell'arco di vent'anni. Inoltre, "a fronte anche dell'impegno dell'Avv. Montezemolo di non svolgere attivita' in concorrenza con il Gruppo Fiat sino al marzo 2017, sara' corrisposta la componente fissa e variabile della remunerazione dovuta sino a tale momento, che corrisponde alla originaria scadenza del mandato in Ferrari, complessivamente pari ad 13.253.000 euro, da erogare entro il 31 gennaio 2015". Si tratta quindi di un totale complessivo di 27 milioni (precisamente 26,96 mln).

IL GIORNO DELL'ADDIO

PARLA MONTEZEMOLO

"E' un giorno importante perché, dopo 23 anni passati molto in fretta, oggi rassegno le dimissioni dalla Ferrari. Le rassegno perché credo che sia finita un'epoca e un ciclo molto importante per l'azienda". Sono le prime parole pronunciate da Luca Cordero di Montezemolo nella conferenza stampa congiunta con Sergio Marchionne. "Se ne apre un altro che spero, penso e mi auguro che possa essere più importante. Un ciclo nuovo e un ciclo diverso".

Lcdm rivela che avrebbe voluto proseguire sino a fine 2015 prima di dare l'addio: "Nel mio programma avevo pensato di chiudere la mia vicenda professionale alla fine dell'anno prossimo però questo appuntamento è un appuntamento che apre un discorso nuovo". Però... "è giusto che una fase nuova si apra in un modo differente e che la apra l'amministratore delegato dell'intero gruppo".

Se ne va con una Ferrari in grande crisi di risultati. Prova s spiegarne le ragioni: "Quest'anno usciamo da un anno molto brutto, fondamentalmente perché abbiamo sottovalutato la difficoltà di questo sistema di motore nuovo, che non è un motore tradizionale. E credo che sia questo il vero problema". Ma è ottimista sul futuro: "Ci sono tutte le premesse per tornare presto a vincere. Se guardiamo avanti e agli investimenti che abbiamo fatto, credo che oggi abbiamo macchine all'avanguardia tecnologica. La Ferrari avrà ancora più forza. Io sono contento di lasciare un'azienda in queste condizioni. Sono contento che ci siano le premesse per un'ulteriore crescita". Lui avrà molto tempo libero da novembre: "Sono contento di avere un po' meno stress e di poter andare a prendere a scuola ogni tanto mio figlio di 4 anni. Ma soprattutto sono contento di aver fatto fino in fondo il mio dovere e di avere gestito questa azienda straordinaria. Sono orgoglioso di uscire al momento giusto. Ho avuto l'onore di avere fatto il presidente in un momento difficile. Ho avuto un privilegio e un onore straordinario di essere il leader di questa azienda. Grazie a tutti voi".

Montezemolo fa qualche ringraziamento speciale: "Voglio fare un ringraziamento a tutti i clienti e collezionisti che in questi anni ci sono venuti dietro. E un saluto ai tifosi, che anche nei momenti difficili ci hanno continuato a sostenere. Abbiamo passato momenti straordinari di vittorie e momenti difficili. A loro il ringraziamento e un saluto e l'assoluta convinzione del massimo impegno per riportare la Ferrari dove la Ferrari deve essere. E infine vorrei ringraziare un grande amico come Emilio Botin, che è mancato proprio oggi. Voglio ringraziarlo perché era un vero ferrarista ed è nei nostri cuori". Rimpianti? "L'importante è non averne troppi, un po' ne ho, altrimenti sarei un presuntuoso e un pazzo. Ma li tengo per me". Ma aggiunge: "Dobbiamo avere qualche rimpianto per non aver vinto il Mondiale 2010 e 2012. Io considero negative le ultime due stagioni, noi abbiamo due campioni del mondo. Da Kimi ci aspettiamo un finale di stagione forte. Fernando è il pilota più forte in gara. Noi dobbiamo sviluppare una macchina compertitiva, il resto sono parole".

PARLA MARCHIONNE

Marchionne invece ha spiegato: "Per quanto riguarda il futuro della Ferrari, vorrei chiarire un paio di punti. Non c'è la minima intenzione di integrare le operazioni della Ferrari in Fiat-Chrysler. Voglio proteggere l'integrità della Ferrari e non farla inquinare. il successo della Ferrari è dovuto in gran parte dal fatto che sia un marchio unico. Sul rapporto con Montezemolo: "L'amicizia tra me e Luca continua. E' stato un passo inevitabile, ma sono processi che succedono in tutte le aziende. In un gruppo come Fiat-Chrysler noi stiamo preparando e abbiamo sempre preparato piani di successione. Ci sono piani nell'azienda che vengono sempre esaminati per capire chi è pronto per coprire certi ruoli. Voglio ringraziarti (riferito a Montezemolo, ndr) per l'amicizia e per il fatto che ci siamo sopportati bene per 10 anni (sorride, ndr)".

"Non credo che questa stagione sarà una grande stagione per la Ferrari, ma credo nella squadra e nelle gestione sportiva di questa azienda. Il 2014 sarà un anno difficile, speriamo di più l'anno prossimo e quando c'è qualcosa da annunciare ve lo diremo", prosegue Marchionne. "La gestione sportiva continua a essere un elemento essenziale della Ferrari. Lavoreremo per cercare di vincere perché fa parte del Dna di questa azienda".

Alonso e Raikkonen rimarranno? Marchionne fa mea culpa a nome del Cavallino: "Sono due campioni del mondo, sfortunatamente non siamo riusciti a dargli i mezzi per vincere". La Ferrari rimarrà sempre in F1? "Io non ho alcuna intenzione di andarmene, tra 120 anni non so cosa succederà".

"Come immagino l'addio alla Fiat o alla Ferrari? Il mio ruolo di a.d. della Fiat dipende totalmente dal supporto del consiglio d'amministrazione. Nel momento in cui verrà a mancare, possono avere la chiavi e le dimissioni istantanemanete. Io dipendo dal supporto continuo di un ente che non sono io. Non ho io autorità per decidere se, come e quando andrò via".

Tags:
montezemoloferrarimarchionnef1fiatlingotto
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.