A- A+
Sport
Ecclestone: "La Formula 1 lontana da Monza. Alonso? Parla come un politico perchè..."

Il contratto tra Monza e Fom scade nel 2016. E il futuro? "Non buono. Non credo che faremo un altro contratto, il vecchio è stato un disastro per noi dal punto di vista commerciale. Dopo il 2016 bye bye...". Bernie Ecclestone vede una Formula 1 lontana dal circuito brianzolo nel futuro prossimo. Parole che spaventano gli appassionati quelle pronununciate dal boss del Circus alla Gazzetta dello Sport.

Intanto la F.1 perde spettatori da noi... "Le audience sono più basse in Italia che altrove. I canali tv si sono frazionati col digitale, ci sono Twitter, Facebook e altri mezzi di comunicazione, i giovani sono distratti. Come far crescere gli ascolti italiani? Se la Ferrari iniziasse a piazzarsi prima e seconda in qualifica e gara... Le audience salirebbero ovunque, la Ferrari è una passione mondiale".

La nuova F.1 è promossa male. "Posso essere d'accordo. La F.1 tuttavia è principalmente un discorso di uomini, eroi del volante che catalizzano l'attenzione più della tecnica. I piloti dovrebbero fare di più. Invece sono costretti a firmare contratti in cui i team li possono controllare ogni istante del giorno. E perdono spontaneità, freschezza, mentre dovrebbero essere liberi di parlare senza freni, con la stampa, col pubblico. Prendiamo Raikkonen: personaggio bellissimo, imprevedibile, dal quale ti aspetti sempre la risposta originale. Ma deve assoggettarsi a dichiarazioni scontate, per cui sai già cosa ti dirà. Alonso? Parla come un politico...Potesse esprimersi liberamente, chissà quante cose divertenti e interessanti scopriremmo. Io ho avuto in Brabham gente come Lauda e Piquet e non mi sono mai sognato di metter loro la museruola".

Tags:
monzaformula 1ecclestone
in evidenza
Renzi-Open, ispettori a Firenze Bravo Nordio, il commento

Annalisa Chirico debutta su Affari - GUARDA IL VIDEO

Renzi-Open, ispettori a Firenze
Bravo Nordio, il commento


in vetrina
Poste Italiane, consegnato il Premio Speciale Matilde Serao

Poste Italiane, consegnato il Premio Speciale Matilde Serao


motori
Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.