A- A+
Sport
Manita Roma. Pjanic: "Siamo da Champions più che da campionato"

Pjanic, "Roma piu' adatta a champions che campionato" - Il bosniaco della Roma Miralem Pjanic e' chiaro: la Roma e' piu' adatta alla Champions che al Campionato.Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport dopo la facile vittoria sul Cska Mosca. "Abbiamo dominato. Sono contento di come abbiamo iniziato, giocato e gestito. Potevamo fare ancora meglio, ma siamo contenti della partita e di aver iniziato bene la Champions. Forse la Champions e' piu' adatta al nostro gioco perche' tutte le squadre giocano in modo aperto. Nelle settimane scorse in campionato abbiamo trovato poco spazio e le squadre ci affrontano diversamente che in Champions. Qui esprimiamo la nostra qualita'. Come avevamo preparato la partita? Abbiamo fatto quello che ci ha chiesto il mister, giocando con qualita' e possesso palla. Una vittoria meritata di fronte ai nostri tifosi che erano incredibili. Adesso vogliamo continuare"

Florenzi, "partenza a razzo preparata da tempo" - Alessandro Florenzi non ci sta a cedere la rete del 5-0... Ai microfoni di Sky Sport il giocatore della Roma ha infatti cosi' commentato la rete che l'Uefa ha attribuito (autogol) al difensore russo Ignashevich:"Io ho toccato qualcosa, non so se la palla o la testa dell'avversario". Sulla partita invece Florenzi ha spiegato: "Quello che abbiamo fatto era preparato da due giorni. Questo inizio forte c'e' stato e poi l'efficacia fa tutto. Se fai tre tiri e tre goal tutto diventa piu' facile". In tribuna c'era Conte a guardarti... "Quando entro in campo non penso a cio' che c'e' fuori" ha spiegato.

Garcia "grande risultato, a Manchester con fiducia" - Rudi Garcia e' felice per la prova della sua squadra ed e' convinto che il risultato maturato sia piu' merito della Roma che demerito del Cska. "Loro valgono di piu' di quel che dica il risultato -ha detto il tecnico francese ai microfoni di Sky-. Noi siamo stati bravi a colpirli dove sapevamo che potevano avere dei punti deboli, ovvero tra le linee, con i due davanti e mettendoci piu' voglia". Aveva preparato perfettamente la partita alla vigilia... "Dovevamo avere la testa libera, avere entusiasmo e cosi' e' stato. Questo e' un gruppo fantastico che e' contento di giocare insieme e di dare gioia ai tifosi". Peccato per gli infortuni di Astori e Iturbe... "Valuteremo l'entita' nei prossimi giorni, speriamo non sia grave". Pjanic dice che il gioco della Roma e' piu' adatto alla Champions che al campionato... "Non esiste gioco europeo o italiano. Non lo penso.Andremo a Monaco e Manchester e ce la giocheremo. Sappiamo tutti che non sono stati contenti di averci trovato nel girone. Iniziare con tre punti puo' essere una cosa pesante. Andremo a Manchester da outsider ma con fiducia, sperando di fare un risultato positivo". Ora la squadra giallorossa si rituffa nel campionato..."Ora abbiamo quattro giorni dobbiamo fare in modo che chi ha giocato recuperi bene. L'unico peccato di stasera sono gli infortunati, per il resto siamo sulla strada giusta. Sono contento cosi'".

De Sanctis, "speriamo gol preso non pesi a dicembre" - Piu' arrabbiato per la rete subita nel finale che per la larga vittoria sul Cska, il portiere della Roma Morgan De Sanctis ha esaminato il ritorno in Champions della sua Roma."Le aspettative erano tante, ci tenevamo a fare bella figura perche' la Roma tornava in Champions dopo tre anni - ha detto ai microfoni di Sky-. Siamo stati bravi ad aggredire l'avversario. Un risultato strameritato, peccato solo che nel secondo tempo abbiamo concesso loro piu' di un'occasione che oggi non vuol dire niente, speriamo sia cosi' anche a dicembre. Penso al Napoli che l'anno scorso e' stato eliminato per colpa di un gol di differenza a 12 punti. Questo e' un girone che potrebbe avere risvolti simili".Ora Bayern e City hanno qualche preoccupazione in piu'? "Quando una squadra come la Roma parte dalla quarta fascia si creano complicazioni anche per gli avversari. Noi possiamo recriminare per il girone, ma anche Bayern e City. Se dovessimo superare il girone sarebbe importante". Grandissima la sua parata nel primo tempo su Doumbia... "Ho cercato di non dargli punti di riferimento visto che aveva mille soluzioni. Sono rimasto fermo e sono stato fortunato. Fortuna che non mi aiutato nell'azione del goal dove il rimpallo ha favorito Musa". Cosa cambia questa vittoria? "Cambia pochissimo perche' la possibilita' di passare il turno ce la giocheremo con City e Bayern. Il passaggio di oggi era obbligatorio perche' non mi immagino una debacle delle altre due.Purtroppo non sarebbe una cosa positiva, speriamo che il Cska faccia punti fino a quando la ritroveremo a Mosca".

Gervinho, "abbiamo fatto diventare partita facile" - "Le partite non sono mai facili. Siamo noi che abbiamo disputato una grande partita e che l'abbiamo fatta diventare facile. Abbiamo disputato una grande partita sia in fase difensiva che offensiva". Autore di una doppietta, Gervinho ha cosi' commentato, ai microfoni di Sky Sport, la vittoria dilagante della sua Roma contro il Cska Mosca in Champions League. Adesso Manchester City e Bayern hanno mille timori in piu'. "Non mi importano le altre due, e' importante la nostra squadra e aver fatto una grande partita oggi. La mia preoccupazione non sono mai le avversarie ma la mia squadra", aggiunge l'attaccante ivoriano.

Maicon, "ottimo inizio, ma ancora tanto da lavorare" - Al termine della goleada con cui la Roma ha piegato il Csla Mosca, il difensore brasiliano Maicon ha commentato la splendida serata giallorossa. "Abbiamo iniziato bene, ma c'e' ancora tanto da lavorare, soprattuto in un girone complicato come il nostro" ha detto ai microfoni di Mediaset.Bayern e Manchester City sono avvisati... "Noi ci concentriamo su ogni partita. Sappiamo che e' difficile, ma dovranno lavorare anche loro perche' sanno che anche noi vogliamo passare il girone". Sembri tornato rigenerato dalla Nazionale... "Io sto bene, i miei compagni mi hanno ricevuto a braccia aperte. Sto lavorando bene, sono tranquillo, spero di fare ancora bene nelle prossime partite".

Goleada Roma, 5-1 contro il Cska Mosca - Goleada della Roma, che debutta in Champions League rifilando un secco 5 a 1 ai malcapitati russi del Cska Mosca. Apre le danze Iturbe, che prima di abbandonare il campo per infortunio a meta' del primo tempo, trova il tempo di infilare Akinfeev su assist di Gervinho. Passano solo 3 minuti e le parti si invertono, con il giocatore africano che concretizza in rete un ottimo passaggio dell'ex veronese. Al 19' la Roma segna la sua terza rete con Maicon, bravo a piegare le mani con un tiro potente da posizione defilata un colpevole Akinfeev. Il poker lo cala nuovamente Gervinho, che dopo essere entrato in area al termine dell'ennesima "volata", lascia sul posto un avversario e batte il malcapitato portiere russo. Nel primo tempo gli ospiti non superano mai la meta' campo, se non con un'iniziativa di Doumbia, bravo a lasciare sul posto Maicon, ma colpevole nel lasciarsi ipnotizzare da De Sanctis in uscita. La ripresa e' solo accademia per la Roma, che dopo aver segnato la sua quinta rete (autogol di Ignashevich su pressione di Florenzi), gestisce il vantaggio in vista del match di campionato di domenica contro il Cagliari di Zeman. Nel finale c'e' anche il tempo per il gol della bandiera di Musa per il 5 a 1 definitivo.

Dopo due anni di assenza, la Roma torna in Champions League in grande stile, battendo con il roboante punteggio di 5-1 i campioni russi del Cska Mosca. Partenza a razzo dei giallorossi che al primo affondo sfiorano subito la rete con una bella azione sulla corsia destra. Cross di Nainggolan e provvidenziale intervento di Fernandez ad anticipare Gervinho ben piazzato. Iturbe, al suo debutto in Europa, "bagna" il suo esordio con un magnifico gol: assist al bacio di Gervinho che lo mette tutto solo davanti ad Akinfeev e l'ex veronese non perdona.Passano appena 3 minuti e si invertono i ruoli: Pjanic serve Iturbe, che vede l'inserimento in area di Gervinho, il quale raddoppia facilmente. Il Cska prova a reagire con Doumbia, bravo a sfruttare un errore di Maicon, su una ripartenza, ma una volta giunto a tu per tu con De Sanctis l'ivoriano si fa ipnotizzare.Dal possibile 2-1 alla terza rete della Roma: bella iniziativa di Maicon sulla destra, che una volta entrato in area fa partire un tiro velenoso che piega le mani ad un colpevole Akinfeev. Prima della fine del primo tempo la Roma riesce addirittura a calare il poker ancora con Gervinho, splendidamente lanciato da Totti, che mette a sedere Nababkin, rientra sul sinistro e con un preciso diagonale batte Akinfeev. Ci prova anche Pjanic su cross di Maicon con un bel tiro al volo, ma il portiere russo si salva.

Nella ripresa la Roma potrebbe iniziare a pensare alla partita di domenica contro il Cagliari di Zeman, ma continua a divertire e divertirsi. Si inizia con una pericolosa azione di Gervinho, che lascia sul posto il diretto marcatore e mette al centro senza che nessuno riesca ad approfittarne. Arriva presto anche la quinta rete giallorossa grazie ad un autogol di Ignashevich, che per anticipare Florenzi su cross di Torosidis infila il proprio portiere. Mentre sugli spalti iniziano dei tafferugli che vedono come protagonisti i tifosi russi (si sono registrati due feriti di cui uno accoltellato prima del match fuori dallo stadio), il Cska prova a mettere fuori la testa con Eremenko ed Efremov, ma De Sanctis si salva. Ci prova ancora Pjainic dopo un triangolo con Florenzi, ma la sua conclusione non e' delle migliori. La migliore occasione russa capita sui piedi di Doumbia, che fa fuori Manolas ma spara il pallone sopra la traversa. Nel finale c'e' anche spazio per la rete della bandiera del Cska con il nigeriano Musa, il quale mette in mostra una bellissima serpentina che lo smarca davanti a De Sanctis, il quale non puo' nulla sulla sua conclusione. I gol degli ospiti potrebbero addirittura essere due, ma su di un gran tiro del bulgaro Milanov che dopo aver colpito la traversa oltrepassa la linea di porta, l'arbitro di linea e' disattento.

Tags:
romachampionsmaiconpijnictottide rossi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.