A- A+
Sport
agnelli tevez

JUVE-TEVEZ VICINISSIMI

La Juventus sarebbe sul punto di accogliere l'Apache nella sua tribù. I dirigenti della Vecchia Signora avrebbero trovato l'accordo con Carlos Tevez, secondo quanto riporta Sportmediaset. Un colpo condotto a fari quasi spenti, visto che dopo le indiscrezioni di qualche settimana fa, tutta l'attenzione mediatica si era spostata sulle mosse riguardanti Higuain (con Florentino Perez che ha invitato i bianconeri al colloquio domenica) e alla diatriba con la Fiorentina (meglio, con Della Valle) per Jovetic. Ecco invece spuntare Carlitos a un passo. Marotta attende il fax del Manchester City che dovrebbe dare il via libera per la chiusura dell'affare e che permetterebbe di siglare tutto senza neppure missioni in Inghilterra. Come noto il 28enne attaccante argentino è a un anno dalla scadenza di contratto con i Citizen e ha manifestato la sua intenzione a lasciare la squadra. Un anno e mezzo fa era a un passo dal Milan, ma tutto si bloccò (perché Berlusconi mise il veto all'ultimo secondo sulla cessione di Pato), ora Tevez potrebbe davvero coronare il sogno di sbarcare in Italia...

JUVE FATTO L'ARRIVO DI BERARDI - La Juventus ha ormai definito con il Sassuolo l'acquisto del gioiello classe '94, Domenico Berardi. Un bel campionato in serie B (37 presenze e 11 gol) per questo attaccante di assoluto talento che la prossima stagione rimarrà nella squadra di patron Squinzi per fare esperienza in serie A e possibilmente per contribuire alla salvezza.

marchisio modificato 5

Florentino alla Juve. "Higuain? Ne parliamo domenica". Marchisio: c'è anche lo United

"Non è facile andarsene se il tuo club non vuole mandarti via. Non ho mai messo in vendita Higuain. Ci saranno altri motivi per cui Higuain vuole andar via, ma non è sicuramente per questo (ossia averlo messo sul mercato, ndr.)". Florentino Perez mette i puntini sulle 'i' nell'affare con la Juve per l'attaccante argentino. Anzi precisa: "La società bianconera non ci ha mai chiesto informazioni su di lui. Abbiamo molto tempo per parlare con lui". Apre a un colloquio e fissa una data: "Non abbiamo mai parlato con la Juventus, può essere che magari ne parlaremo domenica prossima, quando viene a giocare la partita (si giocherà un'amichevole tra vecchie glorie delle due squadre, ndr), può essere che ne parleremo, ma al momento non abbiamo mai ricevuto nessuna offerta". Il presidente del club madrinista però manda un avvertimento: "Non si deve parlare con il giocatore prima di aver parlato con la società, la Juventus è un club amico, quindi se ha interesse ne parlerà con noi".

Detto che Jovetic è nei desideri anche di Mourinho, il fronte Marchisio aggiunge un pretendente a quello del Monaco di Claudio Ranieri (che lo lanciò in bianconero): una telefonata del Manchester United alla sede di Corso Galileo Ferraris rende la storia del Piccolo Principe ancora più ingarbugliata. Nessuna offerta ufficiale, ma il segnale che se ne riparlerà. Il 28enne ha fatto sapere di voler restare nella sua Juve, ma molto dipenderà non solo dall'offerta sull'ingaggio (a proposito del Monaco si è parlato di 6 milioni netti), ma anche di quella legata al cartellino. A 30 sarebbe difficile trattenerlo e rifiutare.

La Juventus sta lavorando in attacco anche su Angelo Ogbonna e Simone Zaza (che piacciono pure al Milan). L'idea è prenderne la comproprietà (attualmente tra Sampdoria e Ascoli), lasciandolo per un anno a Genova dove potrebbe fare esperienza in serie A dopo l'ottima stagione tra i cadetti.

BUFFON: "JOVETIC BENVENUTO, MARCHISIO E' NORMALE CHE ABBIA OFFERTE" - "Jovetic? Tutti i giocatori che potrebbero arrivare alla Juventus per migliorarla sono i benvenuti, portieri esclusi" scherza Buffon. "Se in questo processo di crescita della Juventus e in questa programmazione che ci ha visto già quest'anno spingerci oltre le aspettative, aggiungiamo giocatori importanti credo che si farà prima ad arrivare a risultati che potevano sembrare insperati. Noi vogliamo continuare sulla stessa falsariga dell'anno scorso a livello europeo, vogliamo mantenere il rispetto che secondo me le avversarie nutrivano nell'affrontarci e se possibile anche migliorare il traguardo toccato quest'anno (quarti di finale, ndr), anche se dipende pure dal fato, perchè se il Manchester United è andato fuori agli ottavi non vuol dire che abbia fallito, è uscito contro il Real Madrid". Marchisio è nel mirino dei grandi club... "Per quel che riguarda Marchisio, c'era scritto che c'è stata una proposta, ma penso che anche le altre società estere abbiano il diritto di fare delle proposte nei confronti dei giocatori della Juve, non è che nel momento in cui giochi nella Juve, gli altri debbano essere disinteressati a te. Penso che ci stia tutto, anche perchè Claudio è un grandissimo campione ed è normale che abbia dei pretendenti di questo calibro".

LOTITO, "SUPERCOPPA IN ITALIA? MA DI CERTO NON A TORINO" - "La Lazio fara' valere l'applicazione delle regole, mentre in Lega la posizione della Juve non mi sembra che trovi sponde". Queste le parole battagliere del presidente della Lazio Claudio Lotito in merito alla querelle con la Juventus sulla scelta di data e sede della prossima finale di Supercoppa. I bianconeri, impegnati nello stesso periodo in tournee, avrebbero voluto disputare la partita in America mentre l'orientamento dei biancocelesti e' quello di far rispettare il contratto e giocare a Pechino. "La Lazio aveva un torneo in Sud America e non ha preso parte rinunciando a somme importanti, gli altri invece partono dal presupposto di interessi personali o del proprio club. Cosi' il sistema perde credibilita'. E' un problema di rispetto delle regole - ha proseguito il patron biancoceleste - noi stiamo all'interno di una associazione e bisogna che tutti la rispettino. Ci sono 20 societa' e quando viene assunta una posizione della Lega con la sottoscrizione di un contratto, che deve essere rispettato e onorato, altrimenti la Lega perde di credibilita', l'ente diventerebbe inaffidabile, sarebbe un danno di immagine oltre che economico". In Lega si sta pero' discutendo anche di alternative a Pechino, tra cui spunta ora la possibilita' di giocare in Italia: "Una cosa sia chiara - ha avvertito Lotito - che noi la vogliamo svolgere all'estero. Poi, se qualcuno la vorra' svolgere in Italia sicuramente non sara' a Torino. Su questo non c'e' ombra di dubbio, anche perche' se qualcuno dice che non si presenta e manda la Primavera c'e' anche lo 0-3 a tavolino".

 

 ROMA. BALDINI LASCIA, RESCISSIONE CONSENSUALE - Franco Baldini e la Roma si separano. La societa' giallorossa ha annunciato sul proprio sito internet la rescissione consensuale del contratto. Il direttore generale della Roma, dunque, non e' piu' Franco Baldini. La societa' ha reso noto sul proprio sito internet di "aver risolto consensualmente il rapporto professionale con Franco Baldini. Le operazioni calcistiche restano affidate al direttore sportivo Walter Sabatini che riportera' direttamente al CEO Italo Zanzi". "Ringraziamo Franco Baldini per il lavoro svolto al servizio della Roma nel corso delle due stagioni passate. Baldini ha avuto un ruolo importante nel lancio del nostro progetto. Gli auguriamo il meglio per le sue attivita' future", ha dichiarato il presidente del club, James Pallotta. "Voglio ringraziare la proprieta' della Roma per l'opportunita' che mi e' stata data. Sono stato benissimo a Roma e auguro il meglio per il club, i giocatori e tutti i tifosi", le parole di Franco Baldini. "Apprezziamo moltissimo il contributo fornito da Franco Baldini al nostro club - ha sottolineato il CEO della Roma, Italo Zanzi -. La nostra priorita' rimane il successo sul campo. Abbiamo fiducia nel nostro futuro e vogliamo continuare a costruirlo sulla base del talento che abbiamo assemblato in questi due anni. Walter Sabatini e io lavoreremo a stretto contatto con il presidente Pallotta per formare il nostro staff tecnico e la rosa per questa stagione".

Tags:
florentino perezjuventushiguaincalciomercatobuffonjoveticmarchisiolotitolazio
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.