A- A+
Sport
Parte la MotoGp, i dubbi di Vale Rossi: "Non smetto, ma..."

Il Dottore non ha intenzione di smettere, però certezze assolute non ne ha e metti una serie di 'se' e di 'ma' come premessa di questa stagione. Sì, Vale vuole andare avanti a patto pero' di lottare per qualcosa di importante. Col Gran Premio di Qatar si apre il Motomondiale 2014 e per Valentino Rossi e' il 19esimo anno in sella. "Un periodo molto lungo, potrei prendere la patente... - scherza - Ma voglio continuare, non e' la mia ultima stagione". Ma per andare avanti c'e' una condizione: "voglio essere sempre competitivo, assieme ai migliori, e questo sara' importante per decidere per il mio futuro". Rossi si avvicina alla nuova stagione con fiducia. "Sono molto soddisfatto dei test, sono stato piuttosto forte e veloce sia a Sepang, sia a Phillip Island - continua - Sono molto contento del lavoro ai box (in questa stagione che affronta per la prima volta nella categoria regina senza Jeremy Burgess e con Silvano Galbusera, ndr), abbiamo migliorato molto alcuni punti deboli dell'anno scorso, penso di essere pronto per la gara. Abbiamo una moto competitiva per lottare per il podio gia' in questo weekend. Anche i nostri avversari sono abbastanza veloci e penso ci saranno delle gare entusiasmanti, non vedo l'ora di battagliare". Quella che sta per cominciare e' una stagione ricca di novita' "e sara' interessante comprendere cosa puo' cambiare domani - commenta il centauro di Tavullia - Le Open possono essere molto forti, sia sul giro che sul passo gara. La gara puo' essere diversa rispetto all'anno scorso". Qualcuno sottolinea pero' che si sia creata un po' di confusione. "Ma per noi l'importante e' andare in pista, dare il massimo e vedere un bello spettacolo per la gente. Il risultato dopo la bandiera a scacchi e' la cosa piu' importante", chiosa Rossi.

Lorenzo, "fiducioso, podio sarebbe buon inizio" - "Sono molto fiducioso dopo che a Phillip Island abbiamo migliorato le nostre prestazioni. Mi sono sottoposto a tre interventi durante l'inverno per rimuovere delle placche dalla clavicola e dalla mano e mi auguro di non avere alcun problema per spingere al massimo". Sono queste le impressioni di Jorge Lorenzo in vista del Gran Premio del Qatar che domenica aprira' la stagione. "E' un buon tracciato per me e la Yamaha, qui ho vinto le ultime due gare ed e' una pista che si adatta bene alla M1", dice lo spagnolo. "L'unica cosa e' che dobbiamo vedere come si comportano le gomme. Sara' un campionato piu' serrato rispetto alla scorsa stagione. Marquez e' il favorito ma credo che anche io e Dani siamo in una buona posizione e Valentino sara' piu' affamato rispetto al 2013", aggiunge Lorenzo, confessando anche di non essere ancora al 100% fisicamente "ma ci sono vicino. Abbiamo avuto tre test su due tracciati, a Sepang non abbiamo avuto una buona gomma per noi ma sui circuiti normali, in condizioni normali, siamo piu' o meno come lo scorso anno". "La gara di domani - prosegue - sara' la piu' importante delle prime tre, se non inizi bene, se sei fuori dal podio, ha piu' pressione per le altre prove. Sarebbe importante partire salendo almeno sul podio, se poi non dovesse succedere ricordiamoci che il Mondiale e' molto lungo". Per quanto riguarda la novita' Open, "l'ideale sarebbe avere solo una categoria, molti team, magari 10-15 piloti in grado di lottare per il titolo - commenta Lorenzo - Ma bisogna anche ridurre i costi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
valentino rossimotogpjorge lorenzoyamaha
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.