A- A+
Toscana
Fiorentina, Dario Nardella: lo stadio lo ristrutturo io e ci metto la faccia
Dario Nardella Sindaco di Firenze

“A questo punto il nuovo Franchi lo facciamo noi. Ci metto la faccia e mi prenderò tutte le mie responsabilità - afferma Nardella - faremo un concorso internazionale di progettazione, i finanziamenti li chiederemo a soggetti come Bei, Credito Sportivo o Cassa Depositi e Prestiti. Affideremo i lavori nel 2023 e partiremo prima di fine mandato. Sarà il restyling più bello del mondo e lasceremo a bocca aperta tutti".

A pochissimi giorni dalla decisione del Ministero dei Beni Culturali, che ha detto sì alla ristrutturazione dello stadio ma senza abbatterlo, il sindaco di Firenze Dario Nardella prende in mano la patata bollente dell’impianto sportivo più discusso d’Italia (ricordiamo che il progetto era dall’architetto Pierluigi Nervi datato 1929 e costruito tra il 1930 e il 1932 nell'area in cui sorgeva il dismesso aerodromo di Campo di Marte, su iniziativa del marchese Luigi Ridolfi, ndr) e onde evitare strappi da parte del patron Rocco Commisso, che già si è impegnato alla realizzazione del centro sportivo della Fiorentina di Bagno a Ripoli con soldi propri, rende noto che "Il nuovo impianto lo realizzerà il Comune, faremo un concorso internazionale". Ma come? Nardella sottolinea "Stop alle polemiche, stop ad altre ipotesi, abbiamo perso fin troppo tempo. Prendo atto della decisione della Fiorentina di dichiarare chiuso il capitolo Franchi. A questo punto il nuovo Franchi lo facciamo noi. Ci metto la faccia e mi prenderò tutte le mie responsabilità. Faremo un concorso internazionale di progettazione, i finanziamenti li chiederemo a soggetti come Bei, Credito Sportivo o Cassa Depositi e Prestiti. Affideremo i lavori nel 2023 e partiremo prima di fine mandato. Sarà il restyling più bello del mondo e lasceremo a bocca aperta tutti". Per Nardella l'operazione di un nuovo Franchi con soldi pubblici diventa ora l’unica strada da seguire. Attraverso due fasi: la prima (1 milione di lavori a partire da febbraio, 7 milioni nel 2022, per il consolidamento statico della struttura). La seconda con un concorso internazionale di progettazione destinato ai migliori architetti del mondo.

Il sindaco di Firenze stima possano servire almeno 100 milioni di euro per un nuovo stadio Artemio Franchi coperto e ritiene che i soldi siano da trovare tramite banche e fondi e fondi statali: "Lo Stato ha detto che il Franchi è un bene importantissimo, allora ci aiuti". Il progetto dovrà rispondere ai criteri del Mibact ma non è tutto: il Comune si impegna a fare anche una riqualificazione totale del Campo di Marte con parcheggi, viale Paoli pedonale, la tramvia (il Ministero darà 249 milioni), nuovo verde e anche aree commerciali intorno allo stadio, anche al posto dei campini, che saranno date in gestione a privati. L'idea del sindaco è tentare una missione tutta pubblica, ma se la Fiorentina vorrà collaborare porte aperte: "Con Commisso ho ottimi rapporti - sottolinea Nardella – e se la Fiorentina intenderà entrare nell'operazione per la gestione del commerciale potrebbe essere una strada, assolutamente, ma non sta a me dirlo". Il patron della Fiorentina sottolinea: "Ora immagino che la burocrazia italiana insieme a tutte le realtà che si sono fortemente attivate per evidenziare al Mibact la necessità di salvare il Franchi come Archistar, Fondazioni e Comitati, siano altrettanto rapidi a raccogliere i fondi necessari che occorreranno al Comune per ristrutturare lo stadio. Bisognerà assolutamente evitare che il Franchi possa diventare una struttura abbandonata e cadente nel cuore della bellissima Firenze”. La Fiorentina pone dunque la parola fine alla questione stadio e la “palla” passa definitivamente al sindaco Nardella che intende accollarsi la risoluzione del problema.

 

 


 

Commenti
    Tags:
    fiorentinasindaco nardellastadiostopabbattimentoconcorso internazionalefinanziamentibeicredito sportivocassa depositi e prestitirestyling
    in evidenza
    Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena Arriva la "nuova" Diletta Leotta

    Colpo di tele-mercato

    Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena
    Arriva la "nuova" Diletta Leotta

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Peugeot 308: comunicati prezzi e allestimenti

    Nuova Peugeot 308: comunicati prezzi e allestimenti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.