A- A+
Home
Un ristoro chiamato sushi? Un imprenditore combatte la crisi così

Un ristoro chiamato sushi. Esiste. Per fortuna, verrebbe da dire visto che - solo pochi giorni fa - la storia di Giuseppe Trebeschi (imprenditore che lavora nel Bresciano) ha fatto il giro della Rete con le sue frasi choc.

Dopo aver denunciato la perdita di quasi 2 milioni di euro di fatturato a causa della pandemia ed aver ricevuto circa 30 mila euro dallo stato, il business dell’imprenditore sta volando grazie all’asporto di sushi. Che sta andando a ruba nei suoi locali. Ed è una vera boccata d'ossigeno per le casse dell'azienda.

Le sue attività, in pratica, si sono riconvertite ed è come se avessero cambiato pelle. Trebeschi, con un grande fiuto imprenditoriale, sembra che stia imboccando la strada giusta. Solo pochi giorno fa aveva raccontato i disagi dovuti alla Pandemia, senza fare sconti: “Ad oggi ho ricevuto dallo Stato solo 30 mila euro, un vero dramma. Mi aspetto di tornare a fare il mio lavoro al 100%”, racconta.

Ma adesso, per fortuna, il suo ristoro si chiama sushi: l’unica vera arma per combattere la crisi (quanto meno con l’asporto). 

Tags:
covidcoronavirusristorigiuseppe trebeschi
in evidenza
Baci bollenti al caldo di Miami Diletta-Loris, che coppia. Foto

Amore alla luce del sole

Baci bollenti al caldo di Miami
Diletta-Loris, che coppia. Foto


in vetrina
Müller, premiata agli EDM Awards 2022

Müller, premiata agli EDM Awards 2022


motori
Alpine dal glorioso passato al grande successo a Milano AutoClassica

Alpine dal glorioso passato al grande successo a Milano AutoClassica

Coffee Break

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.