A- A+
Viaggi
Il 2015? L'anno giusto per visitare Torino
Mole Antonelliana

Di Maria Carla Rota
@MariaCarlaRota

 

La nomina a Capitale Europea dello Sport, l'ostensione straordinaria della Sacra Sindone, il bicentenario della nascita di Don Bosco, il nuovo allestimento del Museo Egizio, la vicinanza con Expo. Il 2015 sarà un anno ricco di eventi per Torino, che offrirà spunti per tutti i gusti agli appassionati di viaggi.

Per iniziare, dal 19 aprile al 24 giugno, è in programma l'ostensione della Sacra Sindone nel Duomo. Il lenzuolo sacro per la Chiesa Cattolica sarà esposto in occasione della celebrazione del 200° anniversario di Don Bosco, nato il 16 agosto 1815. L'ultimo giorno di esposizione del Telo, il 24 giugno, oltre che festa di San Giovanni Battista, patrono della città, è anche il giorno dell'onomastico del fondatore dei Salesiani. L'ostensione durerà 67 giorni, un periodo più lungo rispetto a quello di esposizioni passate, per mettere anche la visita di Papa Francesco, che ha assicurato la sua presenza, ma non ci sono ancora le date ufficiali.

Nel 2015 Torino sarà poi la Capitale Europea dello Sport con numerosi eventi sportivi organizzati nelle tante strutture allestite dalla città in occasione delle Olimpiadi del 2008.

In primavera sarà inaugurato anche il nuovo Museo Egizio, ampliato e rinnovato dopo cinque anni di lavori: è il secondo museo al mondo, dopo quello del Cairo, per l'importanza e la ricchezza dei reperti legati alla cultura egizia.

Considerato infine che in poco più di un'ora (con doppia possibilità di scelta, Italo o Trenitalia) si può arrivare a Milano, non potrà mancare una visita all'Esposizione Universale organizzata nel capoluogo lombardo.

L'ottimismo degli operatori del settore turistico punta molto sul prossimo anno: dodici mesi di cui approfittare per rendere la città una meta sempre più irrinunciabile, insieme ad altri capoluoghi come Milano e Venezia, per i turisti italiani e stranieri che visiteranno il Nord Italia.  

Punto di partenza ideale per scoprire la città è l'Ibis Hotel Torino, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova, da via Roma e via Lagrange, centri nevralgici dello shopping, dal Polo Reale e da piazza San Carlo, con i suoi caffè storici. La struttura fa parte degli ibis Styles, concepiti per offrire comodità, design e un happy mood evidente negli arredi moderni e colorati accostati allo stile antico del palazzo, così come nell'angolo bar in cui servirsi di acqua, caffè o the fino a notte fonda.

Oltre alla ricca visita culturale che Torino offre, è affascinante anche vivere la città e immergersi nell'aria  internazionale che si respira, per esempio, la sera in Piazza Vittorio Veneto. Si può fare una cena kurdo-turca low cost da Kirkuk Kaffé; bere un caffè al Fiorio, storico luogo di affari e politica già dai tempi di Carlo Alberto, che ogni mattina chiedeva ai suoi assistenti "Che si dice al Fiorio?"; mangiare un cremino da Pepino,  inventore del famoso "Pinguino", primo gelato al mondo su stecco ricoperto di cioccolato; mangiare una pizza o un piatto di cozze allo Sfashion's Cafè, dove è facilissimo incontrare Piero Chiambretti; bere un drink nel Quadrilatero della movida. E ancora, passeggiare al parco del Valentino oppure darsi allo shopping nel pittoresco e immenso mercato di Porta Palazzo. 

Per vedere la città con il suo inconfondibile skyline (tra cui la Mole Antonelliana, la Torre Littoria e il nuovissimo grattacielo di Intesa Sanpaolo) si può salire in cima alla Mole stessa, approfittandone per visitare il Museo del Cinema, oppure salire al Monte dei Cappuccini, dall'altra parte del Po, vero e proprio balcone sulla città.

Torino è circondata infine dalla "Corona di delizie", ovvero un sistema di residenze reali tutt'intorno alla città, molte delle quali nate inizialmente come palazzine di caccia e poi diventate sfarzosi edifici simbolo della dinastia sabauda. Tra queste la Venaria Reale, grandioso complesso con 80.000 metri quadri di edificio monumentale della reggia e 60 ettari di giardini, adiacenti al seicentesco centro storico di Venaria e ai 3.000 ettari recintati del parco La Mandria. Un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997 e aperto al pubblico nel 2007 dopo essere stato il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali.

Qui è possibile visitare, fino al 14 settembre 2014, la mostra "Alta Moda, Grande Teatro", un affascinante viaggio nell'eleganza e nel costume attraverso più di duecento tra abiti di scena, da concerto, bozzetti, firmati dai più grandi stilisti. A proposito di Expo, invece, la Reggia di Venaria, con Torino, sarà "uno dei principali centri dell’esposizione del 2015: una prestigiosa vetrina di eventi ed iniziative culturali di rilevanza internazionale", come ha recentemente dichiarato il presidente Fabrizio Del Noce. Nel prossimo Cda di inizio settembre si discuterà anche della proposta di Vittorio Sgarbi di esporre alla Reggia la Venere del Botticelli

LINK UTILI:

www.lavenaria.it

www.sindone.org

http://it.donbosco-torino.org/bicentenaio-db/

http://www.torino2015.it/

http://www.torino-weekend.com/

www.expo2015.org

www.ibis.com

venariaVenaria Reale
modaGiorgio Armani per Joaquín Cortés - Alta Moda, Grande Teatro
 
ibisstyletorinoIbis Styles Torino
 

 

Tags:
torinoviaggivisitareturismo
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.