Politica

Zuckerberg nella bufera va da Trump e scatena la stampa Usa

 

Washington, 20 set. (askanews) - Mark Zuckerberg nello Studio Ovale trascina l'ironia della stampa Usa. In un tweet Donald Trump ha postato l' "incontro simpatico" con il patron di Facebook, e tuttavia il Washington Post ci scherza sopra: "Ha lasciato incolume l'Oval Office, ma non è ancora fuori dal bosco, ossia da Washington". La stretta di mano con il fondatore del social network, che in questi anni è stato tirato in ballo più e più volte per il RussiaGate, non significa infatti la pace.La visita è una specie di ritorno al futuro: Zuckerberg ha dovuto discutere con alcuni parlamentari la regolamentazione di Internet. Facebook sta infatti affrontando da 18 mesi una miriade di questioni normative e legali su concorrenza, privacy, censura e trasparenza della propaganda elettorale.E uno dei suoi peggiori nemici è proprio Trump, che ha costantemente criticato i social media come Facebook, Google e persino la sua piattaforma preferita, Twitter, abbracciando le accuse dei più critici conservatori. Trump ha affermato in passato che queste società sono contro di lui e ha persino suggerito alle autorità di regolamentazione statunitensi di far causa per pregiudizio anti-conservatore.

-->