I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Affari di Genio
Patrizio Cappella: Dalla sofferenza la leva per vincere nella vita e nel lavoro

Bocciato in seconda media. Bocciato in prima liceo. Senza diploma e quindi senza laurea. In crisi dai 13 ai 17 anni. Eppure, oggi, uomo di 50 anni e di successo. Imprenditore dei trasporti, sua la ACB srl e l'Autotrasporti Ortelli Srl, con diversi milioni di fatturato. Nel 2017 fa nascere anche la Open Source Management di Bergamo che si occupa di formare  i titolari di aziende e i loro collaboratori attraverso l'erogazione di corsi e consulenze. Lui si chiama Patrizio Cappella: a 21 anni salva la sua vita salendo su di un autorticolato su cui rimane fino ai 35 anni. Poi si mette a studiare perché capisce che la formazione è fondamentale se si vuole crescere  nella vita.

È in età  adulta che capisce il valore della scuola: che per lui è stata per oltre un decennio la strada. Di giorno e di notte, con la pioggia, la nebbia, il sole, la neve. 
 
Diventa imprenditore di se stesso; dà vita ad una serie di aziende che offrono servizi. Di se stesso dice: "ringrazio di aver capito il valore della sofferenza. Se sai capirne il valore, se sai superare quell'asticella, allora potrai passare alla seconda fase: quella del sano egoismo, dove lavori per crescere, per vedere un sogno che si realizza. Poi, conclusa questa fase chiudi il cerchio: e restituisci quanto la vita ti ha dato".
 
Non c'è stato nulla  di semplice per lui. Dalle levatacce alle  tre del mattino, che si concludevano a bordo del proprio autoarticolato alle 23, 19 ore dopo essersi svegliato,  fino ad arrivare ai giorni in cui la semina dava i suoi frutti. 
 
"Lì ti rendi conto che puoi restituire, ed arriva la terza fase. Sento dire che tanti ragazzi oggi non sarebbero pronti o che non avrebbero voglia di lavorare. Mi sento di confutare questa tesi. Ho un ragazzo di 21 anni che si accinge ad aprire la sua prima attività in piena autonomia."
 
"Il successo non è  quando ti metti a contare i soldi fatti o quando ti leghi a beni materiali. Il successo è  quando diventi consapevole di aver superato la fase più  dura, quella della sofferenza. Quello è davvero il successo"
 
"Per questo sono venuto qui questa sera, alla Soft Skills Academy di Massimo De Donno. Perché rientra nel mio progetto di restituzione alla vita. Qui posso offrire l'opportunità di farcela: a partire dal mio personale esempio. In una logica, per altro, win-win. Se riesco a convincere almeno uno solo della grande opportunità  che la vita ci offre quando ci fa soffrire; se riesco ad intravedere almeno in uno dei ragazzi la voglia di accettare la sfida, allora quel sogno partorito 30 anni fa riesco ancora a rinnovarlo. E a vincere di nuovo.
 
Anche se le carte che la vita mi aveva messo in mano da ragazzino, non sembravano felici. Ed invece il nostro destino ce lo costruiamo noi.
 
Ecco l'intervista 👉 https://youtu.be/O9enw61XqLQ

Max Rigano

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gestione del tempoproduttività





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.