I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Politicamente scorretto
Europeismo, il nuovo dogma incontrovertibile e inconfutabile della politica
Notorio da anni, adesso è ufficiale.
Il dogma della politica incontrovertibile e inconfutabile è "l' europeismo".
Qualunque rappresentante politico o un comune elettore e cittadino che si azzardi a muovere una critica nei confronti del nuovo dogmatismo imperante o a non abbracciare l' ortodossia fideistica, viene tacciato di eresia e stigmatizzato in aeternum.
La pena che dovranno scontare i reprobi saranno l'esilio e la scomunica che li porterà ad essere considerati reietti della società attuale e futura.
Lo si è visto in queste settimane in cui si è svolta la crisi di Governo e l' incarico conferito al Professor Draghi.
Qualunque critica all'Europa in quanto Istituzione, ma, soprattutto, ideale, è stata bollata e condannata come uno dei peggiori peccati mortali.
La considerazione e il giudizio nei confronti dei reprobi sono così sprezzanti che potrebbero essere paragonati a quanto è accaduto, in passato, agli eretici.
I rappresentanti e i sostenitori delle ideologie sovraniste e patriottiche perennemente criticate tout court senza alcun dibattito razionale, oggi vengono costretti a prostrarsi in cenere e cilicio per l'espiazione dei propri peccati.
La forza del dogma è assoluta e non ammette devianze.
Chi "folgorato sulla via di Damasco", chi timoroso dell' esilio perpetuo dalla politica politicante, fatto sta che nessuna voce critica o semplicemente  "fuori dal coro" ecumenico europeista, si è udita in questi giorni così convulsi e così omologati.
La totale mancanza di un piano pandemico europeo; l'abbandono dell'Italia ad inizio epidemia; il disastroso piano di acquisto vaccinale; i prestiti del magnificente NextgenerationUE elargiti con il contagocce e non ancora arrivati nelle casse dell'erario; i diktat su riforme e tassazioni che incombono come spada di Damocle sulla testa di noi italiani per i prossimi decenni.
Nessun allarme lanciato, nessun critica emessa, solo poco flebili voci di pochi coraggiosi resistenti bollati come i peggiori eretici.
L'Italia rinasce con un fiore, è il motto della campagna vaccinale anticovid, una primavera radiosa ci aspetta, così ci ripetono i sacerdoti del dogma europeo.
Più che una rinascita, parrebbe un cupo medioevo in cui il Rinascimento è alquanto lontano.
 

 

 
Commenti
    Tags:
    europeista
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Un bel cappio per il collo Ecco i primi aiuti dello stato

    Covid vissuto con ironia

    Un bel cappio per il collo
    Ecco i primi aiuti dello stato

    i più visti
    in vetrina
    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."

    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.