A- A+
Costume
Andar per ulivi, frantoi e borghi delle oltre cento Città dell'Olio d'Italia.

Il millenario patrimonio olivicolo italiano attraverso la storia di un borgo, lo sviluppo di un frantoio, il lavoro quotidiano di un’azienda. L’associazione nazionale Città dell’olio ancora una volta, insieme a 117 città disseminate in tutta Italia, apre il sipario sul paesaggio degli oliveti per dar vita alla terza edizione della Camminata tra gli olivi. All’appuntamento, fissato per domenica 27 ottobre fra colline, sentieri, terrazze e borghi di fascino, hanno risposto oltre città di ogni parte del Paese. Tutta l’Italia sarà in cammino per scoprire nuovi itinerari e nuove suggestive passeggiate nell’Italia dell’olio extravergine e anche per festeggiare i 25 anni delle Città dell’olio. E quasi a celebrare l’importante anniversario dell’associazione la Camminata tra gli olivi quest’anno ha ottenuto un prestigioso riconoscimento dalla Fondazione The Routes of the Olive Tree che ha sede a Kalamata in Grecia: il premio onorario Raccomandato dalle Strade dell’Olivo del Consiglio d’Europa. È l’inizio di una collaborazione che punta a iniziative comuni finalizzate alla promozione della cultura dell’olivo nel Mediterraneo.

“È un evento che continua a sorprendere perché riesce a coinvolgere migliaia di persone e dimostra che il turismo dell’olio è un volano strategico delle nostre economie locali”, sottolinea Enrico Lupi, presidente delle Città dell’Olio. Sono 17 –dalla Lombardia alla Sardegna– le regioni italiane che hanno aderito al grande evento 2019. Toscana in vetta con 19 Città dell’Olio partecipanti. Segue la Sardegna con 13 città, la Liguria con 12, l’Abruzzo con 11, la Puglia a con 10 e via via le altre a seguire. Passeggiate, degustazioni. visite ai luoghi e al patrimonio artistico e culturale delle città. Ogni Comune si è rimesso al lavoro e ha selezionato un percorso tra gli olivi con caratteristiche uniche storiche e ambientali e per la terza volta saranno tante le opportunità per camminare circondati dal suggestivo paesaggio degli olivi, con eventi dedicati a famiglie e appassionati.

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi oltre 320 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, Cciaa, Parchi e Gal) tutela il territorio olivicolo e si batte per la valorizzazione dei paesaggi e per l’inserimento di aree territoriali olivicole nel prestigioso Registro nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del ministero delle Politiche Agricole.

 

Commenti
    Tags:
    evoumbriacampaniaoleifici
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Una birra in camera, una in... Ecco il nuovo "giro dei locali"

    Coronavirus vissuto con ironia

    Una birra in camera, una in...
    Ecco il nuovo "giro dei locali"

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 3 IN BILICO PER LA FINALE. LO SCHERZO A SOSSIO.. Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 2020 3 IN BILICO PER LA FINALE. LO SCHERZO A SOSSIO.. Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arriva in Italia la XC40 Recharge la prima Volvo ibrida di serie

    Arriva in Italia la XC40 Recharge la prima Volvo ibrida di serie


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.