A- A+
Costume
Berlusconi diventa vegetariano. "Soffro per gli animali al macello"

Svolta vegetariana per Silvio Berlusconi. L'ex presidente del consiglio ha fatto sapere che non mangerà più carne: "Da quando ho letto delle sofferenze degli animali che viaggiano verso il macello, e quindi verso la morte, m’è passata la voglia di mangiare carne".

Da qui la decisione molto netta: "Posso farne a meno, della carne. E lo farò".

"Stiamo parlando di creature meravigliose. Come si fa a ucciderle? Come si fa a mangiarle?", avrebbe confidato ai suoi più stretti collaboratori, fra cui una commossa Michela Vittoria Brambilla, da sempre in prima fila nella difesa dei diritti degli animali.

Berlusconi ha poi detto al suo chef di non ricorrere più alla carne anche per la preparazione del ragù.

Tags:
berlusconivegetarianoanimalimacello
in evidenza
Natale gender free : al bando gli spot dei regali "sessisti"

La legge che crea polemica

Natale gender free: al bando gli spot dei regali "sessisti"


in vetrina
Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni

Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni

motori
Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.