A- A+
Costume
Grande Cucina Talent Prize 2022, lo chef Zanini si aggiudica la medaglia d'oro
Grande Cucina Talent Prize

Grande Cucina Talent Prize: svelati i nuovi protagonisti e le nuove tendenze nel mondo dell’enogastronomia italiana

Si è tenuta presso Congusto Gourmet Institute la cerimonia di premiazione di Grande Cucina Talent Prize, il prestigioso riconoscimento dedicato ai giovani talenti dell’enogastronomia istituito dal neo-direttore dello storico magazine b2b Grande Cucina, Federico Lorefice. Affaritaliani.it lo ha incontrato pochi giorni dopo la premiazione per scoprire quali sono le nuove tendenze nel settore food emerse in questa occasione e quali i protagonisti, tra finalisti e vincitori, da tenere d’occhio nel prossimo futuro.

federico loreficeFederico Lorefice, direttore del magazine Grande Cucina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facciamo un passo indietro, come è nata l’idea del Talent Prize e qual è l’obiettivo?

"Nasce tutto dal rilancio di Grande Cucina, rivista ventennale destinata agli addetti ai lavori e da sempre attenta nel raccontare storie di nuovi chef emergenti. Abbiamo voluto riprendere questo fil rouge, attualizzandolo e rendendolo più vicino al mondo della ristorazione, proprio con l’istituzione di questo premio, il cui intento è quello di dare visibilità, voce e spazio alle promesse under 35".

"Alla base del premio vi è infatti la ricerca del talento e l’idea che i giovani vadano sostenuti all’inizio del loro percorso, quando manca ancora l’esperienza ma il carattere è già riconoscibile, così come la voglia di intraprendere un’iniziativa professionale. Abbiamo premiato chi si è distinto per innovazione, promozione del Made in Italy, attenzione alla sostenibilità".
E chi ha vinto? Ci sveli i talenti da tenere d’occhio in futuro.

"Hanno vinto il carattere, la grinta e il coraggio, oltre alla grande perizia e padronanza delle materie prime. Questi giovani chef, dopo aver avuto esperienze di prim’ordine in tutto il mondo, hanno avuto la voglia di tornare nella loro terra d'origine per aprire il loro ristorante".

"Ad aggiudicarsi il titolo di Grande Cucina Talent Chef è stato Stefano Zanini del ristorante Mos a Desenzano del Garda (BS), che ha convinto la giuria con una creazione di grande tecnica - il caciucco di lago - che reinterpreta in chiave “local” e sostenibile un piatto della tradizione toscana, rendendo omaggio alla cucina del suo territorio d’origine. Accanto a lui, sono arrivati sul podio i talentuosi Federico Ferrari del Mirepuà a Cremolino (AL) e Denis Iaccarini di Cantine Morbelli a Ivrea (TO)".

Competenza, tecnica, coraggio… quali altri trend sono emersi?

"Sicuramente ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione, che sono emersi con chiarezza. Pur con una forte spinta verso l’innovazione e la sperimentazione, tutti i talenti hanno dimostrato grande rispetto della tradizione, cultura del prodotto e delle materie prime, un legame con le proprie radici e il proprio territorio, un’attenzione particolare alla sostenibilità e un notevole coraggio imprenditoriale".

"Sebbene molto giovani, hanno girato il mondo, si tengono costantemente aggiornati, fanno ricerca, sperimentano: hanno un background e un bagaglio di esperienze che fino a pochi anni fa era impensabile alla loro età. Sono competenti, preparati, appassionati e dotati di grande maturità. E non mi riferisco soltanto alla cucina…".

C’è qualcosa oltre alla cucina?

"Si sta facendo strada una particolare attenzione verso tutte quelle aree satellite strettamente correlate alla cucina: la sala, la pasticceria da ristorazione e la mixology. Queste categorie, rimaste sempre un po’ in ombra, meritano invece nuova luce e nuova dignità, in quanto contribuiscono in maniera fondamentale alla creazione di un’esperienza gastronomica unica".

"A questo proposito, il nostro Talent Prize ha assegnato tre Special Mention: nella categoria Bere Miscelato è stato premiato Andrea Arcaini, Bar Manager di Rita’s Tiki Room a Milano, tra i Responsabili di Sala si è distinta Alessia Taffarel del ristorante Contraste a Milano, per la Pasticceria da Ristorazione, è emerso Christian Marasca, Pastry Chef di Zia Restaurant a Roma".

Un bilancio di questa prima edizione e un auspicio per il prossimo anno.

"Il bilancio non può che essere positivo! Abbiamo avuto infatti una risposta inimmaginabile e ben oltre le aspettative sia da parte degli chef emergenti che dei professionisti, un bel segnale che spero possa essere di ispirazione anche per altri giovani. Un elemento che ci ha colpito, invece, tra le oltre 400 candidature pervenute da tutta Italia, è stata la poca presenza delle donne tra gli chef; al contrario, tra i responsabili di sala, i mixologist e i pastry chef sono state moltissime. Questo è uno spunto di riflessione importante, e ci auguriamo che il nostro Talent Prize possa contribuire a invertire la rotta".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cucinagrande cucina talent prize





    in evidenza
    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    La classifica comscore

    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    
    in vetrina
    Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream

    Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream

    motori
    Opel Experimental: ridefinisce il futuro dell'illuminazione automobilistica

    Opel Experimental: ridefinisce il futuro dell'illuminazione automobilistica

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.