A- A+
Costume
H&M, troppi abiti invenduti: arruolata la talpa di Cambridge Analytica
LaPresse

Dopo lo scandalo degli abiti bruciati e i dati sull'invenduto che continuano ad aumentare, il colosso svedese H&M corre ai ripari. E lo fa arruolando un pezzo da novanta: Christopher Wylie, ricercatore numero uno di Cambridge Analytica, noto per essere l’informatore dello scandalo che ha coinvolto Facebook.

Sarà lui infatti il nuovo direttore delle ricerche del gigante del fast fashion a partire dal 1 dicembre. Wylie lavorerà al fianco di Arti Zeighami, il numero uno della divisione intelligenza artificiale, e il suo compito sarà quello di capire come far fronte alle emergenze nel campo della sostenibilità.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    h&mcambridge analyticachristopher wylie
    in evidenza
    Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

    Le foto delle vip

    Ferragni spettacolare a Parigi
    Calze a rete e niente slip

    i più visti
    in vetrina
    Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

    Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


    casa, immobiliare
    motori
    Renault svela gli interni della nuova Austral

    Renault svela gli interni della nuova Austral


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.