A- A+
Costume
Harmont&Blaine cresce in Cina e Spagna

Nell’attesa della quotazione a Piazza Affari, continua la corsa del bassotto all’estero ed in Italia. Dopo aver chiuso i primi sei mesi dell’anno con un fatturato di 40 milioni di euro, in crescita di oltre il 5% sul 2016, fortemente trainata dal segmento retail, domani l’azienda napoletana che fa capo a Domenico Menniti e all’amministratore delegato, Paolo Montefusco, apre un’altra prestigiosa boutique a Hong Kong presso Times Square, uno dei principali shopping mall della città asiatica e una delle mete più popolari per il turismo situata presso la Causeway Bay, il distretto più vivace della regione. L’opening della boutique di Hong Kong rappresenta il quarto punto vendita inaugurato negli ultimi tre mesi in Cina, dopo le recenti aperture nel mese di settembre all’interno del Sogo Department Store di Taipei City e nel New Yaohan Department Store di Macao e nel mese di ottobre presso lo Shopping Mall Elements di Hong Kong. Opening che rientrano in un più ampio progetto di espansione in Cina, dove Harmont & Blaine prevede di aprire complessivi 27 punti vendita nei prossimi cinque anni, di cui già 10 nel primo biennio.
 
Spagna. L’internazionalizzazione prosegue anche in Europa, con particolare attenzione alla Spagna, dove sono stati inaugurati cinque nuovi shop-in-shop presso El Corte Ingles nelle città di Bilbao, Santander, Malaga, Vigo e Gijon.  Con questi recenti cinque corner, che si aggiungono a quelli di Madrid, Valencia e Oviedo, salgono ad otto gli shop-in-shop di Harmont & Blaine nella regione iberica, che si conferma il primo mercato estero per le proposte del marchio. Forte di un elevato indice di gradimento del marchio sul mercato spagnolo, per il 2018 Harmont & Blaine prevede un ulteriore consolidamento della partnership con El Corte Ingles con la prevista apertura di 14 nuovi spazi dedicati al brand.
 
Italia
Parallelamente ai mercati esteri, prosegue il presidio del mercato italiano dove è recente l’inaugurazione di un corner presso il nuovo flagship de La Rinascente di Roma in via del Tritone. Un mercato, quello italiano, che resta strategico per il brand del bassotto e che sta registrando performance significative nel 2017, sia nei canali wholesale sia retail. Un successo dovuto lla sua capacità di interpretare il mediterranean lifestyle con collezioni caratterizzate dalla elevata qualità e dalla costante ricerca di colori, forme e nuovi materiali che rispondano alle richieste di un consumatore sempre più attento ed esigente. 
Con le ultime aperture in Italia e all’estero, il numero complessivo di punti vendita di Harmont&Blaine sale a oltre 140 location sparse nel mondo. A dare una spinta alla velocizzazione della crescita del marchio del bassotto, anticipando le mosse dei principali concorrenti internazionali, è l’apertura nell’ottobre di tre anni fa del capitale sociale (35%) al fondo di investimento Clessidra, che sta consentendo più cospicui investimenti nel retail nei prossimi anni negli States e sui mercati asiatici.
Eduardo Cagnazzi
 

Tags:
harmont&blainedomenico mennitipaolo montefusco
in evidenza
Cristina D'Avena, bikini esplosivo Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

Wanda, Fico e... Gallery Vip

Cristina D'Avena, bikini esplosivo
Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.