A- A+
Costume
Natuzzi brilla al salone del mobile: il racconto di Pasquale Junior

Giovane ma con le idee molto chiare, a ventisei anni, Pasquale Natuzzi Junior, PJ per gli amici, prova un profondo attaccamento all'azienda di famiglia, dove è operativo da sei anni, ma dove già bambino accompagnava il padre nelle stanze dove nasce il design dei prodotti del Gruppo.

"Mio padre i chiedeva cosa ne pensassi  e dava molta attenzione al mio parere. Questo atteggiamento di reciproco rispetto è quello che ci unisce oggi, con grande affetto, anche se abbiamo entrambi un carattere molto deciso.

Non mi sento - aggiunge durante l'intervista nello show room milanese in occasione del Salone del Mobile - colui che deve raccogliere un'eredità, ma una persona che vuole proseguire quanto fatto da mio padre con la stessa passione, forza e rispetto per i nostri dipendenti. Sono tremila nel mondo, il che vuol dire che abbiamo la responsabilità di dare lavoro e sostentamento ad altrettante famiglie."

"Abbiamo anche noi vissuto la crisi, ma oggi il nostro è un brand globale presente in numerosi Paesi, tra i primi abbiamo aperto sul mercato Asia-Pacific e in Brasile abbiamo uno stabilimento produttivo. La qualità, il design, la capacità creativa del gruppo Natuzzi sono la forza dell'azienda e dei suoi prodotti.

Cosa porta con se della sua terra quando viaggia nel mondo?

"La solarità e l'espansività"

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A PASQUALE NATUZZI JUNIOR 

 

 
 

HARMONY MAKER: NATUZZI ITALIA AL SALONE DEL MOBILE 2016

 

Chi vive in armonia con se stesso vive in armonia con l’universo.
(Marco Aurelio)

Costruire l'armonia lavorando sulle forme e sui materiali, comporre spazi in cui il design incontra l'estetica in un indissolubile abbraccio; fondere design, materiali, colori e funzioni per creare interior armonici e portare nel mondo lo stile e il saper vivere italiano, sono i tratti distintivi di Natuzzi Italia.
Natuzzi, il brand del design Made in Italy più conosciuto al mondo tra i consumatori di beni di lusso (fonte IPSOS-Lagardère), torna al Salone Internazionale del Mobile 2016 presentando la nuova collezione Natuzzi Italia e le sue importanti novità per la zona living, la zona notte e la zona dining: oltre 20 nuovi modelli - tra divani, letti, tavoli e sedie – comporranno un percorso senza soluzione di continuità in cui immergersi per cogliere lo stile che da sempre contraddistingue il marchio.
Oltre agli arredi, i set presentati saranno arricchiti dalle nuove proposte di complementi e accessori con lampade, tavoli, tavolini, tappeti e vasi.
In fiera, quindi, il visitatore potrà esplorare diversi ambienti della casa, ciascuno con un suo carattere definito ma tutti accomunati da una visione che permette di integrare i best seller delle collezioni ai nuovi prodotti che ogni anno l'azienda sviluppa. Tutto questo è possibile grazie al lavoro del Centro Stile Natuzzi, che segue lo sviluppo di ciascun prodotto, avendo come unica guida il DNA del brand.


IL CONCEPT
Il concept sul quale è stata ideata la nuova Collezione è l’armonia: l’armonia tra gli oggetti e le persone che fa di Natuzzi un “harmony maker”; l’anima di Natuzzi Italia è nell’incontro di queste due parole. La parola harmony è astratta, aspirazionale e descrive il lavoro di ricerca costante fatto dal centro stile; maker invece, rappresenta la concretezza, l’artigianalità, il saper fare. 
L'armonia che Natuzzi esporta nel mondo nasce dalle ispirazioni della sua terra, la Puglia: un crocevia di culture e contaminazioni che, negli anni, si sono amalgamate creando uno stile di vita e un modo di intendere il relax che il brand ha saputo tramutare in prodotto ed esportare con successo in tutto il mondo.


IL MOOD
La casa immaginata da Natuzzi è un luogo elegante e armonico, in cui gli arredi si fondono con le architetture in modo discreto. Il mondo Natuzzi ruota intorno al comfort degli imbottiti – divani e letti – e intorno alla convivialità della zona dining. Comfort e convivialità sono, infatti, i punti centrali dello stile Natuzzi che rappresenta nel mondo dell'arredo da oltre mezzo secolo.
L'intreccio di colori e materiali selezionati dal Centro Stile Natuzzi crea ambienti soffusi, caldi e accoglienti che portano nelle case di tutte le latitudini l’essenza del Made in Italy. 
Lo stile Natuzzi, che coniuga design, forme, colori e funzioni, trova nelle ambientazioni del Salone 2016 il luogo naturale per esprimersi al meglio.

 

I COLORI
La collezione Natuzzi Italia trova la sua massima espressione nei nuovi colori scelti dal Centro Stile Natuzzi, una filosofia cromatica basata sui neutri perfetti e su colori intensi che si enfatizzano a vicenda risaltandosi.
La palette dei neutri perfetti nasce da un'evoluzione dell'accostamento di colori essenziali fino a raggiungere tonalità ideali.
Le gradazioni neutre accolgono nuove cromie e sfumature: al bianco, marrone e tortora - colori di punta della collezione - si uniscono gradazioni sempre più perfette di grigio, cammello, brick, blu oceano e ottanio. La scelta di questo armonico contrasto fa sì che i toni neutri donino agli ambienti un senso di quiete, mentre i colori intensi sottolineano le forme degli arredi contribuendo a conferire un look pacatamente deciso con uno sguardo ai trend più contemporanei. 


I MATERIALI
I nuovi colori vengono esaltati dai diversi materiali in cui sono declinati, soprattutto nei rivestimenti. Gli oltre cinquanta anni di esperienza nella pelle e la costante attività di ricerca su nuovi rivestimenti giocano un ruolo decisivo nella creazione dei neutri perfetti. La selezione incessante delle pelli migliori e dei tessuti naturali viene pensata in funzione del colore: i materiali non ospitano il colore ma ne diventano il palcoscenico ideale per esprimerne tutte le potenzialità. Quindici diverse tipologie di pelle, disponibili in 93 colori, e ventisette tipi di tessuti, declinati in 151 colori, danno vita ad accordi cromatici unici. Una proposta di stile senza tempo, un moderno less-is-more dove linee pulite e forme pure diventano le pietre miliari in questo percorso verso l’armonia.
Ai rivestimenti degli imbottiti si abbinano poi i metalli – cromati e satinati – nei toni e nelle finiture più calde e materiche, per gli accessori, l'illuminazione e i dettagli di divani e poltrone; le pietre e i marmi scelti in modo da rappresentare un lusso soffuso e mai eccessivo; i legni come il rovere e il noce che richiamano alla naturalità e ai colori della terra.
L'insieme di tutti i materiali e le loro finiture vengono scelti per offrire un total living armonico e coerente con il DNA del marchio.


LE COLLABORAZIONI CON I DESIGNER
La forza di Natuzzi risiede nella contaminazione tra diverse idee e sensibilità, un modo per mettere l'uomo e i rapporti umani sempre al centro della filosofia produttiva dell'azienda e per cogliere le ispirazioni provenienti dalle realtà più varie. Ad interpretare la filosofia dell’abitare Natuzzi Italia, sono stati invitati i designer Maurizio Manzoni e Roberto Tapinassi dello Studio Memo, Victor Vasilev, Claudio Bellini, Mauro Lipparini, Bernhardt & Vella. Tutti i designer lavorano a stretto contatto con lo stilista Pasquale Natuzzi e il Centro Stile che ha sviluppato una parte consistente delle proposte presentate in fiera.

I SET
SET 1 – Il divano Jeremy
Protagonista del primo set è il divano Jeremy, dei designer Manzoni e Tapinassi di Studio Memo. Tra i progetti di punta della nuova collezione, è caratterizzato da una ricerca formale che punta all’essenzialità, come rivelano il gioco geometrico che nasce dall'incastro tra la base del divano e il bracciolo, in continuità con lo schienale, e la linearità dei piedini che conferisce un certo rigore al divano. Un elemento non trascurabile è costituito dalle cuciture "baciate" – ossia piegate verso l'interno e quindi invisibili esternamente – che dimostrano la maniacale attenzione al dettaglio e alla lavorazione dei materiali. 
Completano l'ambiente la poltroncina Aura di Claudio Bellini con la sua seduta ampia sorretta da una struttura in legno, e i tavolini Tempo.

 


SET 2 – Il sistema d’arredo Herman e la lampada Vico 
Anche il divano Herman – secondo prodotto star della collezione – è frutto della creatività di Studio Memo. Coniuga armonia, design e sapienza artigianale, giocando con forme e dimensioni. Il sostegno metallico esterno, elemento distintivo del progetto, richiama la forma di una pinna da cui il nome, omaggio ad Herman Melville autore di Moby Dick. Esso abbraccia e racchiude spalliera e seduta conferendo dinamicità alla struttura. Un vezzo estetico oltre che funzionale di grande stile che contribuisce a rendere Herman un progetto unico e versatile.
Herman è un sistema d’arredo costituito da diversi moduli che consentono di creare composizioni lineari, angolari e a penisola a cui si aggiungono alcuni coffee table di diverse forme e dimensioni che possono intersecarsi tra di loro per creare situazioni uniche e perfettamente integrate con il design del divano. 
Il set ospita un’altra importante novità: la lampada Vico, disegnata da Victor Vasilev, una vera e propria scultura luminosa dal forte impatto visivo. Dai volumi arrotondati e delicati, riassume in sé la purezza delle linee e la presenza nello spazio. L'essenza del progetto sta nell'equilibrio tra base e cappello che sembra sospeso rispetto alla struttura. È disponibile in diverse finiture in metallo che enfatizzano il segno progettuale. Accompagna il set la poltrona Note, progetto del catalogo 2016.

SET 3 – Il sistema dining Leggero 
Le novità Natuzzi nell'area dining sono rappresentate dalla collezione Leggero disegnata da Victor Vasilev. Insieme elegante che fa della levità formale il suo punto di forza, Leggero è l'omaggio di Vasilev ad un maestro indiscusso dell'architettura e del disegno industriale come Giò Ponti. Questa famiglia di arredi, composta da tavolo da pranzo Leggero con sedia Lisa, trova la sua ragione d'essere nell'eliminazione del superfluo che permette di ottenere una dinamicità unica.
Leggero è un tavolo dal design rigoroso e geometrico: presenta una struttura esile alla vista che nasconde un'anima solida e resistente, espressione di leggerezza formale e sapienza artigianale. La semplicità e la purezza delle forme lo rendono adattabile ad ogni ambiente. Lisa si caratterizza per le lunghe gambe lignee e la spalliera curvilinea che incorniciano una morbida e comoda seduta di particolare ricercatezza estetica.

SET 4 – Il divano e i tavolini Ido, la poltrona Ilia
Altra new entry nel catalogo dei divani Natuzzi Italia è Ido, disegnato da Mauro Lipparini. Le linee pulite e decise, sono sottolineate dall’intersezione dei vari elementi che si coniuga con la leggerezza degli eleganti piedini metallici. Presenta inoltre particolari cuciture "baciate", piegate verso l'interno e quindi invisibili esternamente.
Il divano è accompagnato da diversi elementi accessori – orizzontali e verticali, cubici e essenziali – che si compongono dando vita a storie diverse, sia per composizioni estetiche che per funzioni. I coffee table Ido, trovano spazio come tavolini, terminali, servetti e piani di appoggio sviluppandosi su esili e leggere gambe metalliche. La struttura risulta così fluttuante e di facile abbinamento accanto a divani e poltrone di stile diverso. Ideale completamento della zona living per un appoggio immediato e per soluzioni estetiche di alto livello. 
Morbidezza, comfort e design sono alla base della nuova poltrona recliner Ilia, firmata dal designer Mauro Lipparini. Il comfort visivo, garantito dalla forma rassicurante e avvolgente della struttura, è confermato dall’estrema morbidezza dell’imbottitura, ottenuta grazie all'unione di due strati di poliuretano ad alta densità con un materiale innovativo realizzato nel centro ricerca e sviluppo Natuzzi, che vede la tecnica dell’imbottitura tipica del settore dell’abbigliamento applicata al mondo dell'arredamento. La base lignea, disponibile in diverse finiture, è un vero e proprio guscio che ospita il poggiapiedi estensibile elettricamente e sostiene i braccioli. I bordi sono elegantemente rifiniti da gros-grain. Ilia è un progetto unico nel suo genere in cui il design esalta l’ergonomicità e il comfort tipico delle poltrone reclinabili. 

SET 5 – Il divano Agorà e i coffee table Meridio
Agorà è un divano disegnato da Studio Memo, in cui si fondono design contemporaneo, versatilità e comodità. Caratterizzato da linee orizzontali e da un comfort di eccellenza – garantito dalla generosità delle sedute e dalla pregiata piuma dell'imbottitura –, è un divano modulare, che offre libertà di composizione e possibilità di creare soluzioni diverse in base alle esigenze. Il profilo è esaltato dal dettaglio dei bordi, elegantemente rifiniti da gros-grain.
Ispirati al filone degli anni ’50, i coffee table Meridio, occupano il centro del set. Attraverso l’utilizzo di materiali moderni e alla forma conica dei piedi in metallo, si avvicinano a un mood di arredo decisamente più contemporaneo. Particolare la posizione dei piedi che si intersecano centralmente con il piano di appoggio, caratterizzando il progetto. I Meridio sono disponibili in diverse dimensioni e finiture.
Le poltroncine Viaggio completano l'area living con semplicità e ricercatezza estetica.

SET 6 – Il sistema Svevo, la poltroncina Rose e la libreria Plissè
Le proporzioni tipiche degli anni ’50 sono riproposte dagli architetti Manzoni e Tapinassi dello Studio Memo nel sistema Svevo che comprende divano, coffee table, tavolo da pranzo e sedia, madia, consolle, letto, cassettiera e comodini per la zona notte. 
La collezione si contraddistingue per le forme arrotondate e avvolgenti e per la struttura dei piedi realizzata in legno massello impreziosito da dettagli metallici di gran pregio. 
Il divano ha superfici ben calibrate e filanti che poggiano su strutture affusolate in un continuum cinematico fino a terra. Accanto al divano, già presente in collezione, Studio Memo ha sviluppato una serie di mobili che mixano sapientemente forme e materiali. Il vetro è impiegato su consolle, madia e cassettiera per valorizzare le superfici orizzontali.
Il letto Svevo è il primo della collezione Natuzzi a divenire parte integrante di un progetto total living. I caratteristici piedi in legno accoppiati agli inserti metallici sorreggono elegantemente la struttura, mentre il giroletto ampio e la testiera generosa sono garanzia di comodità e comfort.
È elemento integrante del sistema la sedia Svevo. Le gambe, caratterizzate da un dettaglio metallico, conferiscono eleganza e ricercatezza, mentre la struttura interamente imbottita ne assicura la comodità. 
All'area notte si abbina una zona studio in cui la poltrona Re-vive occupa la posizione centrale abbinando lavoro e relax. Accanto allo scrittoio, si posiziona Rose, la nuova poltroncina della collezione, disegnata dal Centro Stile Natuzzi. 
Fa da sfondo alla composizione la libreria Plissè che Natuzzi Italia presenta in questa occasione. Disegnata da Victor Vasilev, trae ispirazione dal separé ottocentesco, mostrando una leggerezza visiva che nasconde una struttura solida composta da pannelli modulari, tenuti insieme da mensole di appoggio. La versatilità è l’elemento che la contraddistingue: il design pulito, elegante e leggero, la rendono infatti un elemento “mobile”, adattabile a configurazioni spaziali diverse.

SET 7 – Dining Accademia
Con la nuova madia dei designer Bernhardt & Vella si completa la collezione dining Accademia che consta del tavolo da pranzo e della sedia già presenti nel catalogo Natuzzi Italia.  
La madia riprende lo stilema lineare del tavolo e delle sedie, è costituita da un solido parallelepipedo in legno, sormontato da piedi realizzati nello stesso materiale che ne caratterizzano l’intera collezione.
Vani chiusi e a giorno si alternano per rendere maggiormente funzionale il contenitore attribuendo versatilità all'interno del living.

SET 8 – Divano La Scala
Il divano La Scala di Claudio Bellini è una reinterpretazione contemporanea del classico modello chester. Capolavoro di artigianato, si caratterizza per le linee sinuose che avvolgono il dettaglio del capitonné e per la comodità, garantita da pregiate imbottiture inserite nell'avvolgente spalliera e nella profonda seduta. Sempre di Bellini le poltroncine Anteprima, dalle linee compatte e confortevoli.


NATUZZI S.P.A.

Il Gruppo Natuzzi, fondato nel 1959 da Pasquale Natuzzi, disegna, produce e vende una vasta collezione di divani, poltrone, letti, mobili e complementi d’arredo per la casa. Con un fatturato di 488,5 milioni di euro nel 2015, il Gruppo Natuzzi è la più grande casa di arredamento italiana e unico player globale nel settore, con 8 stabilimenti produttivi, 12 uffici commerciali e oltre 1.140 punti vendita nel mondo. Etica e responsabilità sociale, innovazione, know-how industriale e la gestione integrata dell’intera catena del valore rappresentano i punti di forza che hanno reso il Gruppo Natuzzi leader di mercato. Natuzzi S.p.A. è quotata al New York Stock Exchange dal 13 maggio 1993. Il Gruppo è certificato ISO 9001 e 14001 (Qualità e Ambiente) e OHSAS 18001 (Sicurezza sui Luoghi di Lavoro).

Tags:
natuzzi-pasquale-salone-mobile
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.