A- A+
Costume
Pancia gonfia e intestino irritabile? C’è la dieta LOW FODMAP

"La dieta low fodmap per sgonfiare la pancia" nasce da una ricerca scientifica su cibo e flora intestinale

 

Si parla molto di allergie al glutine oppure al latte e di intolleranza alimentari in generale. Ma meno si sente parlare di alimenti FODMAP (acronimo di Fermentable Oligo-di and Mono-saccharides, And Polyols), termine coniato da un gruppo di ricercatori australiani che ipotizzarono che i cibi contenenti questi tipi di carboidrati (a catena corta) potessero peggiorare i sintomi di alcuni disturbi digestivi come la sindrome del colon irritabile (IBS) e le patologie infiammatorie intestinali (IBD).

Ora arriva in libreria il volume “La dieta low fodmap per sgonfiare la pancia” (ed. Mondadori; € 15,90; 112 pagine) di Enrico S. Corazziari, gastroenterologo dell’Universita` la Sapienza di Roma, e` autore di uno studio scientifico presentato alla Digestive Disease Week di Washington.

Il professore ha sottoposto persone che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile a una dieta a basso apporto di FODMAP (sostanze che, piu` sono presenti nella dieta, piu` vengono fermentate nel nostro intestino), dimostrando inequivocabilmente l’efficacia di questo regime alimentare contro un disturbo che affligge piu` del 15% della popolazione. I risultati lasciano pochi dubbi: dopo un solo mese di dieta, i giorni con la pancia gonfia sono calati di ben il 40%, percentuale che aumenta fino al 66% dopo 16 mesi.

low fodmap
 

«Visito da quarant’anni persone con sindrome dell’intestino irritabile, che soffrono cronicamente di pancia gonfia e disturbi intestinali. Dai loro racconti ho imparato e compreso quanto questi fastidi interferiscano con la vita, interrompendo le attivita` quotidiane e impedendo di programmare i propri tempi.»

Nel libro “La dieta low fodmap per sgonfiare la pancia Corazziari ripercorre il vissuto di un’ideale protagonista alle prese con i classici tentativi per sgonfiare la pancia, dai test delle intolleranze alle diete propagandate come risolutive: tutti si rivelano inutili perche´ non scientificamente provati. Meglio, invece, affrontare il problema a partire da un’evidenza medica: chi e` affetto da sindrome dell’intestino irritabile soffre per la fermentazione di alcuni nutrienti in maniera differente dagli altri. Solo regolando l’ingestione di questi nutrienti sara` possibile tenere la sindrome sotto controllo e migliorare il proprio benessere.

L'AUTORE - Enrico S. Corazziari, professore di gastroenterologia presso La Sapienza di Roma e primario dell’Unita` operativa complessa collegata, e` membro di numerosi e qualificati gruppi nazionali e internazionali di ricerca nell’ambito della neurogastroenterologia,della motilita` e della funzionalita` gastrointestinale. Uno dei massimi esperti della sindrome dell’intestino irritabile, e` autore di piu` di trecento pubblicazioni e ha organizzato diversi congressi internazionali.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pancia gonfia perchéintestino irritabile perchépancia gonfia rimedipancia gonfia dietacibi fodmap cosa sonofodmap cosa significa
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.